Dl Covid: centrodestra diviso su ripresa Messe

13:26 - 06/05/2020 


(ANSA) - ROMA, 6 MAG - Centrodestra diviso, tra Forza Italia da una parte e Lega e Fdi dall'altra, sugli emendamenti al dl Covid per la ripresa delle Messe.

Forza Italia aveva presentato due emendamenti, uno a prima firma di Maria Stella Gelmini per la ripresa immediata delle Messe con obbligo per i parroci di assicurare le misure di sicurezza, ed un secondo a prima firma di Roberto Occhiuto, che la subordinava alla sottoscrizione di un protocollo sanitario tra Governo e Cei che indichi le misure di sicurezza per celebrare le cerimonie religiose. Questo secondo emendamento era simile a due dello stesso tenore presentati da Stefano Ceccanti (Pd) e Vito De Filippo (Iv); il governo ha accolto tutti e tre con una loro piccola riformulazione lessicale, chiedendo a Fi di ritirare quindi l'emendamento di Gelmini. La capogruppo ha accolto la richiesta.

Dal loro canto Lega e Fdi hanno presentato degli emendamenti per l'immediata ripresa delle Messe: quello della Lega, a prima firma di Alessandro Pagano, non poneva condizioni, mentre quello di Fdi, a prima firma di Giorgia Meloni, riversava sui parroci l'obbligo di garantire la sicurezza. Dopo un lungo e appassionato dibattito questi due emendamenti sono stati respinti.

Al momento di votare gli identici emendamenti di Ceccanti, Occhiuto e De Filippo, Forza ITalia ha votato a favore con la maggioranza, mentre Lega e Fdi si sono astenuti spiegando di non considerarsi soddisfatti perchÚ non viene indicata una data certa per la ripresa delle celebrazioni liturgiche. (ANSA).


Notizie del giorno



Torna su