Compensi degli Amministratori

Questa sezione propone i dati ed una serie di elaborazioni relativi ai compensi erogati agli amministratori degli enti locali.

Fino all’anno 2001 i compensi agli amministratori erano disciplinati dalla l.r. 23 dicembre 1994, n. 78 (Indennità degli amministratori degli enti locali della Valle d'Aosta), mentre dal 2002 al 2015 la disciplina era contenuta nella l.r. 4 settembre 2001, n. 23 (Norme concernenti lo status degli amministratori locali della Valle d'Aosta. Abrogazione delle leggi regionali 18 maggio 1993, n. 35, 23 dicembre 1994, n. 78 e 19 maggio 1995, n. 17) che, quale base di calcolo per la determinazione delle indennità di funzione e dei gettoni di presenza degli amministratori locali, prevedeva, rispettivamente, l'indennità  e la diaria spettante ai consiglieri regionali.

A decorrere dalle elezioni generali comunali del 10 maggio 2015, i compensi sono determinati ai sensi della l.r. 30 marzo 2015, n. 4 (Nuove disposizioni in materia di indennità di funzione e gettoni di presenza degli amministratori dei Comuni e delle Unités des Communes valdôtaines della Valle d’Aosta) che stabilisce gli importi massimi dell’indennità di funzione, nonché l’importo della diaria dei Sindaci, suddivisi per fasce di Comuni, in base alla popolazione residente. Per tutte le altre cariche, le indennità di funzione ed i gettoni di presenza sono determinati nei limiti della misura percentuale stabilita dalla l.r. 4/2015, da calcolare sull’indennità attribuibile al Sindaco.

L'indennità di funzione è un emolumento omnicomprensivo erogato mensilmente agli amministratori locali in relazione all'incarico ricoperto.

La diaria, quale rimborso forfettario mensile delle spese di esercizio del mandato, spetta, a decorrere dall'entrata in vigore della l.r. 4/2015, alle cariche di Sindaco e di Presidente di Unité des Communes valdôtaines.

Il gettone di presenza spetta agli amministratori che non percepiscono l'indennità per la partecipazione ad ogni singola seduta dell'organo cui appartengono.

Le deliberazioni relative ai compensi agli amministratori sono adottate annualmente, contestualmente all'approvazione del bilancio di previsione, con votazione a maggioranza assoluta dei componenti degli organi assembleari degli enti.

In caso di rinnovo elettorale, gli organi assembleari possono rideterminare, in corso d'anno, le indennità e i gettoni, con decorrenza dall'insediamento dei nuovi amministratori.

Le tavole e le tabelle che seguono sono state redatte sulla base dei dati forniti dalle amministrazioni locali e riportano l'ammontare delle indennità e dei gettoni come deliberati dai relativi organi assembleari e non tengono conto di eventuali modifiche in corso d'anno.

20 settembre 2016 – nella sezione "Dati dal 2000 al 2015..." sono state aggiornate solo le tav. 1, 2 e 3.

dati DAL 2015 (POST ELEZIONI GENERALI DEL 10 MAGGIO 2015) AD OGGI
TAV. 1Tutti i Comuni (escluso Aosta)
DATI DAL 2000 AL 2015 (ante elezioni generali del 10 maggio 2015)
TAV. 1Indennità e gettoni di presenza degli amministratori comunali dall' anno 2000 (escluso Aosta)
TAB. 1Indennità e gettoni di presenza degli amministratori comunali - dati aggregati per fasce di percentuale
TAB. 2Indennità e gettoni di presenza degli amministratori comunali - dati aggregati per fasce demografiche
GRAF. 1Dinamica delle indennità degli amministratori comunali per fasce demografiche
TAV. 2Indennità e gettoni di presenza degli amministratori del Comune di Aosta dall'anno 2000
TAV. 3Indennità e gettoni di presenza degli amministratori delle Comunità montane dall'anno 2000
TAB. 3Indennità e gettoni di presenza degli amministratori delle Comunità montane - dati aggregati per fasce di percentuale
GRAF. 2Dinamica delle indennità degli amministratori delle Comunità montane
 



Torna su