Attivitŗ di individuazione cuccioli di capriolo tramite droni


martedž 11 luglio 2023

 

Ogni anno nella tarda primavera, dopo il parto le femmine di capriolo sovente  nascondono i loro piccoli nell´erba alta durante le prime settimane di vita, per proteggerli dai predatori.
Nelle  scorse settimane,  personale del Corpo Forestale della Valle d’Aosta è stato impegnato in un’attività di prevenzione, al momento sperimentale, volta all’individuazione di questi piccoli ungulati nei prati prima dello sfalcio, per poi fornirne la posizione agli agricoltori con lo scopo di ridurre, se non eliminare, le possibili collisioni con le falciatrici.
Durante le due giornate di sperimentazione è stato richiesto il supporto del nucleo droni del Corpo  Regionale  dei Vigili del fuoco. Grazie agli aeromobili dotati di termocamere infatti è stato  possibile  individuare con facilità e rapidità i cuccioli nascosti sotto il fieno ancora da tagliare.

Ogni anno, nella tarda primavera, le femmine di capriolo sovente nascondono i loro piccoli appena partoriti nell´erba alta in modo che durante le prime settimane di vita siano protetti dai predatori.
Nelle  scorse settimane,  personale del Corpo Forestale della Valle d’Aosta, con il supporto del nucleo droni del Corpo  Regionale dei Vigili del fuoco, è stato impegnato in due giornate di attività di prevenzione, al momento sperimentale, volta all’individuazione di questi piccoli ungulati prima dello sfalcio dei prati. Grazie agli aeromobili dotati di termocamere è stato  possibile  individuare con facilità e rapidità la posizione dei cuccioli nascosti sotto il fieno ancora da tagliare, informazione che potrebbe essere poi comunicata agli agricoltori con lo scopo di ridurre, se non eliminare, le possibili collisioni con le falciatrici.

 


Galleria Multimediale




Torna su