Chiamate pubbliche

 

Le " Chiamate pubbliche " sono offerte di lavoro provenienti dalle Pubbliche amministrazioni o da enti ad esse equiparati. 

A causa del contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da Covid-19 le chiamate pubbliche si effettuano in modalità telematica.


Trova qui l'elenco delle chiamate pubbliche 

 

 

Chi può partecipare alle chiamate pubbliche?
Possono partecipare le persone disoccupate, inoccupate o occupate ai sensi delle vigenti normative e devono rispondere alle seguenti condizioni:
  • avere un'età minima di 18 anni;
  • essere in possesso dei requisiti per l'accesso ai pubblici impieghi;
  • essere cittadini italiani oppure di uno degli Stati membri dell’Unione Europea o familiare di un cittadino italiano o di uno degli Stati membri dell’Unione Europea, non avente la cittadinanza di uno Stato membro, titolare del diritto di soggiorno o del diritto di soggiorno permanente oppure cittadino di Paesi terzi titolare del permesso di soggiorno CE per soggiornanti di lungo periodo o titolare dello status di rifugiato ovvero dello status di protezione sussidiaria, fatte salve le limitazioni previste dall’art. 38 del D.Lgs 165/2001;
  • possedere i requisiti previsti nella richiesta di avviamento a selezione formulata dall’Ente.

Requisiti per l'accesso
  • idoneità fisica, accertata dall'ente, nei casi espressamente previsti dalla normativa vigente;
  • conoscenza delle lingue italiana e francese;
  • non essere esclusi dall'elettorato politico attivo;
  • essere in posizione regolare nei riguardi dell'obbligo di leva per i soli cittadini italiani soggetti a tale obbligo;
  • non essere stati destituiti o dispensati ovvero licenziati per motivi disciplinari dall'impiego presso una pubblica amministrazione;
  • non aver riportato condanne penali o provvedimenti di prevenzione o altre misure che escludono, secondo la normativa vigente, la costituzione di un rapporto di impiego con una pubblica amministrazione;
  • essere in possesso di titolo di studio ed eventuali abilitazioni o requisiti professionali speciali stabiliti, di volta in volta, nel bando relativo alla procedura selettiva.
Come candidarsi?
La domanda di adesione alla chiamata pubblica deve essere inviata telematicamente, tramite il portale regionale sol.regione.vda.it, accessibile principalmente da computer e secondariamente da cellulare smartphone, compilando e inviando il modulo on-line, che costituisce autodichiarazione ai sensi degli artt. 46 e 47 D.P.R. n. 445/2000, nei termini previsti nella pubblicazione della chiamata.

E' possibile candidarsi a più chiamate pubbliche?

Si, è possibile candidarsi per chiamate pubbliche in Centri per l'Impiego diversi se si possiedono i requisiti, indicando un ordine di preferenza

 

Come viene formulata la graduatoria?

La delibera regionale n. 685 del 27 marzo 2020 e s.m.i. prevedono di formulare la graduatoria nel modo seguente:

  • ordine in base al punteggio maggiore
  • punteggio iniziale 100
  • si sottrae 1 punto ogni 1.000,00 euro dato Isee (Indicatore della Situazione Economica Equivalente) fino a un massimo di 25 punti
  • si sottraggono 25 punti:
    • se privo di ISEE
    • se privo di DSU
    • in possesso di una DSU oppure di un’attestazione ISEE non conforme ai requisiti di cui all’art. 5 le quali, nel termine di 12 giorni dalla data della chiamata, non siano rettificate e risultino quali Attestazioni Isee prive di omissioni e difformità
  • si aggiungono a coloro che hanno lo status di “disoccupato – inoccupato – precario” il giorno antecedente la data della pubblicazione dell’offerta di lavoro in base ai mesi di iscrizione:
    • 2 punti: da 1 a 6 mesi
    • 4 punti: da 6 mesi e 1 giorno a 12 mesi
    • 6 punti: da 12 mesi e un giorno in poi
  • si aggiungono in base all’età anagrafica
    • 2 punti: dai 30 ai 39 anni compiuti
    • 4 punti: dai 40 ai 49 anni compiuti
    • 6 punti: dai 50 anni compiuti in poi
A parità di punteggio prevale il candidato con maggior numero di figli presenti nell’Isee; in caso di ulteriore parità prevale la persona più anziana. Assegnati i suddetti punteggi, la graduatoria verrà ordinata secondo i seguenti criteri:
  1. qualificati disoccupati o inoccupati
  2. qualificati in sospensione di anzianità
  3. non qualificati disoccupati o inoccupati
  4. non qualificati in sospensione di anzianità
  5. qualificati occupati
  6. non qualificati occupati
 I familiari di lavoratrici o di lavoratori deceduti a causa di incidente sul lavoro (L.R. 21/2009) hanno:
  • diritto di precedenza in graduatoria se disoccupati
  • diritto ad un punteggio aggiuntivo di 10 punti se occupati
Dopo la pubblicazione della graduatoria:

Il Centro per l’Impiego comunica all’Ente richiedente i nominativi dei titolari in base all'ordine di graduatoria ed al numero di posti da ricoprire e, a seguire, in ordine decrescente, altrettanti nominativi in qualità di riserve. L’Ente contatta i candidati e provvede all'eventuale convocazione per la prova di accertamento linguistico e per le eventuali prove di idoneità.

 

I soggetti avviati a selezione (titolari e riserve) possono partecipare ad altre chiamate pubbliche?

Il soggetto avviato a selezione in qualità di titolare, non puo' partecipare a successive chiamate pubbliche fino a quando non gli sia stato comunicato l'esito della selezione relativa alla chiamata pubblica precedente. Il soggetto avviato a selezione pubblica come riserva è consentita la partecipazione a chiamate pubbliche successive.

 

I soggetti avviati a selezione (titolari e riserve): obblighi e eventuali sanzioni

I soggetti titolari e riserve che non superano la prova di accertamento linguistico o di idoneità non possono dare l'adesione al altre chiamate pubbliche per la stessa categoria e posizione, trascorso un periodo di mesi 3 decorrenti dalla data dell’ultimo giorno utile per l’invio del modulo di adesione, se nella nuova richiesta dell'ente è prevista prova analoga a quella non superata. I soggetti titolari e riserve che, in assenza di giustificato motivo, non si presentano alle prove di accertamento linguistico e di idoneità, rinunciano all’assunzione o si dimettano entro 2 mesi senza giustificato motivo:

  • non possono partecipare a successive chiamate pubbliche per 6 mesi
  • perdono lo stato di disoccupazione e possono reiscriversi al centro per l’impiego nei termini previsti dalla normativa vigente

 

Procedura online per l'adesione alla chiamata pubblica

Fase 1. Accesso o registrazione

Accedendo alla pagina per l’adesione alla chiamata pubblica (sol.regione.vda.it) sarà richiesto l’accesso tramite:

  • Identità digitale (Spid) o tessera sanitaria e codici (TS/CNS);
  • Username che corrisponde al codice fiscale e password , validi solo per l’accesso successivo alla registrazione.

 

Al primo accesso quindi, se non si dispone di Spid o TS/CNS, sarà necessario registrarsi Nella registrazione occorrerà prestare molta attenzione alla mail che si inserisce, in quanto la username e la password di accesso saranno inviati SOLO ED ESCLUSIVAMENTE via mail all’indirizzo mail specificato. Si consiglia di non perdere la password (ad esempio non cancellando la mail) in quanto non sarà possibile recuperarla oppure si consiglia di accedere alla funzione CAMBIO PASSWORD, annotandosi la nuova password inserita.

Verrà inoltre richiesto di allegare un documento d’identità valido, in formato pdf, docx, odt o jpg, del peso massimo di 1 MB. Per consigli su come ridurre il peso del documento, come fotografarlo o come verificare il proprio indirizzo mail sono disponibili dei brevi tutorial in questa pagina.

Fase 2. Compilazione modulo

Cliccando sul pulsante “Aderisci ad una chiamata pubblica” sarà possibile selezionare la chiamata pubblica per la quale si vuole presentare l’adesione.

Cliccando sulla freccia a destra della chiamata pubblica individuata si aprirà la pagina da compilare per l’adesione.

Per eventuali dubbi sulla compilazione è possibile consultare il video di istruzioni presente in questa pagina.

Oltre ai dati personali verranno richieste le seguenti informazioni:

  • Il titolo di studio, l’Istituto e l’anno nel quale è stato conseguito;
  • Se si è iscritti presso un Centro per l’Impiego l’indicazione della data di iscrizione a tale Centro. Se non si dispone di questa informazione è possibile reperirla su:
    1. il portale “Lavoro x te” 
    2. contattando il proprio Centro per l’Impiego;
  •  

  • Attestazione ISEE in corso di validità (controllare la scadenza): data di rilascio dell’ISEE, importo in € e numero figli. Nel caso in cui non si possieda l’ISEE in corso di validità o nel caso in cui l’ISEE non fosse conforme (per capire se l’ISEE è conforme oppure no consulta il video tutorial) è possibile inserire i dati della D.S.U. In questo caso è necessario inserire il numero della D.S.U., la data di presentazione e il numero di figli. Per capire dove reperire queste informazioni è possibile consultare il video di istruzioni dedicato.

 

Fase 3. Salvataggio e invio

A questo punto si può SALVARE la pratica, per poterla ricontrollare o modificare in un secondo momento. Visto che la graduatoria non viene creata in base all’ordine di arrivo delle richieste, è consigliabile controllare bene i dati inseriti prima di inviarli. E’ possibile STAMPARE, così da avere più comodo rivederla, e poi salvare. Si può infine INVIARE. Una volta inviata la pratica non è più modificabile. Finché la pratica non viene INVIATA l’adesione non viene presa in carico.

 

 

Normativa di riferimento 



Torna su