Rimborsi

Gli aventi titolo possono chiedere la restituzione di quanto indebitamente o erroneamente pagato entro il termine di decadenza di due anni, decorrente dal giorno del pagamento ovvero, se posteriore, dal giorno in cui si Ť verificato il presupposto per la restituzione, presentando apposita istanza alla struttura regionale competente in materia di tributi.

L'istanza di rimborso, redatta in carta libera, deve essere inoltrata, a mezzo lettera o pec, al seguente indirizzo:
Regione Autonoma Valle D'Aosta
Struttura finanze e tributi
Ufficio tributi regionali e tasse automobilistiche
Via Carrel, 39 - 11100 Aosta
Pec: bilancio@pec.regione.vda.it preferibilmente con apposizione di firma digitale. In assenza di firma digitale, l'istanza puÚ essere recepita solo se trasmessa tramite file in un formato non modificabile e allegando copia di un documento di risconoscimento.

L'istanza di rimborso, redatta in carta libera, deve essere inoltrata, a mezzo lettera o pec, al seguente indirizzo:
Regione Autonoma Valle D'Aosta
Struttura finanze e tributi
Ufficio tributi regionali e tasse automobilistiche
Via Carrel, 39 - 11100 Aosta

Pec: bilancio@pec.regione.vda.it preferibilmente con apposizione di firma digitale. In assenza di firma digitale, l'istanza puÚ essere recepita solo se trasmessa tramite file in un formato non modificabile e allegando copia di un documento di risconoscimento.

In alternativa, il soggetto che ha indebitamente o erroneamente pagato il tributo puÚ, entro il mese successivo alla scadenza del trimestre solare seguente e previa tempestiva comunicazione all'ufficio tributi, operare la compensazione, anche parziale, tra le somme indebitamente o erroneamente versate e quelle da versare quale tributo per il trimestre solare trascorso. La compensazione Ť possibile solo per i versamenti che si riferiscono alla medesima dichiarazione annuale.
L'utilizzo in compensazione di crediti inesistenti sarŗ sanzionato.


Riferimenti normativi/amministrativi:

 



Torna su