Intervento 6.1.1: Aiuti all'avviamento di imprese per giovani agricoltori

L’intervento 6.1.1 prevede l’erogazione di un sostegno, nella forma di un premio di importo minimo pari a 35.000 euro, ai giovani agricoltori che si insediano per la prima volta in una azienda agricola, a capo di un’impresa individuale o di una società.

Il bando dell’annualità 2022 introduce alcune importanti novità. La prima riguarda l’aumento dell’importo massimo concesso per l’avvio di una nuova azienda in contesti identificati come “aree rurali particolarmente marginali”, che da 40.000 sale a 50.000 euro. Allo scopo di rendere più solidi gli insediamenti finanziati, è stata inoltre introdotta la richiesta di adeguate qualifiche e competenze professionali ai beneficiari: l’aver esercitato un’attività agricola per almeno 3 anni come coadiuvante familiare, lavoratore agricolo o titolare di azienda,  oppure l’aver conseguito un diploma di scuola superiore tecnica o di formazione professionale di indirizzo agrario, oppure l’aver ottenuto un titolo di studio di livello universitario in campo agrario, forestale o veterinario. Nel caso in cui il giovane non possegga queste qualifiche al momento della domanda, può comunque assolvere al requisito della competenza entro la data di presentazione del saldo della domanda di pagamento. Infine, rispetto alle passate annualità, il bando dell’intervento 6.1.1 è preliminare al successivo bando dell’intervento 4.1.2, che finanzia gli investimenti aziendali presentati dai giovani agricoltori i cui piani aziendali sono valutati positivamente.

 

Programma di sviluppo rurale 2014/22



Torna su