VDA. 5.000GENOMI@VDA, BARMASSE: GENOMICA E RICERCA FUTURO MEDICINA

AD OGGI SEQUENZIATI I PRIMI MILLE GENOMI DI VALDOSTANI
13:20 - 19/01/2023 


(DIRE) Aosta, 19 gen. - "La genomica e la ricerca sono il futuro della nostra medicina". A dirlo Ŕ l'assessore alla SanitÓ della Regione Valle d'Aosta Roberto Barmasse durante il convegno "2029. Verso la societÓ del futuro con l'IA e la genomica", organizzato dalla Regione e dall'Istituto italiano di tecnologia che ha scelto la Valle d'Aosta come sede per il suo meeting annuale. L'incontro si Ŕ svolto nella tarda mattinata di oggi, a Palazzo regionale, ad Aosta. Proprio il capoluogo regionale Ŕ sede del centro di medicina personalizzata, preventiva e predittiva (Cmp3Vda), grazie al progetto 5.000genomi@Vda, finanziato con fondi europei, regionali e dei partner coinvolti. "Questo lavoro di ricerca non vuole essere fine a se stesso- spiega Barmasse- ma vuole avere delle ricadute dirette sull'attivitÓ clinica e sulla cura di alcune patologie oncologiche e neurodegenerative. L'obiettivo Ŕ far sý che il progetto non finisca ma si integri all'interno della nostra sanitÓ".

Per Massimo Uberti, direttore generale dell'Usl della Valle d'Aosta, "la nostra collocazione geografica richiede ancor pi¨ un forte collegamento con l'esterno e in particolare con chi fa ricerca". E ricorda che la ricerca genomica Ŕ fondamentale per la diagnosi precoce, la prevenzione e la messa a punto di terapie sempre pi¨ personalizzate. Gabriele Galatieri di Genola, presidente dell'istituto italiano di tecnologia, ha fatto un plauso al progetto: "╚ bello pensare che dallo studio delle persone di questa regione si possano individuare le ragioni di alcune malattie e trovare le cure ". Grazie al progetto, "al momento sono stati sequenziati i primi 1.000 genomi di valdostani", riferisce Stefano Gustincich, responsabile scientifico del progetto 5.000genomi@Vda.


Notizie del giorno



Torna su