TERRITORIO E IMPRESA
Una sintesi della programmazione del Fondo Sociale Europeo 2000-2006, nell’ambito dello sviluppo locale.
PROGETTI DI SVILUPPO LOCALE
di Franco Moggi
Un’immagine invernale di Pont, nel cuore del Parco Nazionale del Gran Paradiso.Lo sviluppo sostenibile è il principio ispiratore fondamentale delle politiche europee.
La Comunità europea favorisce uno sviluppo che integri gli aspetti ambientali, economici e socioculturali facendo leva sulla diversità e sulla capacità degli attori locali di lavorare in rete.
Parlare di sviluppo locale in una logica europea, oggi, significa valorizzare più che nel passato le risorse locali (ambientali, culturali, umane, ecc.), evitando gli interventi calati dall’alto. Il territorio in sé ha un ruolo attivo. È un fattore che offre risorse differenziate e sedimentate nel tempo, valorizzabili nei processi di sviluppo.
In termini economici, lo sviluppo locale è un processo di cambiamento delle strutture economiche di un’area caratterizzata da un'omogeneità culturale, sociale ed economica. In termini sociali, lo sviluppo locale è caratterizzato dal ruolo primario svolto dagli attori locali. In termini di obiettivo, lo sviluppo locale deve cercare di migliorare lo standard e la qualità della vita della popolazione.
Diventa perciò indispensabile che si promuova un’effettiva concentrazione delle risorse e delle iniziative, per non disperderle a pioggia sul territorio; si assicuri una gestione locale degli interventi, valorizzando il ruolo degli amministratori locali; si integrino gli interventi ricercando sinergie tra agricoltura, ambiente, turismo, piccola e media impresa, infrastrutture, formazione ecc.
A livello territoriale e locale è necessario superare l’occasionalità dei progetti e delle proposte attraverso una metodologia che consenta la programmazione e la definizione di un quadro informativo di base, necessario per conoscere i principali problemi e opportunità dell’area, al fine di identificare gli obiettivi da perseguire; l’identificazione di una strategia, delle idee e delle azioni progettuali con essa coerenti, attraverso il coinvolgimento di tutti coloro che sono interessati allo sviluppo dell’area (la programmazione partecipata); la formulazione e l’articolazione delle idee progettuali; la definizione delle modalità e degli indicatori che consentiranno di effettuare la valutazione ex ante, in itinere ed ex post delle azioni che sono state definite.

In questa logica ha operato in questi anni la Programmazione FSE 2000-2006 attraverso anche i “Bandi Montagna” della Misura D3 (Sviluppo e consolidamento dell’imprenditorialità con priorità ai nuovi bacini di impiego), in seno ai quali sono nati e cresciuti, soprattutto nel corso del 2003, progetti di sviluppo locale nei diversi ambiti.
Dal punto di vista finanziario notevoli le risorse messe in campo dalla misura, che a fronte di una dotazione di circa 9 milioni di euro ne ha impegnati il 93%, anche per i 70 progetti di sviluppo locale; questi s’inseriscono, infatti in un più ampio ventaglio di progetti integrati, che rappresentano circa il 7% dei progetti complessivamente approvati e finanziati da FSE nel periodo 2000-2006, che in totale hanno raggiunto quota 1800.

Tutti i progetti sono visibili sul sito web dell’Amministrazione regionale, nelle pagine dedicate al lavoro, sezione Sviluppo locale, dove è possibile reperirne una breve descrizione oltre alle informazioni circa il soggetto attuatore ed il proponente.

Di seguito sono descritti, per linee generali, alcuni progetti per offrire un ventaglio d’informazione su alcuni progetti sperimentati e realizzati - valutati anche dalla commissione europea nel corso di alcune visite e riunioni del Comitato che sorveglia il buon andamento del Programma - nel corso del sessennio in Valle d’Aosta.

Progetti quali “Etroubles avant toi sont passes”, “Allein, Doues, Etroubles. Integrazione e sviluppo imprenditoriale”, “Il fortino di Valgrisenche”, ”Case di legno – Utilizzo sostenibile delle risorse”, Valle d’Aosta in tutti i sensi”, “La terra è giovane” sono già significativi dal titolo.
Più recentemente sono stati co-finanziati “In-formazione in agricoltura” o “la Fad nel volontariato” e “Valsavarenche maison de montagne” , che facendo leva anche sulle nuove tecnologie, si propongono come supporti formativi all’acquisizione di competenze da parte di imprenditori nei settori agricolo, turistico e nel terzo settore.
Forse più tradizionali i progetti volti a creare imprese turistiche, la cui caratteristica è la forte valorizzazione degli aspetti meno conosciuti dei comuni in cui andranno ad operare, come i progetti su Antey Saint-André, Chamois e la Magdeleine o Saint-Denis o ancora Aymavilles.
“Ricettività Diffusa”, “Per lo sviluppo di una comunità accogliente”, “Turismo per tutti” e “Turisti in rosa” sono progetti che fanno dell’accoglienza di persone con bisogni speciali o del turismo sociale e dell’accoglienza in generale il proprio obiettivo, studiandone caratteristiche e bisogni per una progettazione degli spazi e dei luoghi turistici più attenta, mirata e maggiormente adeguata ad un mercato turistico in così forte cambiamento.
“Negozi polifunzionali” e “Azienda multiservizi” rispondono a bisogni che molte piccole comunità avvertono nel sostenere bisogni come la tutela ambientale, l’assetto del territorio, i servizi sociali comuni a più realtà limitrofe.
“Un marchio di qualità per lo spazio Gran Paradiso” si propone di creare un brand univoco e riconoscibile di quanto viene offerto nei diversi comuni presenti sul territorio del Parco, al fine di garantire qualità ed uniformità dei diversi prodotti.
“Vol Bivouac” è invece lo sforzo di avviare un filone di sviluppo che riguardi l’offerta di servizi ricreativi o sportivi, come questa nuova pratica sportiva, già apprezzata in altri comuni alpini limitrofi.

Tutti i progetti descritti, che non rappresentano l’universo di quanto realizzato, hanno un obiettivo comune: la valorizzazione del territorio, inteso come luogo fisico e come risorse umane e territoriali. Alcune iniziative sono tuttora in corso, altre sono già terminate; in tutti i casi ora la strada è stata tracciata: è stata sperimentata infatti una metodologia che, partendo dai problemi e dalle opportunità e dalle reti di attori presenti nei territorio, formula ed articola proposte progettuali di sviluppo delle aree.



PROGETTAZIONE E PRIMA SPERIMENTAZIONE DI UN MARCHIO COLLETTIVO DI QUALITÀ SUL VERSANTE VALDOSTANO DELLO SPAZIO GRAN PARADISO

Il progetto si propone di portare alla creazione di un marchio collettivo di qualità ovvero un segno o un’indicazione destinata a distinguere beni e servizi prodotti e messi in commercio da un gruppo di imprese che fanno capo all’Ente Parco Gran Paradiso.
L’Ente Parco concederà e gestirà quindi un marchio collettivo di qualità, realizzando delle procedure proprie delle fasi iniziali dell’implementazione del marchio collettivo e concentrandosi sulla sperimentazione di modelli innovativi per la progettazione partecipata dei meccanismi di certificazione e per la valutazione dei livelli qualitativi di partenza delle imprese. Il progetto prevede attività di formazione per la preparazione degli operatori economici locali in merito alle procedure necessarie all’implementazione di un marchio di qualità, per fornire loro gli strumenti necessari a valutare i passi necessari al raggiungimento dei livelli qualitativi previsti.

ENTE PARCO NAZIONALE DEL GRAN PARADISO
via Losanna, 5 - Aosta
telefono: +39 0165 44126
fax: +39 0165 236565
e-mail: direzione@pngp.it


FAR FESTE. PERCORSO DI FORMAZIONE ON LINE PER L’ORGANIZZAZIONE DI EVENTI SUL TERRITORIO

Obiettivo del corso è di formare professionisti in grado di progettare, realizzare e promuovere diverse tipologie di eventi, da quelli di carattere culturale, come l’allestimento di mostre permanenti o temporanee, alla realizzazione di eventi di scoperta del territorio, cicli di conferenze, cene a tema.
Le componenti strategiche, gestionali e creative che sono sottese dall’organizzazione di un evento saranno le parti fondamentali sviluppate nel corso, nel quale non si tralascerà la comunicazione come strumento fondamentale di promozione e dunque di vendita del prodotto evento.
Nella metodologia on line immaginata si intende rispondere a una domanda di flessibilità ed efficacia da parte dei corsisti.

RHIANNON SCARL
fraz. La Grenade, 67 - Sarre (sede operativa)
telefono: +39 0165 554998
fax: +39 0165 554998
e-mail: cooprhiannon@tiscalinet.it


ARTIGIANATO VALDOSTANO DI TRADIZIONE TRA CULTURA, PASSIONE E PROFESSIONALITÀ

Il progetto propone la conoscenza di elementi generali storico - culturali e tecnici legati all’artigianato valdostano di tradizione nell’ottica di rafforzare le competenze dei partecipanti per migliorare il modo di esercitare e gestire il proprio ruolo professionale. L’impostazione dei corsi è stata strutturata sulla base di un percorso generale introduttivo e percorsi specifici (mobili, oggetti in vannerie, oggetti intagliati, oggetti torniti, sculture, altri oggetti per la casa). Viene proposta una edizione di ciascun corso rivolta a 16 destinatari: ogni corso ha una durata di 30 ore, mentre il corso introduttivo ha una durata di 24 ore.

PROGETTO FORMAZIONE
loc. Autoporto 14/U - 11020 Pollein
telefono: +39 0165 43851
fax: +39 0165 231906
e-mail: p.f@progettoformazione.org
web: www. progettoformazione.org


IN-FORMAZIONE IN AGRICOLTURA

Partendo da un’analisi dei fabbisogni formativi, il progetto si propone di ideare, sperimentare e diffondere strumenti tecnologici innovativi a supporto delle attività di formazione professionale e di divulgazione del sapere tecnico applicativo nel campo agroalimentare, rivolgendosi sia ad operatori professionali che a una più ampia fascia di agricoltori part-time e di persone che si interessano alle produzioni agricole per esigenze di autoconsumo. Il prodotto del progetto sarà costituito non solo dai supporti didattici che si elaboreranno, ma anche (e soprattutto) dal miglioramento della capacità di elaborare e applicare strumenti nuovi, nell’ottica di estenderne l’uso in successive azioni formative.

INSTITUT AGRICOLE RÉGIONAL
reg. La Rochère, 1/a - Aosta
telefono: +39 0165 215811
fax: +39 0165 215800
e-mail: fse@iaraosta.it
web: www.iaraosta.it


LA CULTURA DEL SERVIZIO

Affinché le singole imprese, o un settore produttivo, siano vincenti, è indispensabile rendere competitivo l’intero sistema socioeconomico territoriale. In particolare, per il successo di questo processo è cruciale l’interiorizzazione del concetto di centralità del cliente.
Il progetto si articola in due percorsi didattici diversi della durata di 24 ore ciascuno erogati ognuno quattro volte in sedi diverse per rispondere alle esigenze dei partecipanti. L’attività formativa intende far sviluppare nei partecipanti la capacità di sviluppare un’efficace relazione col cliente, ottenere la massima efficienza nella produzione del servizio, adattare l’organizzazione alle esigenze del cliente, concorrere alla costruzione di esperienze significative per ogni singolo cliente, esperienze capaci di creare ricordi positivi e di indurre il passa parola.


PROGETTO FORMAZIONE - LA FAD AL SERVIZIO DEL VOLONTARIATO

La realizzazione del progetto verrà configurata all’interno di una serie di attività di progettazione di un corso di formazione caratterizzato dalle metodologie dell’e-learning. L’attività consiste nella realizzazione di un prodotto formativo, a forte valenza tecnologica, che possa soddisfare specifici fabbisogni formativi, ma anche di stimolare un modo nuovo di fare formazione. L’utilizzo di metodologie e l’elaborazione di strumenti educativi che, favorendo le dinamiche dell’inclusione sociale, possono promuovere un collegamento stabile tra i sistemi della formazione, del welfare e l’intera comunità valdostana per un’animazione territoriale e una crescita della cultura della solidarietà.

IAL VDA
telefono: +39 0165 232847 - fax: +39 0165 261787
e-mail: info@ialvda.it - web: www.ialvda.it


ANTEY-SAINT-ANDRÉ, CHAMOIS E LA MAGDELEINE LA VALORIZZAZIONE DEL TERRITORIO ATTRAVERSO UN TURISMO DI CONTESTO: STORIA, NATURA, TRADIZIONE

La finalità comune condivisa per questo progetto risiede nel mettere a valore l’esistente attraverso il coinvolgimento attivo degli attori locali e la mobilitazione delle risorse umane e materiali presenti in un’ottica di nascita e sviluppo di attività imprenditoriali centrate particolarmente sull’integrazione tra l’identità del territorio e il mercato turistico. In questo senso, i tre comuni intendono operare per potenziare lo sviluppo delle risorse paesaggistiche, ambientali, culturali e architettoniche in un’ottica di sviluppo e valorizzazione turistica. Un’azione che deve realizzarsi attraverso la collaborazione con operatori turistici e commerciali, agricoltori, imprese, associazioni e gruppi, persone.

Coop. Rhiannon scarl
fraz. La Grenade, 67 - Sarre (sede operativa)
telefono: +39 0165 554998 - fax: +39 0165 554998
e-mail: cooprhiannon@tiscalinet.it


VALSAVARENCHE - MAISON DE LA MONTAGNE PROGETTO FORMATIVO PER L’ACQUISIZIONE DI COMPETENZE RELATIVE ALLE TECNICHE DOCUMENTARISTICHE RIVOLTE ALLE PROFESSIONI DI MONTAGNA

L’attività formativa, di 100 ore, è legata all’esigenza di fornire nuove competenze agli operatori delle professioni legate alla montagna. L’attività didattica si articola in due corsi orientati alla formazione di una figura che abbia competenze per utilizzare nel proprio ambito professionale, o per interesse personale, le tecnologie per la realizzazione di prodotti audiovisivi. La figura professionale formata sarà in grado di utilizzare in modo efficace le tecniche di ripresa audio video in contesto di attività di montagna.

Coop. Rhiannon scarl
fraz. La Grenade, 67 - Sarre (sede operativa)
telefono: +39 0165 554998 - fax: +39 0165 554998
e-mail: cooprhiannon@tiscalinet.it


AZIENDA MULTISERVIZI comuni dell’Envers

L’obiettivo del progetto è la creazione di un’azienda multiservizi di proprietà interamente pubblica che si occupi dei servizi sociali sanitari, ambientali, di tutela del paesaggio e dell’assetto del territorio. Principalmente il complesso processo di sviluppo locale che ne scaturirà estenderà i propri benefici principalmente a livello locale e, in un secondo tempo, potrà costituire un’esperienza pilota di gestione imprenditiva di risorse collettive tramite l’attivazione di reti tra soggetti pubblici e privati, esportabile in altre zone della Valle d’Aosta.

Progetto Formazione - loc. Autoporto 14/U - 11020 Pollein
telefono: +39 0165 43851 - fax: +39 0165 231906
e-mail: p.f@progettoformazione.org
web: www. progettoformazione.org



L'ARC D'AYMAVILLES

Il progetto ha l’obiettivo di valorizzare e utilizzare il castello di Aymavilles, mettendo a punto un modello di fruizione delle risorse turistiche in modo da convertire le visite casuali in flussi turistici. Si intende di conseguenza creare occasioni di spesa turistica (ad esempio visite guidate, ristorazione, acquisto di prodotti tipici) con effetti positivi per tutte le attività economiche del comune. Il progetto, inoltre, vuole rilanciare gli aspetti meno conosciuti del comune, valorizzare e salvaguardare il sito di Pont d’Aël per renderlo una risorsa turistica del territorio.

Progetto Formazione - loc. Autoporto 14/U - 11020 Pollein
telefono: +39 0165 43851 - fax: +39 0165 231906
e-mail: p.f@progettoformazione.org
web: www. progettoformazione.org



NEGOZI POLIFUNZIONALI

Per cercare di fermare il processo di abbandono dei paesi di montagna, la Regione autonoma Valle d’Aosta agevola la costituzione di negozi polifunzionali nei comuni con meno di 3.000 abitanti o a frazioni di comuni. Il progetto si propone di: favorire la presentazione delle domande di riconoscimento e finanziamento dei negozi polifunzionali; favorire le convenzioni fra i negozi e reti di fornitori; fornire un percorso progettuale per individuare le soluzioni tecnologiche capaci di ottimizzare i processi di automazione; fornire elementi per la formazione di un ente associativo - cooperativo di rappresentanza.

Sipre Consulenza srl Via Croce di Città, 35 - Aosta (sede operativa) - telefono: +39 0165 262139 - fax: +39 0165 262139
e-mail: segreteria.sipre@sipreconsulenza.it
web: www.sipreconsulenza.it


RALLENTA! ”Saint-Denis ti sta aspettando” Iniziative di turismo integrato per favorire lo sviluppo sostenibile e l’avvio di nuove imprenditorialità

Il progetto punta a favorire l’attuazione da parte dell’Amministrazione comunale delle strategie di valorizzazione e tipicizzazione del proprio territorio avviate negli ultimi anni, favorire il potenziamento delle capacità imprenditoriali e turistiche della comunità locale, creando un’offerta coordinata delle risorse e delle iniziative, creare un sistema ospitale permanente e assicurare il coinvolgimento diretto della popolazione, attivando nuove, misurate e concrete occasioni di imprenditorialità legate soprattutto all’accoglienza.

Comune di Saint-Denis - Capoluogo, 14 -11023 Saint-Denis
telefono: +39 0166 540655 - fax: +39 0166 546044
e-mail: comunedisaintdenis@hotmail.com


RICETTIVITA' DIFFUSA

Il progetto ha l’obiettivo di potenziare una rete di ricettività (agriturismi, bed and breakfast, baite), in parte già esistenti, di piccole strutture collegate tra loro dal punto di vista organizzativo. Con il presente progetto si vuole organizzare una rete tra i singoli punti. I destinatari verranno accompagnati nell’attuazione del progetto, nella fase della creazione, nell’analisi dei costi e dei benefici, nell’avviamento sul mercato turistico fino all’eventuale progettazione di un sistema gestionale unico.

Comune di Perloz - loc. Capoluogo, 2 - 11020 Perloz
telefono: +39 0125 807974 - fax: +39 0125 806269
e-mail: comunediperloz@libero.it


SVILUPPO DI UNA COMUNITA' LOCALE ACCOGLIENTE

Il progetto è finalizzato alla creazione d’impresa, che sia in grado di progettare e commercializzare prodotti e servizi turistici e, condividendo con l’amministrazione comunale tutte le fasi e le attività programmate, avviare la sperimentazione di un modello progettuale e gestionale nel territorio di competenza del Comune di Saint-Marcel. Su questo territorio la promozione della filiera del servizio turistico può passare attraverso il coinvolgimento diretto di aziende e associazioni di varia natura: strutture ricettive alberghiere ed extra-albeghiere, agriturismo, esercizi commerciali, attività artigianali e vitivinicole, cooperative produttrici, guide della natura, ecc.

Consorzio di cooperative sociali Trait d’Union
via Monte Pasubio, 24 - 11100 Aosta
telefono: +39 0165 239656 - fax: +39 0165 239656
e-mail: consorzio@traitdunion.org
web: digilander.iol.it/traitdunion


TURISMO PER TUTTI

Il progetto intende promuovere un turismo destinato principalmente a persone con bisogni speciali. In questa categoria non rientrano solo persone con disabilità, ma anche persone dializzate, o genitori con i loro bambini piccoli, anziani, chi ha una disabilità temporanea, persone con allergie o problemi cardiaci, donne in gravidanza, persone soggette a cure frequenti. Ci si riferisce, quindi a turisti che manifestano la necessità di avere più informazioni e alcuni servizi particolari per ritenere la vacanza soddisfacente. Nei 12 mesi di realizzazione del progetto, si intende effettuare: un’analisi storica dei flussi turistici, la costituzione di un tavolo di progettazione e concertazione, la rilevazione delle strutture ricettive, la rilevazione dei sentieri, la realizzazione di un cd-rom e pagine web, uno sportello informativo.

Consorzio di cooperative sociali Trait d’Union
Via Monte Pasubio, 24 - 11100 Aosta
telefono: +39 0165 239656 - fax: +39 0165 239656
e-mail: consorzio@traitdunion.org
web: digilander.iol.it/traitdunion


TURISTI IN ROSA

Il progetto si colloca a monte della gestione di una struttura ricettiva nel Comune di Champorcher che avverrà a seguito dell’aggiudicazione di una gara di appalto. L’articolazione del progetto prevede, nella prima fase, una ricerca mirata di mercato volta a verificare la solidità dell’ipotesi iniziale e, nella seconda fase si prevede invece un supporto allo sviluppo dell’attività ricettiva, preliminare all’avvio della stessa. Le ulteriori azioni saranno tese a far conoscere la struttura e sviluppare competenze specifiche rivolte ai dipendenti e ai direttori dell’ente aggiudicatario. Si prevede una breve fase formativa, rivolta ai dipendenti e ai direttori dell’ente aggiudicatario, centrata sugli aspetti trasversali del turismo per gruppi.

Comunità Montana Monte Rosa - località Perloz, 44
telefono: +39 0125 807873 - fax: +39 0125 804537
e-mail: servizio.segreteria@cm.montrose.vda.it


IL FARE COMUNE

Iniziativa di formazione per gli eletti nei Consigli comunali della Valle d’Aosta “Il fare Comune - Sostenere l’attività degli enti locali finalizzata alla crescita delle risorse umane e alla promozione dello sviluppo locale” è il titolo del progetto formativo rivolto agli eletti nei Consigli comunali della Valle d’Aosta e realizzato dall’Agenzia regionale del Lavoro con finanziamenti del Fondo sociale europeo.
Il progetto ha come obiettivo la valorizzazione delle risorse umane che operano elette nelle amministrazioni locali dei comuni della nostra regione.
Il primo eventoè consistito in un corso sulla legislazione europea, nazionale e regionale, che regolamenta la vita e l’attività dei consigli comunali.
Nel corso del 2007, verranno realizzati altri quattro percorsi formativi riguardanti i seguenti temi:
• “La lettura del territorio per definire le politiche di sviluppo e i servizi (sviluppo locale)”;
• “Interculturalità e integrazione”;
• “La comunicazione nella P.A.”;
• “Le politiche di finanziamento dell’U.E. 2007/2013”.

Direzione Agenzia regionale del lavoro
via Garin, 1 - 11100 Aosta
telefono: +39 0165 275547


ALI AI PIEDI - NUOVE PRATICHE E OPPORTUNITÀ DI VIVERE LA MONTAGNA

Il progetto intende avviare un nuovo servizio, quello del “Vol bivouac” (una forma sportiva ibrida fra escursionismo e parapendio), sfruttando professionalità già esistenti sul territorio valdostano (guide - operatori del volo libero), mettendole in sinergia. Il Vol bivouac è un’offerta turistica innovativa che si posiziona in un segmento di mercato in crescita e ancora poco sfruttato dal sistema valdostano. Un contesto, quest’ultimo, che offrirebbe condizioni ottimali per la pratica. Le risorse locali in senso lato (dal paesaggio alle professionalità coinvolte, fino al sistema di ricettività di alta quota) sarebbero sfruttate appieno nell’offerta di un prodotto che va incontro anche all’esigenza di sostenibilità ambientale e mantenimento delle risorse.
L’attività di progetto, inoltre, consiste in un ciclo di seminari tematici per la stimolazione, presso le guide e vololiberisti brevettati, dell’offerta corretta del nuovo prodotto turistico.

Coop. Rhiannon scarl
fraz. La Grenade, 67 - Sarre (sede operativa)
telefono: +39 0165 554998 - fax: +39 0165 554998
e-mail: cooprhiannon@tiscalinet.it
   
Pagina a cura dell'Assessorato territorio, ambiente e opere pubbliche © 2023 Regione Autonoma Valle d'Aosta
Condizioni di utilizzo | Crediti | Contatti | Segnala un errore