Valle d'Aosta Fromadzo DOP

Valle d'Aosta Fromadzo DOP
Regolamento (CE) n. 1263/96

 

Non è segreto per nessuno il fatto che la Valle d'Aosta sia terra di pascoli di alta montagna, dove le mucche si nutrono di erbe profumate che danno al latte un sapore davvero unico. L'uomo poi, con impegno e arte, dona il suo contributo per ottenere il prodotto alimentare da sempre orgoglio dei “montagnards”: il formaggio. La maggior parte del latte viene, infatti, trasformata in prodotti caseari. Freschi o stagionati, i formaggi valdostani soddisfano tutti i palati, anche quelli dei degustatori più esigenti alla continua ricerca di antichi e raffinati sapori.

Il Valle d'Aosta Fromadzo è la seconda DOP lattiero-casearia della nostra regione dopo la Fontina (ne ha ottenuto la registrazione con Regolamento CE n. 1263/96), e viene prodotto con latte vaccino di due mungiture, al quale è possibile aggiungere piccole quantità di latte caprino. Semidolce quando è fresco, diviene più pronunciato, leggermente salato, talvolta con una punta di piccante, quando raggiunge una maggiore stagionatura. Spicca il suo gradevole profumo di latte. Il relativo disciplinare ne consente la produzione di diverse tipologie: semigrasso, semigrasso con aggiunta di erbe aromatiche (ginepro, cumino selvatico, ecc.), magro, misto vaccino-caprino.

Le forme del Valle d'Aosta Fromadzo, maturate dai sessanta giorni ai quattordici mesi, si presentano con una crosta di colore paglierino o grigia con sfumature rossastre. La pasta ha una struttura elastica e compatta, con occhiature sparse di piccole e medie dimensioni.

 




Torna su