Cappella

L'interno della cappella (foto: ASBC) L'interno della cappella (foto: ASBC)

La cappella si trova nell'area esterna del castello, in prossimitŕ dell'ingresso principale. Alla fine del XVIII secolo l'edificio di culto, ricostruito dal barone Ferrod intorno al 1713, risulta intitolato a Santa Barbara.
Nel 1869 l'edificio fu interessato da una serie di interventi, tra cui lo spianamento del terreno della zona di accesso e la tinteggiatura delle pareti. La relazione che descrive le operazioni indica, in modo generico, la sostituzione della pala d'altare e la collocazione di quattro dipinti sulle pareti.
L'inventario del 1875 specifica che nella cappella si trova un altare di legno, sopra il quale č collocata una grande tela dipinta raffigurante San Francesco di Sales. Sono documentati i ritratti alle pareti, le suppellettili liturgiche, gli arredi e i paramenti.

La situazione risulta pressoché immutata nel 1890; altre fonti documentarie indicano, tuttavia, che a quest'epoca la cappella subě alcuni restauri. Alcune modifiche nella composizione degli arredi vennero effettuate all'epoca della gestione “Moriana”, quando furono collocati gli inginocchiatoi e fu nuovamente sostituita la pala d'altare.
I dipinti alle pareti raffigurano beati di Casa Savoia: le tele di Umberto III e Bonifacio sono copie di opere di soggetto analogo di Francesco Gonin, collocate nella Sala del Consiglio di Palazzo Reale a Torino.

 



Torna su