Piani, programmi e attività in corso

La normativa di riferimento in materia di gestione e tutela delle risorse idriche prevede che sia approvato a livello di distretto idrografico un piano di bacino distrettuale che si articola almeno in due piani stralcio: il Piano per l'Assetto idrogeologico (PAI) e il Piano di gestione del distretto idrografico. Al Piano di gestione di distretto si collegano il Piano di tutela delle acque e i piani relativi al servizio idrico integrato.

 

Per la Regione Valle d'Aosta il Piano di gestione di distretto di riferimento è quello del distretto idrografico del fiume Po approvato dal Comitato istituzionale dell'Autorità di bacino del fiume Po con la deliberazione n. 1/2010 del 24 febbraio 2010. Esso è lo strumento conoscitivo, normativo e tecnico – operativo mediante il quale sono pianificate e programmate le misure finalizzate a garantire nel distretto idrografico del fiume Po la corretta utilizzazione delle acque e il perseguimento degli scopi e degli obiettivi ambientali stabiliti dagli articoli 1 e 4 della Direttiva 2000/60/CE.

 

Con la deliberazione del Consiglio regionale della Valle d'Aosta n. 1788/XII dell'8 febbraio 2006 è stato approvato il Piano regionale di tutela delle acque ai sensi dell'art. 44 del decreto legislativo n. 152/1999 e successive modificazioni ed integrazioni nel quale sono individuati gli obiettivi di qualità ambientale e per specifica destinazione dei corpi idrici e gli interventi volti a garantire il loro raggiungimento o mantenimento, nonché le misure di tutela qualitative e quantitative tra loro integrate e coordinate per bacino idrografico.

 

Ai sensi della legge regionale n. 8 settembre 1999, n. 27: “Disciplina dell'organizzazione del servizio idrico integrato” i Comuni, associati in sottoambiti territoriali ottimali, hanno avviato la riorganizzazione dei servizi idrici, coordinati dal Consorzio dei Comuni della Valle d'Aosta ricadenti nel Bacino imbrifero montano della Dora Baltea (BIM), in qualità di Autorità d'ambito dell'ambito territoriale ottimale unico della Valle d'Aosta, e la redazione dei piani di sottoambito.

 

Ai sensi della legge regionale 18 aprile 2008, n. 13 recante: “Disposizioni per l'avvio del servizio idrico integrato e il finanziamento di un programma pluriennale di interventi nel settore dei servizi idrici”è stato approvato con la deliberazione della Giunta regionale n. 3586 del 4 dicembre 2009 il Programma pluriennale degli interventi di cui all'art. 3 della stessa legge regionale.

 



Torna su