Programmazione socio-sanitaria

La programmazione Ŕ quell'attivitÓ attraverso la quale, a fronte dei bisogni evidenziati da una popolazione residente in un dato territorio, si individuano degli obiettivi politici specificiáe quindi dei programmi di azione operativi e si allocano le risorse finanziarie, umane, tecnologiche e strutturali necessarie a conseguirle.

Nella Pubblica Amministrazione l'attivitÓ programmatoria si concretizza in Piani, leggi e atti amministrativi. A livello regionale le attivitÓ di programmazione, e il conseguente periodo di attivitÓ degli interventi previsti, possono essere definito di breve, medio e lungo periodo. Il breve periodo mira a risolvere problemi giÓ manifesti, per i quali le risorse sono giÓ definite. Il medio periodo prevede che gli obiettivi siano finalizzati anche ad identificare nuovi bisogni e ad ottenere risorse necessarie a soddisfarli mentre, il lungo periodo, disegna i nuovi scenari per la domanda e l'offerta futura, anche attraverso progetti di riforma, indicando per essi possibili nuove modalitÓ di reperimento delle risorse

Il Piano per la salute e il benessere sociale regionale, riferito ad un triennio per esigenze di bilancio regionale, Ŕ un documento di medio periodo.á

 

Sanità e Salute



Torna su