Contributi mobilità sostenibile

IL PORTALE PER L'ANNO 2021 E' CHIUSO


Le domande potranno essere inoltrate ESCLUSIVAMENTE

tramite il portale dedicato DAL 01 GENNAIO 2022 AL 31 OTTOBRE 2022


CLICCANDO AL SEGUENTE LINK:

https://mobsost.regione.vda.it/mobsost/Login.jsp

 

 

Legge regionale 8 ottobre 2019, n. 16 - Testo vigente

 

 

  

Le domande devono essere presentate, pena l’irricevibilità, entro 120 giorni naturali e consecutivi: 
a)    dalla data di emissione della fattura, regolarmente quietanzata; 
b)  dalla data di sottoscrizione del contratto di leasing o di noleggio a lungo termine. 
  
Si evidenzia che la presentazione della domanda di contributo non costituisce l’acquisizione automatica del diritto alla concessione dello stesso, che viene riconosciuto previo esito positivo dell’istruttoria e in ragione della disponibilità finanziaria. 
  
L’avvenuto esaurimento delle risorse sarà comunicato tramite apposito avviso sulla presente pagina. 

Le domande devono essere presentate, pena l’irricevibilità, entro 120 giorni naturali e consecutivi: 

a)    dalla data di emissione della fattura, regolarmente quietanzata; 

b)  dalla data di sottoscrizione del contratto di leasing o di noleggio a lungo termine.   

Si evidenzia che la presentazione della domanda di contributo non costituisce l’acquisizione automatica del diritto alla concessione dello stesso, che viene riconosciuto previo esito positivo dell’istruttoria e in ragione della disponibilità finanziaria.   

L’avvenuto esaurimento delle risorse sarà comunicato tramite apposito avviso sulla presente pagina.  

Le fatture di acquisto devono risultare quietanzate, ai sensi dell’art. 1199 c.c., con le sole diciture "per quietanza" oppure "quietanzata".

La quietanza è una condizione necessaria ai fini della concessione del contributo, una fattura correttamente quietanzata assume valore probatorio; il venditore, pertanto, non ha più diritto a pretendere altro dalla controparte.

Si segnala, pertanto, che la dicitura “per quietanza s.b.f.”, salvo buon fine, non puo' quindi essere accettata.

 

 



 

___________________________________________________________________________________________________


Con deliberazione della Giunta regionale n. 1531 del 8 novembre 2019, modificata con la d.g.r. n. 69 del 01° febbraio 2021, la Giunta regionale ha approvato i criteri e le modalità per la concessione e l’erogazione dei contributi a fondo perduto di cui agli articoli 8, 9, 10 e 11 della L.R. 16/2019 .

Le domande possono essere presentate annualmente dal 01 gennaio al 31 ottobre.

 

DESTINATARI DEL CONTRIBUTO:

  1. soggetti privati, non esercenti attività economica.
    Il soggetto, persona fisica, deve aver maturato almeno due anni di residenza, anche non consecutivi, nel territorio regionale e dovrà risiedervi all’atto di presentazione della domanda. Dovrà inoltre avere un’età non inferiore ai 18 anni.
  2. soggetti privati, esercenti attività economica.
    Il soggetto deve operare in Valle d’Aosta, con proprie unità locali, all’atto di presentazione della domanda.

Inoltre, il beneficiario, ricevuto il contributo, non deve chiudere la partita IVA comunicata o cessare di operare in Valle d’Aosta nei tre anni successivi alla data di concessione del contributo, pena la revoca dello stesso.

  1. gli enti locali e le loro forme associative, gli enti pubblici non economici e gli enti strumentali della Regione.

 

OGGETTO DEL CONTRIBUTO:

  1. veicoli, nuovi di fabbrica o usati, a bassa emissione: veicoli che producono emissioni di CO2 non superiori a 70 grammi per chilometro rientranti in una delle tipologie riportate nella tabella 1 della DGR:
  2. veicoli a pedalata assistita: biciclette a pedalata assistita (epac – electic pedal assisted cycle);
  3. dispositivi per la mobilità personale a propulsione prevalentemente elettrica (hoverboard, segway, monopattini, monowheel) il cui importo minimo di spesa è pari a euro 250,00 (IVA esclusa);
  4. stazioni di ricarica domestica:

 

INIZIATIVE AMMISSIBILI:

  1. l'acquisto di veicoli a bassa emissione nuovi di fabbrica e immatricolati in Valle d'Aosta;
  2. l'acquisto di veicoli a bassa emissione usati, purché acquistati presso concessionarie;
  3. il leasing e il noleggio a lungo termine di veicoli a bassa emissione immatricolati sul territorio nazionale
  4. l’acquisto di veicoli a pedalata assistita nuovi di fabbrica;
  5. l’acquisto di veicoli per la mobilità elettrica nuovi di fabbrica;
  6. l’installazione di stazioni di ricarica domestiche nuove di fabbrica.

Nel caso di acquisto di un veicolo, qualora a richiedere il contributo sia un soggetto privato non esercente attività economica, il prezzo del veicolo medesimo, risultante dal listino ufficiale della casa automobilistica produttrice, non deve essere superiore a 60.000 euro, IVA esclusa.


MISURA DEL CONTRIBUTO:

La misura del contributo si differenzia in funzione del tipo di beneficiario e in relazione alla sussistenza o meno della rottamazione di un veicolo della medesima categoria omologato nelle categorie Euro 0, 1, 2, 3 e 4.

 

VEICOLI PER IL

TRASPORTO DI PERSONE

categoria M: veicoli a motore destinati al trasporto di persone ed aventi almeno quattro ruote;

categoria M1: veicoli con almeno 4 ruote destinati al trasporto di persone, aventi al massimo otto posti a sedere oltre al sedile del conducente

categoria M2: veicoli con almeno 4 ruote destinati al trasporto di persone, aventi più di otto posti a sedere oltre al sedile del conducente e massa massima non superiore a 5 t

categoria M3: veicoli con almeno 4 ruote destinati al trasporto di persone, aventi più di otto posti a sedere oltre al sedile del conducente e massa massima superiore a 5 t

VEICOLI PER IL

TRASPORTO DI MERCI

categoria N: veicoli a motore destinati al trasporto di merci, aventi almeno quattro ruote

categoria N1: veicoli con almeno 4 ruote destinati al trasporto di merci, aventi massa massima non superiore a 3,5 t

categoria N2: veicoli con almeno 4 ruote destinati al trasporto di merci, aventi massa massima superiore a 3,5 t ma non superiore a 12 t

categoria N3: veicoli con almeno 4 ruote destinati al trasporto di merci, aventi massa massima superiore a 12 t

VEICOLI A DUE, TRE O QUATTRO RUOTE

categorie L1e, L2e, L3e, L4e, L5e, L6e, L7e: purché a trazione esclusivamente elettrica.

Tabella 1: Categorie dei veicoli incentivabili.

 

1.1              Intensità dei contributi per il solo acquisto di veicoli delle categorie M e N di cui alla Tabella 1, il cui prezzo, risultante dal listino prezzi ufficiale della casa automobilistica produttrice, sia inferiore a 60.000,00 euro (IVA, messa su strada e imposta di trascrizione escluse) erogabili per soggetti privati non esercenti attività economica. Persone fisiche.

 

Limiti emissioni di CO2

Misura del contributo senza rottamazione

Misura del contributo con rottamazione

Veicoli nuovi di fabbrica

Non superiori a 20 g/km

pari al 25% della spesa sostenuta (IVA esclusa), nella misura massima di 5.000 euro.

La misura massima del contributo previsto senza rottamazione è maggiorato del:

-          20% se Euro 0;

-          15% se Euro 1;

-          10% se Euro 2;

-          5% se Euro 3 o 4

 

Superiori a 20 g/km e non superiori a 70 g/km

pari al 25% della spesa sostenuta (IVA esclusa), nella misura massima di 3.000 euro.

Veicoli usati

Non superiori a 20 g/km

pari al 15% della spesa sostenuta (IVA esclusa), nella misura massima di 3.000 euro.

Superiori a 20 g/km e non superiori a 70 g/km

pari al 15% della spesa sostenuta (IVA esclusa), nella misura massima di 2.000 euro.

Tabella 2

 

1.2              Intensità dei contributi per il solo acquisto di veicoli delle categorie M e N di cui alla tabella 1, erogabili per i soggetti privati esercenti attività economica non attinente al trasporto passeggeri.

 

Limiti emissioni di CO2

Misura del contributo senza rottamazione

Misura del contributo con rottamazione

Veicoli nuovi di fabbrica

Non superiori a 20 g/km

pari al 25% della spesa sostenuta (IVA esclusa), nella misura massima di 8.000 euro.

La misura massima del contributo previsto senza rottamazione è maggiorato del:

-          25% se Euro 0;

-          20% se Euro 1;

-          15% se Euro 2;

-          10% se Euro 3 o 4

 

 

Superiori a 20 g/km e non superiori a 70 g/km

pari al 25% della spesa sostenuta (IVA esclusa), nella misura massima di 5.000 euro.

Veicoli usati

Non superiori a 20 g/km

pari al 15% della spesa sostenuta (IVA esclusa), nella misura massima di 5.000 euro.

Superiori a 20 g/km e non superiori a 70 g/km

pari al 15% della spesa sostenuta (IVA esclusa), nella misura massima di 3.000 euro.

Tabella 3

 

1.3              Intensità dei contributi per il solo acquisto di veicoli delle categorie M e N di cui alla tabella 1, erogabili per i soggetti privati esercenti attività economica attinente al trasporto passeggeri.

 

Limiti emissioni di CO2

Misura del contributo senza rottamazione

Misura del contributo con rottamazione

Veicoli nuovi di fabbrica

Non superiori a 20 g/km

pari al 25% della spesa sostenuta (IVA esclusa), nella misura massima di 12.000 euro.

La misura massima del contributo previsto senza rottamazione è maggiorato del:

-          25% se Euro 0;

-          20% se Euro 1;

-          15% se Euro 2;

-          10% se Euro 3 o 4

 

Superiori a 20 g/km e non superiori a 70 g/km

pari al 25% della spesa sostenuta (IVA esclusa), nella misura massima di 7.000 euro.

Veicoli usati

Non superiori a 20 g/km

pari al 15% della spesa sostenuta (IVA esclusa), nella misura massima di 7.000 euro.

Superiori a 20 g/km e non superiori a 70 g/km

pari al 15% della spesa sostenuta (IVA esclusa), nella misura massima di 4.000 euro.

Tabella 4

 

1.4              Intensità dei contributi per il solo acquisto di veicoli delle categorie M e N di cui alla tabella 1, erogabili per gli enti locali e loro forme associative, gli enti pubblici non economici dipendenti dalla Regione e gli enti strumentali.

 

Limiti emissioni di CO2

Misura del contributo senza rottamazione

Misura del contributo con rottamazione

Veicoli nuovi di fabbrica

Non superiori a 20 g/km

pari al 50% della spesa sostenuta (IVA esclusa), nella misura massima di 12.000 euro.

La misura massima del contributo previsto senza rottamazione è maggiorato del:

-          25% se Euro 0;

-          20% se Euro 1;

-          15% se Euro 2;

-          10% se Euro 3 o 4

 

Superiori a 20 g/km e non superiori a 70 g/km

pari al 50% della spesa sostenuta (IVA esclusa), nella misura massima di 8.000 euro.

Veicoli usati

Non superiori a 20 g/km

pari al 25% della spesa sostenuta (IVA esclusa), nella misura massima di 8.000 euro.

Superiori a 20 g/km e non superiori a 70 g/km

pari al 25% della spesa sostenuta (IVA esclusa), nella misura massima di 5.000 euro.

Tabella 5

 

1.5              Intensità dei contributi per il solo acquisto di veicoli della categoria L di cui alla tabella 1, erogabili per i beneficiari di cui all’art. 7, comma 2 lettere a) e b)

 

Misura del contributo senza rottamazione

Misura del contributo con rottamazione

Veicoli nuovi di fabbrica

pari al 25% della spesa sostenuta (IVA esclusa), nella misura massima di 2.500 euro.

La misura massima del contributo previsto senza rottamazione è maggiorato del:

-          20% se Euro 0;

-          15% se Euro 1;

-          10% se Euro 2;

 

Veicoli usati

pari al 25% della spesa sostenuta (IVA esclusa), nella misura massima di 1.000 euro.

Tabella 6

 

1.6              Intensità dei contributi per il leasing e il noleggio a lungo termine di veicoli delle categorie M, N e L di cui alla tabella 1, erogabili per i beneficiari di cui all’art. 7, comma 2 lettere a) e b).

Limiti emissioni di CO2

Misura del contributo

Non superiori a 20 g/km

pari al 35% del valore contrattuale (IVA esclusa), dei primi tre anni del contratto, calcolato sulla base dell’importo del canone mensile definito all’atto della sottoscrizione del contratto, ad esclusione di eventuali anticipi, nella misura massima di 5.000 euro. Eventuali variazioni in aumento della rata inizialmente definita non dà diritto ad aumenti di importo di contributo.

Superiori a 20 g/km e non superiori a 70 g/km

pari al 35% del valore contrattuale (IVA esclusa), dei primi tre anni del contratto, calcolato sulla base dell’importo del canone mensile definito all’atto della sottoscrizione del contratto, ad esclusione di eventuali anticipi, nella misura massima di 4.000 euro. Eventuali variazioni in aumento della rata inizialmente definita non dà diritto ad aumenti di importo di contributo.

Tabella 7

 

1.7              Intensità dei contributi per il solo acquisto di veicoli NUOVI a pedalata assistita, per la micromobilità elettrica e per l’installazione di stazioni di ricarica domestiche, erogabili per i beneficiari di cui all’art. 7, comma 2 lettera a).

Tipologia del bene

Misura del contributo

Veicolo a pedalata assistita: bicicletta a pedalata assistita (epac: electric pedal assisted cycle), come definita dall’art. 50 del decreto legislativo 30/4/1992, n. 285 (Nuovo codice della strada)

pari al 50% della spesa sostenuta (IVA esclusa), nella misura massima di 700 euro.

Dispositivi per la micromobilità elettrica (hoverboard, segway, monopattini, monowheel), con caratteristiche tecniche conformi al decreto del Ministero delle infrastrutture e dei trasporti del 04/06/2019 (sperimentazione della circolazione su strada di dispositivi per la micromobilità elettrica)[1]

pari al 50% della spesa sostenuta (IVA esclusa), nella misura massima di 300 euro.

Stazioni di ricarica domestiche per veicoli elettrici.

(wallbox, colonnina o similari)

pari al 50% della spesa sostenuta (IVA esclusa), nella misura massima di 1.000 euro.

Tabella 8

 



 

[1]DM 4/6/2019 –Art. 2: omissis… I dispositivi non auto-bilanciati (monopattini), sono dotati di motore elettrico avente potenza nominale massima non superiore a 500W e di segnalatore acustico.

4. Il dispositivo auto-bilanciato del tipo segway deve essere dotato di segnalatore acustico.

5. omissis

6. I dispositivi non possono essere dotati di posto a sedere per l'utilizzatore e sono destinati ad essere utilizzati da quest'ultimo con postura in piedi.

7. I dispositivi in grado di sviluppare velocità superiori a 20km/h, al fine di poter essere utilizzati nell'ambito della sperimentazione di cui all'art. 1, devono essere dotati di regolatore di velocità, configurabile in funzione  di detto limite. In ogni caso, per poter essere utilizzati su aree pedonali, tutti i dispositivi devono essere dotati di regolatore di velocità, configurabile altresì in funzione di una velocità non superiore a 6 km/h.

8. I dispositivi devono riportare la relativa marcatura CE prevista dalla direttiva n. 2006/42/CE.

 

IMPOSTA DI BOLLO

La domanda deve essere presentata in competente bollo, pena l’irricevibilità della stessa, eventualmente assolto in modo virtuale. L’assolvimento in modo virtuale del bollo può avvenire direttamente dal sito web della Regione, tramite la Piattaforma regionale dei pagamenti, accedendo direttamente al link https://it.riscossione.regione.vda.it , ovvero tramite il relativo link presente sul web/mobile della Regione Autonoma della Valle d’Aosta https://www.regione.vda.it.  La causale da indicare è la seguente: “Contributo l.r.16/2019 – nome e cognome”.

Come pagare l'imposta di bollo

 

Le domande possono essere presentate dal 1 gennaio al 31 ottobre di ogni anno presso il Dipartimento trasporti e mobilità sostenibile, ESCLUSIVAMENTE secondo una delle seguenti modalità:
 

 

 

DAL 04 SETTEMBRE 2021 

 

le domande potranno essere inoltrate ESCLUSIVAMENTE tramite il portale dedicato


Le domande devono essere presentate, pena l’irricevibilità, entro 120 giorni naturali e consecutivi:

a)      dalla data di emissione della fattura, regolarmente quietanzata;

b)   dalla data di sottoscrizione del contratto di leasing o di noleggio a lungo termine.

 

Si evidenzia che la presentazione della domanda di contributo non costituisce l’acquisizione automatica del diritto alla concessione dello stesso, che viene riconosciuto previo esito positivo dell’istruttoria e in ragione della disponibilità finanziaria.

 

L’avvenuto esaurimento delle risorse sarà comunicato tramite apposito avviso sulla presente pagina.

 

 

Comunicazione ai sensi dell'art. 13 comma 3 della l.r. 19/2007 e della l. 241/1990 art. 8 comma 3:


Organo competente all’adozione del provvedimento finale

Il Coordinatore del Dipartimento trasporti e mobilità sostenibile

Oggetto del procedimento

Concessione di un contributo di cui al Capo III della l.r. 16/2019 e alla d.G.r. 1531/2019

Struttura regionale di riferimento

Dipartimento trasporti e mobilità sostenibile

Responsabile del procedimento

Ing. Antonio Pollano

Responsabile dell’istruttoria

Responsabile dell’istruttoria

Dott.ssa Carlotta Bottazzi

Anna Manzoni

Data di presentazione della domanda

- per le istanze pervenute tramite pec, la data di presentazione coincide con la data di ricezione della pec da parte della struttura regionale di riferimento;

- per le istanze presentate allo sportello, la data di presentazione coincide con la data di presentazione della domanda alla struttura regionale di riferimento;

- per le istanze trasmesse tramite R/R, la data di presentazione coindice con la data di ricezione della R/R da parte della struttura regionale di riferimento

Termine per la conclusione del procedimento amministrativo

120 giorni dalla data di presentazione della domanda

(fatte salve eventuali sospensioni ai sensi della l.r. 19/2007)

Rimedi esperibili in caso di inerzia della Struttura competente

Ricorso al Tribunale Amministrativo Regionale della Valle d’Aosta oppure ricorso straordinario al Capo dello Stato

Ufficio presso il quale è possibile prendere visione degli atti del procedimento

Dipartimento trasporti e mobilità sostenibile, sito in Pollein, loc. Autoporto n. 32, previo appuntamento.

 

e ai sensi dell'art.14bis della l.r. 19/2007 si comunica che la partecipazione al procedimento amministrativo può avvenire in via telematica, con le modalità di cui all'articolo 65 del d.lgs. 82/2005.

 

CONTATTI

 

Per informazioni:

Assessorato Ambiente, trasporti e mobilità sostenibile 
Dipartimento trasporti e mobilità sostenibile
Loc. Autoporto n. 32 - 11020 Pollein
Tel. +39 0165 - 52.7683 - 52.7693


Orario apertura sportelli:

lunedì 9.00- 12.00
martedì 9.00- 12.00
mercoledì 9.00 - 12.00
giovedì 9.00 - 12.00
venerdì 9.00 - 12.00
 

Trasporti



Torna su