COMUNI: AOSTA; PDL ACCUSA, CONFLITTI DI INTERESSE NEL PD

20:19 - 27/11/2009 


(ANSA) - AOSTA, 27 NOV - "E questa sarebbe la sinistra moderna?". Il Popolo delle LibertÓ valdostano va all'attacco del Pd e prima critica il vice sindaco di Aosta, Marino Guglielminotti Gaiet per le polemiche sorte in Consiglio comunale tra lui e il presidente dell'assemblea Renato Favre ("Si assuma le sue responsabilitÓ, non si pu˛ usare quella terminologia in un'aula istituzionale"), poi denuncia "una serie di fatti che sono criticabili perlomeno sotto il profilo dell'opportunitÓ politica".

Durante una conferenza stampa organizzata questa sera, i consiglieri regionali Massimo Lattanzi, Alberto Zucchi e Cleto Benin, il capogruppo in Comune Ettore Vierin e il coordinatore Giorgio Bongiorno hanno criticato "fatti che devono far pensare: com'Ú possibile, ad esempio, che il presidente della commissione sul Territorio Alder Tonino firmi progetti, come quello relativo ai 50 alloggi nell'ex area Cogne, che passano in Consiglio? Come si spiega che il progetto per la pista ciclabile del Montfleury sia firmato da un ingegnere che Ŕ figlio di Vanni Florio, membro della Commissione edilizia comunale? Senza contare che lo stesso presidente della Commissione, Serafino Pallu, sia autore di diverse opere recenti? Secondo noi si tratta di palesi conflitti di interesse".

Ettore Vierin, che sulla pista ciclabile aveva sollevato la questione giÓ durante l'ultima riunione del Consiglio comunale puntualizza: "Non si capisce, se tutto va bene, per quale motivo il sindaco Guido Grimod abbia deciso di ritirare la delibera". I rappresentanti del Pdl hanno concluso: "E' urgente che le cose, ad Aosta, cambino. Ribadiamo il nostro messaggio: noi siamo disponibili per un progetto nuovo, all'insegna della discontinuitÓ". (ANSA).


Notizie del giorno



Torna su