Strumenti statali

First

Il Fondo per gli investimenti nella ricerca scientifica e tecnologica (FIRST) finanzia le attività di ricerca fondamentale, quelle di ricerca industriale, estese a non preponderanti processi di sviluppo sperimentale, e le connesse attività di formazione per la valorizzazione del capitale umano. Si attua mediante bandi.

smart and start

Il Bando finanzia Start-up innovative di piccola dimensione e Team di persone fisiche che intendono costituire una start-up innovativa.

Le agevolazioni finanziarie consistono in un mutuo senza interessi, il cui valore può arrivare fino al 70% delle spese ammissibili di progetti che prevedono programmi di spesa, di importo compreso tra 100.000 euro e 1.500.000 euro, per acquistare beni di investimento e/o per acquisire servizi necessari alla gestione dell’impresa.

credito di imposta per attività di ricerca e sviluppo

E' rivolto a favore di tutti i soggetti titolari di reddito d’impresa (imprese, enti non commerciali, consorzi e reti d’impresa), indipendentemente dalla natura giuridica, dalla dimensione aziendale e dal settore economico in cui operano, che investono in attività di rierca e sviluppo.

Si accede automaticamente in fase di redazione di bilancio, indicando le spese sostenute nella dichiarazione dei redditi, nel quadro RU del modello Unico. Sussiste l’obbligo di documentazione contabile certificata.

La misura prevede un credito di imposta con le seguenti caratteristiche:

  • aliquota pari al 50% per le spese relative al personale altamente qualificato impiegato in attività di ricerca e sviluppo, per i contratti di ricerca con università ed enti di ricerca e start-up innovative, quote di ammortamento di strumenti e attrezzature e laboratorio, competenze tecniche e privative industriali;
  • importo massimo per impresa di 20.000.000 euro;
  • soglia minima di investimenti agevolabili di 30.000 euro;
  • gli investimenti devono essere effettuati dal periodo di imposta successivo a quello in corso al 31 dicembre 2017 fino a quello in corso al 31 dicembre 2020;
  • Il beneficio è cumulabile con altre forme di finanziamento statali.

Credito d'imposta per formazione 4.0

E' rivolto a favore di tutte le imprese (qualsiasi forma giuridica/ dimensione/ settore) e enti non commerciali che svolgono attività rilevanti ai fini del reddito d’impresa.

Si accede in maniera automatica in fase di redazione del bilancio, con successiva compensazione mediante presentazione del modello F24 in via esclusivamente telematica all'Agenzia delle Entrate. Sussiste l’obbligo di documentazione contabile certificata e di conservazione di una relazione che illustri le modalità organizzative e i contenuti delle attività di formazione svolte.

La misura prevede un credito di imposta con le seguenti caratteristiche:

  • per le micro e piccole imprese, aliquota pari al 50% delle spese relative al personale dipendente impegnato nelle attività di formazione ammissibili, sostenute nel 2019 e nel limite massimo di 300.000 euro per ciascun beneficiario;
  • per le medie imprese, aliquota pari al 40% delle spese relative al personale dipendente impegnato nelle attività di formazione ammissibili, sostenute nel 2019 e nel limite massimo di 300.000 euro per ciascun beneficiario;
  • per le grandi imprese, aliquota pari al 30% delle spese relative al personale dipendente impegnato nelle attività di formazione ammissibili, sostenute nel 2019 e nel limite massimo di 200.000 euro per ciascun beneficiario.

super ammortamento

E' rivolto a favore di titolari di reddito d'impresa ed esercenti arti e professioni.

Si accede in maniera automatica, in fase di redazione di bilancio e tramite autocertificazione.

La misura prevede una maggiorazione del 30%, ai fini dell’ammortamento, del costo degli investimenti in beni materiali strumentali nuovi, acquistati o acquisiti in locazione finanziaria. La maggiorazione non si applica sulla parte di investimenti complessivi eccedente il limite di 2.500.000 euro ed è cumulabile con altre agevolazioni.

iper ammortamento

E' rivolto a favore di titolari di reddito d'impresa, indipendentemente da forma giuridica, dimensione aziendale e settore economico.

Si accede in maniera automatica, in fase di redazione di bilancio e tramite autocertificazione.

La misura prevede le seguenti maggiorazioni, ai fini dell’ammortamento, del costo degli investimenti in beni materiali strumentali nuovi, dispositivi e tecnologie abilitanti la trasformazione in chiave 4.0, acquistati o in leasing, che siano interconnessi al sistema aziendale di produzione / alla rete di fornitura:

  • 170% per investimenti fino a 2.500.000 euro;
  • 100% per investimenti da 2.500.001 e fino a 10.000.000 euro;
  • 50% per investimenti da 10.000.001 e fino a 20.000.000 euro;

nuova sabatini

E' rivolto alle micro, piccole e medie imprese di tutti i settori (escluso quello finanziario).

Trattasi di un contributo in conto impianti a fronte di un finanziamento bancario / leasing di importo tra 20.000 euro e 4.000.000 euro e di durata massima di 5 anni, concesso da istituti convenzionati con il MISE, utilizzato per la copertura di determinati investimenti:

  • acquisto/acquisizione in leasing di beni nuovi («impianti e macchinari», «attrezzature industriali e commerciali» e «altri beni» comunque classificati come immobilizzazioni materiali), nonché software e tecnologie digitali.

L'entità del contributo è pari al valore degli interessi calcolati, in via convenzionale, su un finanziamento di 5 anni e di importo pari all’investimento, ad un tasso del 2,75% annuo per investimenti ordinari e del 3,575% per investimenti in tecnologie 4.0.

Si accede attraverso l'invio di una pec all’intermediario finanziario con modulo di domanda scaricabile dal sito del MISE.




 

Ufficio di riferimento

Sportello MISE per l'impresa Piemonte e Valle d'Aosta - Via Alfieri, 10 - Torino (presso l’Ispettorato Territoriale Piemonte Valle d’Aosta) 

Tel. 011 5763433

Email: sportello.mise.piemonte@mise.gov.it

Allegati

 



Torna su