Progetti di inclusione attiva (PIA)

 

I Progetti di Inclusione Attiva (PIA) sono uno strumento di politica attiva per sostenere l’inserimento lavorativo e il riavvicinamento al mercato del lavoro ordinario delle persone gravemente a rischio di esclusione sociale e lavorativa. Sono promossi dalle Unités des Communes Valdôtaines e dal Comune di Aosta.
I destinatari di questa misura devono essere iscritti ai Centri per l'Impiego e rientrare in una delle seguenti tipologie:
- disoccupati di lunga durata, da oltre 12 mesi, di età superiore a 32 anni
- donne assenti dal mercato del lavoro da oltre 24 mesi
- persone che hanno compiuto 58 anni di età
- persone in cerca di occupazione riconosciute invalide ai sensi della legge 68/1999
- persone coinvolte in situazioni di dipendenza, di devianza, disagio sociale e relazionale attestate dai competenti servizi socio-sanitari
- persone detenute, ex–detenute o in carico all’Ufficio Esecuzione Penale Esterna del Ministero della Giustizia.
Gli interessati possono iscriversi nell’apposito elenco dei lavoratori di utilità sociale presso i Centri per l’Impiego dal 2 gennaio di ogni anno. L’iscrizione decade al 31 dicembre e, comunque, in tutti i casi in cui è prevista la “cancellazione” dagli elenchi dei Centri per l’Impiego. Ogni destinatario non può essere inserito nei PIA per più di quattro anni consecutivi, calcolati a partire dal 2019. Non possono essere inseriti nei PIA i minorenni e i possibili beneficiari di trattamenti pensionistici di vecchiaia o di anzianità.

I Progetti di Inclusione Attiva (PIA) sono uno strumento di politica attiva per sostenere l’inserimento lavorativo e il riavvicinamento al mercato del lavoro ordinario delle persone gravemente a rischio di esclusione sociale e lavorativa. Sono promossi dalle Unités des Communes Valdôtaines e dal Comune di Aosta.


I destinatari di questa misura devono essere iscritti ai Centri per l'Impiego e rientrare in una delle seguenti tipologie:

  • disoccupati di lunga durata, da oltre 12 mesi, di età superiore a 32 anni
  • donne assenti dal mercato del lavoro da oltre 24 mesi
  • persone che hanno compiuto 58 anni di età
  • persone in cerca di occupazione riconosciute invalide ai sensi della legge 68/1999
  • persone coinvolte in situazioni di dipendenza, di devianza, disagio sociale e relazionale attestate dai competenti servizi socio-sanitari
  • persone detenute, ex–detenute o in carico all’Ufficio Esecuzione Penale Esterna del Ministero della Giustizia.

Gli interessati possono iscriversi nell’apposito elenco dei lavoratori di utilità sociale presso i Centri per l’Impiego dal 2 gennaio di ogni anno. L’iscrizione decade al 31 dicembre e, comunque, in tutti i casi in cui è prevista la “cancellazione” dagli elenchi dei Centri per l’Impiego. Ogni destinatario non può essere inserito nei PIA per più di quattro anni consecutivi, calcolati a partire dal 2019.

Non possono essere inseriti nei PIA i minorenni e i possibili beneficiari di trattamenti pensionistici di vecchiaia o di anzianità.

 

 

Lavoro e Fondo Sociale Europeo



Torna su