Bando povertà 2020-2022

Il Dipartimento politiche sociali dell’Assessorato sanità, salute e politiche sociali, con deliberazione della Giunta regionale n. 1598 in data 22 novembre 2019, ha approvato un avviso pubblico di finanziamento per progetti destinati a persone che versano in situazione di povertà ed esclusione sociale, ai sensi dell’art. 12 della l. 241/1990 e dell’art. 17 della l.r. 23/2010, per un importo complessivo pari ad euro 450.000,00 per il triennio 2020/2022.

Riferimento fondamentale per la definizione dei progetti sono le “Linee di indirizzo per il contrasto alla grave emarginazione adulta in Italia”, approvate in Conferenza unificata in data 5 novembre 2015, a cui si rimanda.

I progetti devono avere quale obiettivo l’avvio, l’ampliamento o l’innovazione di centri e servizi, operanti nel territorio regionale, di pronta accoglienza e per l’accompagnamento e il reinserimento sociale e possono essere presentati da enti locali della Valle d’Aosta e da organizzazioni di volontariato o altre organizzazioni non lucrative di utilità sociale aventi una sede operativa stabile nel territorio regionale e che siano iscritti, nella fase transitoria per l’operatività del Registro unico nazionale del Terzo settore (RUNTS), ai sensi del Codice del Terzo settore, da almeno 6 mesi agli albi o registri di riferimento prescritti da disposizioni di leggi nazionali o regionali.

Ciascun progetto deve presentare la descrizione dei seguenti punti quali criteri di valutazione:
   a) obiettivi, attività e interventi proposti (tra i quali necessariamente un servizio di dormitorio pubblico) e dettaglio dei costi (suddiviso per voci di spesa) per la loro realizzazione;
   b) come il progetto si coordina con altri servizi/interventi/iniziative di contrasto alla povertà, a titolarità pubblica e/o  privata attivi sul territorio regionale;
   c) insieme dei soggetti pubblici e privati che partecipano all’attuazione del progetto, definendo il loro ruolo all’interno dello stesso;
   d) indicazione del personale, sia lavoratore dipendente, sia volontario, impiegato nel progetto proposto e, per ciascun soggetto dipendente, la descrizione della mansione assegnata, il numero di ore mensili dedicate al progetto e il costo orario;
   e) cofinanziamento da parte del soggetto proponente e/o degli altri soggetti coinvolti, che può essere rappresentato sia da risorse finanziarie, sia da risorse di altro tipo (materiali, professionali, strutturali, …);

Nell’ambito della valutazione dei progetti presentati, ai fini della loro ammissione a finanziamento da parte di apposita Commissione, saranno considerati criteri preferenziali:
   a) la conoscenza del fenomeno della povertà ed esclusione sociale in Valle d’Aosta da parte del soggetto proponente;
   b) l’esperienza del soggetto proponente, il suo ruolo nella rete dei servizi sociali e le collaborazioni instaurate con gli altri soggetti del territorio valdostano, con particolare riguardo alle situazioni di difficoltà socio-economica;
   c) oltre al dormitorio pubblico, la realizzazione nell’ambito del progetto di ulteriori servizi o interventi rivolti a persone in situazione di esclusione sociale o a grave rischio di emarginazione (per esempio, mensa pubblica, orientamento e accompagnamento, …).

I progetti dovranno necessariamente presentare i seguenti punti, pena la non ammissione alla fase di valutazione:

  • la descrizione dei requisiti richiesti;
  • il costo complessivo del progetto, suddiviso per voci di spesa;
  • l’indicazione del personale, sia lavoratore dipendente, sia volontario, impiegato nel progetto proposto e, per ciascun soggetto dipendente, la descrizione della mansione assegnata, il numero di ore mensili dedicate al progetto e il costo orario;
  • l’entità del finanziamento richiesto alla Regione e l’entità di ulteriori cofinanziamenti individuati dall’ente proponente.

I soggetti interessati devono presentare il modulo di candidatura sotto riportato compilato in ogni sua parte e corredato dalla documentazione richiesta (documento d’identità in corso di validità del legale rappresentante dell’ente, dichiarazione attestante il possesso dei requisiti di moralità professionale, statuto/atto costitutivo/atto fondante dell’ente, curriculum dell’ente) e il progetto che intendono realizzare, facendo pervenire tutto entro le ore 12.00 di martedì 3 dicembre 2019 secondo una delle seguenti modalità:

  • consegnando la documentazione a mano all’ufficio competente del Dipartimento politiche sociali dell’Assessorato sanità, salute e politiche sociali, sito in loc. La Maladière, 12 a Saint-Christophe (AO);
  • trasmettendo la documentazione via PEC all’indirizzo politiche_sociali@pec.regione.vda.it alla c.a. della dott.ssa Scaglia Patrizia.

Ulteriori informazioni possono essere richieste al Dipartimento politiche sociali (dott.ssa Elisa Bredy tel. 0165 527133 –el.bredy@regione.vda.it ).

 



Torna su