Automa di gestione real-time dell’energia

 

Myna-Project.org srl

Nella primavera del 2012, l’Assessorato Attività Produttive della Regione Valle d’Aosta, ha indetto una gara precommerciale per l’acquisizione di servizi di R&S, nell’ambito del progetto ALCOTRA Innovazione. Una società piemontese aveva presentato un progetto di monitoraggio dei consumi energetici e del clima indoor del Polo Tecnologico di Verres, ex Cotonificio Brambilla. Le persone che hanno lavorato su quel progetto, terminata l’esperienza con la società piemontese, nel febbraio 2015 hanno fondato la start-up innovativa Myna-Project.org  srl a vocazione energetica, che si insediò a Nus(AO). Quell’esperienza è stata determinante per comprendere che il target strategico in Valle d’Aosta sono i consumatori importanti di energia, ovvero l’industria e il terziario turistico, a partire dagli impianti di innevamento. Con questo obiettivo Myna-Project.org, insieme al Politecnico di Torino ed alla ELBI (Gruppo BITRON) di Collegno, nel 2016 si è fatta promotrice del macroprogetto piemontese/valdostano di ricerca industriale HOME (www.home-opensystem.org). Il progetto qui descritto rappresenta una continuazione logica e una valorizzazione del progetto HOME. Nel dicembre 2019, la società ha spostato la sede legale alla Pepiniere di Aosta.

 

 

PROGETTO “Sviluppo di un automa di gestione real-time dell’energia in manifattura e nel terziario turistico”

Il progetto era finalizzato allo sviluppo di un nuovo prodotto software, rilasciato Open Source, per realizzare un sistema automatico di gestione dell’energia nella manifattura e nel terziario turistico, attraverso il quale si prevede di fornire nuovi servizi ingegneristici di calcolo in cloud alle PMI energivore.

Gli obiettivi del progetto sono:

  • interconnettere i sistemi energetici collegando/integrando più efficacemente alla rete le fonti di energia rinnovabili;
  • promuovere le tecnologie innovative e l’infrastruttura energetica moderna;
  • aumentare ancora l’efficienza energetica;
  • digitalizzare le reti per monitorare ed ottimizzare il modo in cui l’energia e le risorse naturali sono consumate;

I sistemi di monitoraggio dell’energia elettrica sono noti e diffusi, sia in ambito civile che industriale. Il progetto ha invece come target la manifattura che autoproduce energia e il terziario turistico energivoro, come gli impianti di innevamento. In questo target, non si ci sono al momento sistemi in grado di gestire l’energia di stabilimento, soprattutto nel caso di autoproduzione/consumo/conservazione integrati. Il sistema ideato con il progetto  vuole integrare e non sovrapporsi alle attività delle categorie di interesse, operanti nel settore dell’energia e che sono almeno tre:

  • gli installatori di automazione industriale;
  • i progettisti di impianti di efficientamento dei consumi di energia;
  • gli energy manager interne alle PMI energivore.
 


Portale imprese industriali, artigiane e società cooperative



Torna su