Test di conoscenza della lingua italiana

SVOLGIMENTO DEL TEST DI CONOSCENZA DELLA LINGUA ITALIANA DA PARTE DEGLI STRANIERI RICHIEDENTI IL PERMESSO DI SOGGIORNO CE PER SOGGIORNANTI DI LUNGO PERIODO, IN APPLICAZIONE DEL DECRETO DEL MINISTRO DELL'INTERNO DEL 4 GIUGNO 2010.


Definizione

I cittadini extracomunitari che intendono richiedere il permesso di soggiorno CE per soggiornanti di lungo periodo devono dare dimostrazione di essere capaci di comprendere frasi ed espressioni di uso frequente. A tal fine devono sottoporsi ad un apposito test di conoscenza della lingua italiana per accertare il possesso di un grado di conoscenza della lingua corrispondente al livello A2 del Quadro comune di riferimento europeo per la conoscenza delle lingue approvato dal Consiglio d'Europa.

Soggetti che NON sono tenuti ad effettuare il test di italiano

La normativa, nel prescrivere che devono sostenere un test di conoscenza della lingua italiana tutti coloro che sono interessati a richiedere alla Questura il permesso di soggiorno CE per soggiornanti di lungo periodo, indica le categorie di cittadini stranieri esentati da tale obbligo.

Ai sensi degli articoli 1 e  4 del Decreto ministeriale 4 giugno 2010 non sono tenuti allo svolgimento del test di italiano:

• i figli minori di 14 anni, anche nati fuori dal matrimonio, propri e del coniuge

• gli stranieri affetti da gravi limitazioni alla capacità di apprendimento linguistico derivanti dall'età, da patologie o da handicap attestate mediante certificazione rilasciata dalla struttura sanitaria pubblica

•  stranieri in possesso di attestati o titoli che certifichino la conoscenza della lingua italiana ad un livello non inferiore al livello A2 del Quadro comune di riferimento europeo per la conoscenza delle lingue approvato dal Consiglio d'Europa

•  stranieri che hanno conseguito il diploma di scuola secondaria di primo o secondo grado presso un istituto scolastico appartenente al sistema italiano di istruzione o presso un Centro Territoriale Permanente per l’educazione degli adulti o che frequentano un corso di studi, il dottorato o un master universitario presso una Università italiana statale o non statale legalmente riconosciuta

•  stranieri entrati in Italia ai sensi dell'art. 27, comma 1, lettere a), c) d), e q), del Testo unico immigrazione che svolgono una delle attività indicate nelle disposizioni medesime:

-    dirigenti o personale altamente specializzato di società aventi sede o filiali in Italia ovvero di uffici di rappresentanza di società estere che abbiano la sede principale di attività nel territorio di uno Stato membro dell'Organizzazione mondiale del commercio, oppure dirigenti di sedi principali in Italia di società italiane o di società di altro Stato membro dell'Unione europea;

-    professori universitari destinati a svolgere in Italia un incarico accademico;

-    traduttori e interpreti;

-    giornalisti corrispondenti ufficialmente accreditati in Italia e dipendenti regolarmente retribuiti da organi di stampa quotidiani o periodici, oppure da emittenti radiofoniche o televisive straniere;

• stranieri che hanno ottenuto, nell'ambito dei crediti maturati per l'accordo di integrazione, il riconoscimento di un livello di conoscenza della lingua italiana non inferiore al livello A2 del Quadro comune di riferimento europeo per la conoscenza delle lingue.

Procedura e modalità di svolgimento del test

Il cittadino straniero extracomunitario che vuole effettuare il test di italiano deve inoltrare la richiesta per via telematica utilizzando l'apposita procedura informatizzata, collegandosi al sito del Ministero dell'Interno e compilando il modulo online.

Il sistema trasferisce le richieste alle Prefetture territorialmente competenti in base al domicilio dei richiedenti. Dell’organizzazione del test per i cittadini extracomunitari domiciliati in Valle d’Aosta si occupa lo Sportello Unico per l’Immigrazione sito ad Aosta in Corso Battaglione n. 16 (0165/274434)

Se la domanda risulta regolare, lo Sportello Unico per l’Immigrazione, entro 60 giorni dalla richiesta, convoca il richiedente per lo svolgimento del test di conoscenza della lingua italiana.

Il giorno del test, cittadino straniero extracomunitario deve presentarsi presso la sede indicata munito di documento di identificazione, permesso di soggiorno e lettera di convocazione. I test si svolgono presso il Centro territoriale permanente (CTP) per l’educazione degli adulti sito in Place Soldats de la neige n. 7 ad Aosta.

Il test si svolge con modalità informatiche/cartacee ed è strutturato sulla comprensione di brevi testi e sulla capacità di interazione.

Il test è superato se si ottiene un risultato pari almeno all’80% del punteggio complessivo.

Il risultato della prova è inserito a cura del personale dello Sportello Unico per l’Immigrazione nel sistema informativo del Dipartimento per le libertà civili e l'immigrazione del Ministero dell'interno.

In caso di esito negativo o di assenza ingiustificata, la prova può essere ripetuta presentando nuovamente la domanda telematica, ricollegandosi al sito https://nullaostalavoro.dlci.interno.it/, dopo 90 giorni dalla data dell'esame.

 

DOMANDE FREQUENTI

Vai alle domande frequenti

 

Spesa prevista per il cittadino

Nessuna spesa è prevista

Riferimenti normativi: 

Art. 9 D.Lgs 286/1998

D.M. 4 giugno 2010

A chi rivolgersi

Presidenza della Regione
Struttura organizzativa affari di prefettura
Dipartimento enti locali, segreteria della Giunta e affari di prefettura
Sportello Unico per l’Immigrazione
Piazza della Repubblica, 15 – 11100 AOSTA
Tel. 0165/274952 – Fax 0165/274959

Email prefettura.utg@regione.vda.it   PEC eell_prefettura_vvff_protciv@pec.regione.vda.it

Dirigente e responsabile del procedimento: Dott. Vitaliano Vitali
Responsabile dell’istruttoria. Sig.ra Rita Baggio

Orario di apertura al pubblico
Dal Lunedì al Venerdì dalle ore 9.00 alle ore 14.00

 



Torna su