Dipartimento politiche del lavoro e della formazione

Piazza della Repubblica, 15 - 11100 AOSTA
Telefono: 0165274976 - @: c.riccardi@regione.vda.it
Posta certificata: politiche_lavoro@pec.regione.vda.it
Posta istituzionale: politiche_lavoro@regione.vda.it
Coordinatore: Carla Stefania RICCARDI

  • attua tutte le forme di collaborazione interna all’Amministrazione al fine di garantire l’unitarietà e la coerenza dell’azione amministrativa;
  • cura i raccordi con i Ministeri, le istituzioni nazionali e internazionali, le organizzazioni e i soggetti esterni con riferimento alle competenze del dipartimento;
  • formula le proposte alla Giunta regionale al fine dell’elaborazione di programmi, direttive, progetti di legge o altri atti di competenza dell’Amministrazione;
  • garantisce l’attuazione dei programmi definiti dai competenti organi regionali e delle norme e disposizioni di riferimento per l’attività del dipartimento
  • coordina e, ove necessario, gestisce i procedimenti amministrativi nell’ambito del proprio dipartimento;
  • pianifica, programma, ove necessario gestisce, e monitora lo svolgimento delle attività, compresi i progetti specifici, ai fini del raggiungimento degli obiettivi del dipartimento;
  • programma, ove necessario gestisce, e monitora il corretto utilizzo delle risorse umane, finanziarie e strumentali al fine del corretto svolgimento delle attività del dipartimento;
  • sovrintende la gestione generale del dipartimento (segreteria, protocollo, contabilità, sistemi informativi, amministrazione del personale);
  • verifica il raggiungimento degli obiettivi e delle competenze ordinarie assegnate ai dirigenti del dipartimento;
  • è individuato, ai sensi del D.lgs. n. 81/2008, quale datore di lavoro del personale assegnato alle strutture dirigenziali di competenza e sottordinate;

 

  1. coordina la programmazione unitaria delle attività del Dipartimento in materia di politiche del lavoro, e di formazione professionale e di inclusione lavorativa, integrandola con la programmazione FSE e con gli altri strumenti programmatori nazionali e regionali, favorendo il raccordo con le altre strutture regionali che sovraintendono alle politiche settoriali;
  2. cura i rapporti esterni con gli organismi internazionali e nazionali e sovraintende a quelli di livello regionale con le organizzazioni sindacali dei lavoratori, dei datori di lavoro o di altri organi di rappresentanza o di singole imprese su argomenti collegati al lavoro e alla tutela e sostegno del lavoro, dell’occupazione e dell’inclusione;
  3. presiede l’Ufficio operativo e coordina l’attività del Comitato regionale di coordinamento in materia di sicurezza e salute sui luoghi di lavoro;
  4. gestisce, in collaborazione con l’Osservatorio economico e sociale e mediante apposita funzione, il monitoraggio e la valutazione dei dati del mercato del lavoro;
  5. cura la realizzazione degli interventi di sistema a supporto delle politiche del lavoro, svolgendo le opportune attività di concertazione con le parti sociali;
  6. coordina, avvalendosi delle strutture del Dipartimento, la predisposizione del Piano triennale di politiche del lavoro e ne monitora l’attuazione;
  7. programma e attua gli interventi di supporto all’autoimprenditorialità e alla creazione, sviluppo e crescita occupazionale delle imprese, in collaborazione con le strutture regionali competenti in materia di promozione del tessuto produttivo, di insediamenti produttivi, start-up, ecc;
  8. svolge le funzioni di Line Manager Eures;
  9. promuove l’attività in materia di mobilità geografica degli occupati e dei disoccupati;
  10. coordina l’attività del Consiglio per le politiche del lavoro di cui all’art.6 della legge regionale n. 7/2003;
  11. gestisce il personale dipendente dell’ex-direzione Agenzia regionale del lavoro con contratto di lavoro a tempo indeterminato di natura privatistica assegnato;
  12. gestisce le attività di competenza della Regione per favorire la tutela delle condizioni di lavoro, la risoluzione delle controversie di lavoro, il sostegno economico ai lavoratori a seguito di crisi aziendali o difficoltà occupazionali;
  13. cura le rilevazioni statistiche in materia di lavoro e di formazione ed effettua attività di analisi e valutazione dell’efficacia ed efficienza degli interventi di politica attiva;
  14. disciplina e gestisce l’accreditamento dei servizi al lavoro;
  15. cura e garantisce l’organizzazione e la gestione dei centri per l’impiego regionali e svolge tutte le funzioni di competenza regionale relative ai servizi per il lavoro previsti da norme nazionali e regionali;
  16. promuove ed attua tutti gli strumenti di politica attiva del lavoro nei confronti degli utenti dei centri per l’impiego, garantendo il rispetto dei livelli essenziali delle prestazioni (LEP) come previsti dalla normativa vigente;
  17. gestisce il raccordo tra la domanda e l’offerta di lavoro, prioritariamente sul mercato locale, attraverso un apposito servizio rivolto alle imprese del territorio;
  18. promuove il rafforzamento della rete dei servizi per l’impiego pubblici e privati assicurandone il coordinamento;
  19. collabora alla predisposizione del PO FSE;
  20. definisce e attua gli interventi di politica del lavoro previsti da PO FSE e dal Piano politiche del lavoro inerenti gli ambiti di competenza;
  21. collabora alla definizione del sistema regionale di certificazione delle competenze, nelle sue diverse componenti, così come definite dai LEP di cui al D .Lgs. 13/2013 e successivi decreti attuativi.




Torna su