Mediazione Interculturale

SERVIZIO DI MEDIAZIONE INTERCULTURALE NELL'AMBITO DEI SERVIZI SOCIO-SANITARI TERRITORIALI

La Regione autonoma Valle d'Aosta gestisce, tramite affido a cooperativa sociale, il servizio di mediazione interculturale per gli operatori socio-sanitari dei presidi territoriali e dei servizi facenti capo al Dipartimento Politiche sociali. 

Il servizio vuole permettere, tramite l'utilizzo del mediatore interculturale, di rendere più leggibili gli interventi dei servizi socio-sanitari a favore dei nuclei stranieri e di rendere agli stessi operatori più chiare le letture dei bisogni alla luce delle forti differenze culturali cui si agganciano.

 

Il servizio di mediazione interculturale ha tra i suoi obiettivi quelli di:

  • facilitare la comunicazione tra figure professionali e persone straniere;
  • fornire strumenti culturali e linguistici utili per un corretto passaggio di informazioni;
  • favorire la presa in carico delle persone straniere;
  • diminuire le incomprensioni dovute a mancanza di conoscenza di aspetti culturali che possono essere ostacolanti;
  • veicolare, nelle persone straniere, una corretta comprensione del ruolo e delle funzioni dei servizi socio-sanitari;
  • stimolare nelle persone straniere la frequenza dei servizi;
  • promuovere e sensibilizzare su tematiche legate all'immigrazione.

L'intervento è assicurato da mediatori interculturali con formazione specifica. Gli interventi di mediazione interculturale possono essere attivati solo da parte delle equipe socio-sanitarie o dagli operatori sociali o sanitari o dai funzionari del Dipartimento Politiche sociali, tramite l'invio di richiesta al Coordinatore del servizio.

 

NORMATIVA

  • Provvedimento dirigenziale n. 1006 in data 28 febbraio 2018 "Approvazione ai sendi dell'art. 32 del D.Lgs 50/2016, dell'aggiudicazione definitiva a La Sorgente s.c.s. del servizio di mediazione interculturale nell'ambito dei servizi socio-sanitari territoriali per un periodo di trentasei mesi (CIG 7184299F12). Impegno di spesa e riduzione della prenotazione di spesa"

La funzionaria di riferimento è Stefania Pellissier della Struttura Servizi alla persona, alla famiglia e politiche abitative sita a Saint-Christophe, Loc. La Maladière - Rue de La Maladière n. 12, al recapito telefonico 0165-527004 - e-mail: s.pellissier@regione.vda.it


 

Mediazione interculturale: certificazione delle competenze

La Giunta regionale, con propria deliberazione n. 2531 del 1° settembre 2006 ha approvato le nuove disposizioni regionali in materia di attività di mediazione interculturale che, in assenza di una normativa nazionale, regolano l'attività di mediazione interculturale nella nostra regione, ridefinendo il profilo professionale, lo standard di percorso formativo minimo e le modalità di iscrizione e di permanenza nell'elenco regionale aperto dei mediatori interculturali operanti in Valle d'Aosta, parzialmente modificata con deliberazione n. 1313 del 9 maggio 2008 che ha sostituito il capo III (elenco regionale dei mediatori interculturali operanti in Valle d'Aosta) dell'allegato alla DGR 2531/2006 recante nuove disposizioni regionali in materia di attività di mediazione interculturale e approvazione dello schema di procedimento di certificazione degli apprendimenti ai fini dell'iscrizione all'elenco stesso. Tali disposizioni sostituiscono la Direttiva regionale approvata con deliberazione della Giunta regionale n. 2671 del 22 luglio 2002.

Con provvedimento dirigenziale n. 4387 in data 29 luglio 2019 il Dipartimento Politiche del lavoro e della formazione ha approvato la revisione, ai sensi della deliberazione della Giunta regionale n. 396 in data 3 aprile 2018, dei profili professionali di: assistente personale, tata familiare, mediatore interculturale, referente dei servizi per anziani.

L'elenco regionale aperto è gestito dalla struttura regionale competente in tema di politiche migratorie: Ufficio integrazione sociale della Struttura Servizi alla persona e alla famiglia, Assessorato Sanità, salute e politiche sociali.

 

CONTATTI

La Dirigente della Struttura Servizi alla persona, alla famiglia e politiche abitative, dott.ssa Nadia Chenal, reperibile presso l'Assessorato Sanità, salute e politiche sociali, sito in Saint-Christophe, Loc. La Maladière - Rue de La Maladière n. 12, al recapito telefonico 0165/527000 – e-mail n.chenal@regione.vda.it

Il referente amministrativo è Mariella Vallet della Struttura Servizi alla persona, alla famiglia e politiche abitative sita a Saint-Christophe, Loc. La Maladière - Rue de La Maladière n. 12, al recapito telefonico 0165-527127 - e-mail: m.vallet@regione.vda.it

 

 



Torna su