Fondo Alpgip

La Regione Valle d’Aosta, per il tramite di Finaosta, ha sottoscritto insieme al FEI (Fondo Europeo per gli Investimenti) e ad altre regioni dell’arco alpino (Lombardia, Piemonte, Liguria e Provincia di Bolzano), l’accordo di gestione del Fondo di investimento «AlpGIP» (Alpine Growth Investment Platform) che ha una dotazione complessiva di circa 51 milioni di euro.

Il patrimonio è destinato ad essere investito in fondi di venture capital o di private equity con focus nel territorio delle regioni interessate.

In occasione della prossima riunione del Comitato consultivo del Fondo, che si terrà in Valle d’Aosta il prossimo 11 febbraio 2020, si intende presentare l’iniziativa agli operatori economici potenzialmente interessati anche con l’intervento di rappresentanti sia del FEI che dei fondi nei quali AlpGip ha investito.

 

La Regione Valle d’Aosta, per il tramite di Finaosta, ha sottoscritto insieme al FEI (Fondo Europeo per gli Investimenti) e ad altre regioni dell’arco alpino (Lombardia, Piemonte, Liguria e Provincia di Bolzano), l’accordo di gestione del Fondo di investimento «AlpGIP» (Alpine Growth Investment Platform) che ha una dotazione complessiva di circa 51 milioni di euro.
Il patrimonio è destinato ad essere investito in fondi di venture capital o di private equity con focus nel territorio delle regioni interessate.
In occasione della prossima riunione del Comitato consultivo del Fondo, che si terrà in Valle d’Aosta il prossimo 11 febbraio 2020, si intende presentare l’iniziativa agli operatori economici potenzialmente interessati anche con l’intervento di rappresentanti sia del FEI che dei fondi nei quali AlpGip ha investito.
Le aziende interessate possono compilare una breve scheda di presentazione (secondo il format allegato) e trasmetterla a Finaosta (dott. Villani 0165 269238 - villani@finaosta.com; dott. Ferrod 0165 269243 - ferrod@finaosta.com; dott. Freppaz 0165 269287 - freppaz@finaosta.com) che, a sua volta, provvederà a trasmetterla al FEI.
Il Private Equity (PE) è una categoria di strumenti finanziari costituita da titoli azionari e debiti in società operative non quotate in borsa. Un investimento in PE viene generalmente effettuato da un fondo con l`obiettivo di ricollocare la propria quota ad un prezzo maggiore (Exit).
Il Private Equity può essere usato per:
• Sviluppare nuovi prodotti e tecnologie;
• Aumentare il capitale operativo;
• Compiere acquisizioni o rafforzare il bilancio di un’azienda;
• Risolvere problemi di proprietà e gestione di un’azienda – es. ricambio generazionale;
• facilitare l’acquisizione di un’azienda da parte dei suoi dirigenti.

Il Private Equity (PE)

E' una categoria di strumenti finanziari costituita da titoli azionari e debiti in società operative non quotate in borsa. Un investimento in PE viene generalmente effettuato da un fondo con l'obiettivo di ricollocare la propria quota ad un prezzo maggiore (Exit).

Il Private Equity può essere usato per:

  • sviluppare nuovi prodotti e tecnologie;
  • aumentare il capitale operativo;
  • compiere acquisizioni o rafforzare il bilancio di un’azienda;
  • risolvere problemi di proprietà e gestione di un’azienda – es. ricambio generazionale;
  • facilitare l’acquisizione di un’azienda da parte dei suoi dirigenti.

Le caratteristiche delle aziende potenzialmente di interesse per i fondi sono indicativamente le seguenti:

  • Settore: generalista tradizionale;
  • Stadio: azienda in utile;
  • Scopo dell'investimento: aziende che cercano capitale per espandersi o la cui proprietà vuole vendere;
  • Dimensione indicativa dell'intervento: tra 5-10 milioni di euro, per quote sia di maggioranza che di minoranza.

 

Il Venture capital (VC)

E' un sotto-insieme del Private Equity in cui gli investimenti hanno come finalità il lancio, lo sviluppo iniziale e l’espansione di aziende nelle primissime fasi della loro esistenza (start-up o scale-up). L'impresa scale-up è una società innovativa che ha già sviluppato il suo prodotto o servizio, ha definito il suo business model (scalabile e ripetibile), opera sul mercato e presenta alcune caratteristiche di successo che le permettono di ambire a una crescita internazionale in termini di mercato, business, organizzazione, fatturato.

Le caratteristiche delle aziende potenzialmente di interesse per i fondi sono indicativamente le seguenti:

  • Settore: società tecnologiche attive nel digitale o anche generaliste se l`investimento viene usato per la “digital transformation”;
  • Stadio: start-up mature o scale-up;
  • Requisiti: prodotto già definito o con un chiaro programma di sviluppo, fatturato sopra 1 milione di euro, preferibile ma non essenziale;
  • Scopo dell`investimento: crescita;
  • Dimensioni indicative dell’intervento tra 0,5 e 1 milione di euro con un investimento totale, considerando eventuali interventi successivi, fino a 5-10 milioni di euro.

 

Presentazione delle domande

Le aziende interessate possono compilare una breve scheda di presentazione (secondo il format allegato) e trasmetterla a Finaosta (ai contatti sotto indicati) che, a sua volta, provvederà a trasmetterla al FEI.

 



 

Ufficio di riferimento

Finaosta S.p.A. - Via B. Festaz, 22 - Aosta 

Referenti

Marco Villani - tel. 0165 269238 - villani@finaosta.com

Alberto Ferrod - tel. 0165 269243 - ferrod@finaosta.com

Fabio Freppaz - tel. 0165 269287 - freppaz@finaosta.com

Orari di apertura al pubblico

da lunedì a venerdì dalle 8.30 alle 13.30 e dalle 14.30 alle 17.00

Allegati

 



Torna su