Validità APE

L’APE ha una validità temporale massima di 10 anni dalla data di attribuzione del codice identificativo. La data di scadenza è indicata nella prima pagina dell’attestato.

La validità dell’APE può decadere prima del periodo indicato:

  • a seguito di interventi che modifichino la prestazione energetica dell’edificio o dell’unità immobiliare;
  • nel caso di cambiamento della destinazione d’uso (cfr. art.74 della l.r. 11/1998) ad eccezione dei mutamenti tra destinazione ad abitazione permanente o principale e destinazione ad abitazione temporanea.

La modifica degli estremi catastali o dell’indirizzo, in fase successiva alla validazione dell’APE, non comporta la decadenza dello stesso.

La validità temporale massima dell’APE è anche subordinata al rispetto delle prescrizioni per le operazioni di controllo di efficienza energetica degli impianti termici dell’edificio. Qualora le predette prescrizioni non siano rispettate, l’APE decade il 31 dicembre dell’anno successivo a quello cui si riferisce la scadenza non rispettata.

 

Ad esempio, se nel 2017 viene certificato un appartamento in una palazzina con impianto termico a gasolio da 700 kW che prevede un controllo di efficienza obbligatorio ogni anno e tale controllo  non viene effettuato o è antecedente al 2017, l’APE scade il 31/12/2018 se non viene prima regolarizzato il controllo sull’impianto termico.

E’ possibile consultare la tabella con le periodicità dei controlli legati ai diversi tipi di impianti al seguente link:

http://www.regione.vda.it/energia/Controlloimpiantitermici/esercizioemanutenzioneimpianti_i.aspx

 



Torna su