Imprenditoria giovanile (L.R. 3/2009)

Legge regionale 23 gennaio 2009, n. 3: "Interventi regionali per lo sviluppo dell'imprenditoria giovanile"

 

In cosa consiste il contributo

L’agevolazione consiste in un contributo a fondo perduto in regime “de minimis”, erogato in un’unica soluzione a conclusione dell’investimento e in misura non superiore al 30% della spesa ammissibile.

 

Chi può beneficiarne

Possono beneficiarne le nuove imprese industriali ed artigiane costituite da giovani, nello specifico:

  • le imprese individuali il cui titolare sia in età compresa fra 18 e 35 anni;
  • le società e le cooperative i cui soci siano per almeno il 70% in età compresa tra 18 e 35 anni ovvero il cui capitale sociale sia detenuto per almeno il 70% da persone appartenenti alla medesima fascia di età.

Per nuove imprese si intende essere costituite da non più di un anno rispetto alla data di presentazione della domanda di agevolazione. Le imprese devono rientrare in specifici codici ATECO delle classificazioni delle attività economiche ATECO 2007 (derivata dalla NACE Rev 45. 20.10. 1.1.).

 

A quanto ammonta il contributo

Il contributo è concesso con un’intensità massima del 30% della spesa ammissibile con i seguenti limiti:

  • spesa ammissibile minima euro     15.000,00;
  • spesa ammissibile massima euro 150.000,00.

 

Quali sono i requisiti per ottenere il contributo

  1. Essere in possesso di partita IVA;
  2. essere regolarmente iscritte nel Registro delle imprese o nell’Albo degli artigiani;
  3. essere costituite da giovani, come di seguito specificato:
    • le imprese individuali il cui titolare sia in età compresa fra 18 e 35 anni;
    • le società e le cooperative i cui soci siano per almeno il 70% in età compresa tra 18 e 35 anni ovvero il cui capitale sociale sia detenuto per almeno il 70% da persone appartenenti alla medesima fascia di età;
  4. essere costituite da non più di un anno rispetto alla data di presentazione della domanda di agevolazione;
  5. operare in Valle d’Aosta con proprie unità locali. Per unità locale si intende la struttura, anche articolata su più immobili fisicamente separati ma prossimi e funzionalmente collegati, finalizzati allo svolgimento dell'attività ammissibile all'agevolazione, dotata di autonomia tecnica, organizzativa, gestionale e funzionale;
  6. avere la disponibilità dell'unità locale oggetto di intervento, a titolo di proprietà, nuda proprietà, usufrutto, diritto di superficie, locazione, comodato;
  7. aver sostenuto spese solamente a partire dal giorno successivo a quello di presentazione della domanda, fatta eccezione per le spese relative all’atto notarile di costituzione della società;
  8. sostenere una spesa complessiva non inferiore a euro 15.000,00 e/o non superiore a euro 150.000,00;
  9. sostenere spese riguardanti lavori e/o investimenti in beni materiali ed immateriali come di seguito riportati:
    • ristrutturazione straordinaria di immobili, nel limite massimo del 50% del costo totale dell’investimento;
    • progettazione e direzione lavori, nel limite massimo del 5% del costo totale dell’investimento;
    • acquisto di impianti, macchinari, attrezzature ed automezzi (cabina chiusa con cassone posteriore oppure furgonatura senza vetrate laterali);
    • acquisto di brevetti, licenze e software;
    • analisi di mercato e consulenze per l’organizzazione aziendale;                                                
  10. rientrare in specifici codici ATECO delle classificazioni delle attività economiche ATECO 2007 (derivata dalla NACE Rev 45. 20.10. 1.1.). 

 

Il contributo può essere cumulato

Il contributo può essere cumulato con altre agevolazioni pubbliche concesse per gli stessi costi ammissibili, nel rispetto della normativa eurounitaria in materia di aiuti di Stato.

 

Come predisporre e trasmettere l’istanza


Le domande di agevolazione devono essere presentate in bollo alla Struttura competitività del sistema economico e incentivi dell’Assessorato Sviluppo economico, Formazione e Lavoro.

Le richieste di agevolazione devono essere stampate in formato A3 in modo da poter inserire tutta la documentazione necessaria.

 




Ufficio regionale di riferimento

Struttura attività produttive e cooperazione - Piazza della Repubblica, 15 - 11100 Aosta

Referenti

Letey Sandro - tel. 0165 274728 - email s.letey@regione.vda.it

Burtolo Christian  - tel. 0165 274774 - email c.burtolo@regione.vda.it

Spinetti Dino - tel. 0165 274735 - email d.spinetti@regione.vda.it

Orari di apertura al pubblico

da lunedì a venerdì dalle ore 9.00 alle ore 14.00

allegati

 



Torna su