Terremoto in Emilia-Romagna

Continuano le attivitā dei Vigili del Fuoco a seguito dell’evento sismico del 20 maggio scorso.

In particolare, il Vice comandante del Corpo, sta svolgendo la propria opera presso il Nucleo nazionale di Coordinamento delle Opere Provvisionali “NCP”, costituito presso il Comando Provinciale di Bologna, giā costituito in occasione del terremoto in Abruzzo, con il fine di progettare, dimensionare e coordinare la corretta esecuzione di sistemi di sostegno e contenimento complessi, da impiegare per la messa in sicurezza di edifici ad elevato valore storico-architettonico, staticamente compromessi dal sisma.

Inoltre, continua l’attivitā del personale specializzato T.A.S. (Topografia Applicata al Soccorso) del Comando Regionale VVF di Aosta presso il Comando di Cratere (Comando Provinciale di Bologna). Il personale TAS impiegato ha il compito di gestire, mediante l'utilizzo di sistemi G.I.S.  (Geographic Information System), la geo-localizzazione delle squadre VF impegnate nell' emergenza e la geo-referenziazione dinamica delle aree di cratere.

 

 

 



Torna su