Formazione e aggiornamento professionale

PIANTE OFFICINALI E AROMATICHE:

DALLA PIANTA AL PRODOTTO FINITO

Per gli addetti delle aziende agricole e alimentari della Valle d’Aosta è prevista la realizzazione di un corso sulla prima trasformazione, trasformazione e commercializzazione delle PIANTE OFFICINALI. Il consumo di piante officinali da parte dell’industria farmaceutica, alimentare, liquoristica, cosmetica è in continua crescita in tutto il mondo. Si tratta quindi di una buona occasione per esaminare nuove possibilità di diversificare l’attività.

Descrizione del corso:

Gli argomenti trattati nel corso saranno i seguenti:

Nozioni circa la coltivazione delle piante officinali in riferimento alle normative regionali, nazionali e comunitarie in vigore.

Conoscere tecniche e metodi di trasformazione delle piante officinali

Operazioni di raccolta, di stoccaggio e di trasporto del prodotto fresco

Essiccazione, taglio e conservazione del prodotto secco - applicazione dispositivi di identificazione

Tecniche di estrazione dei principi attivi dal prodotto fresco e secco (macerazione)

Tecniche di estrazione dei principi attivi dal prodotto fresco e secco (distillazione)

Elementi di meccanizzazione per la raccolta e prima lavorazione delle piante officinali Valutare la qualità del prodotto e i suoi utilizzi

Prodotti ad uso alimentare a base di piante officinali

Prodotti erboristici (forme galeniche) e principi di Fitoterapia

Principi di Cosmetica

Principi di base del sistema HACCP (Hazard Analysis and Critical Control Points); impostazione e sviluppo del piano di autocontrollo basato sui principi del sistema HACCP.

All’inizio del percorso, dopo le prime due lezioni, sarà offerta la possibilità ai corsisti di partecipare alla importante visita didattica che si svolgerà in Piemonte, presso alcune aziende e realtà incentrate sulla trasformazione di piante officinali.

 

Il costo del corso sarà a carico del PSR 14 20, così come il trasporto collettivo in occasione della visita didattica, in tale occasione il corsista dovrà pagarsi soltanto il pranzo.

 



Torna su