Studio sicurezza gallerie

Studio inerente alle caratteristiche delle gallerie stradali site sul territorio regionale della Valle d'Aosta e dei prevedibili effetti di un incendio, al fine della predisposizione di procedure d'intervento.

 

PRESENTAZIONE DEL DIRETTORE DEI SERVIZI ANTINCENDIO E DI
SOCCORSO DELLA REGIONE AUTONOMA VALLE D'AOSTA

 

La Valle d'Aosta è sempre stata una via di comunicazione attraverso le Alpi e perciò la chiusura al traffico del traforo del Monte Bianco, dopo il tragico incendio del 24 marzo 1999, ha suscitato nei cittadini valdostani la sensazione di essere “tagliati fuori” dal resto d'Europa.
Anche i vigili del fuoco valdostani, chiamati a collaborare alla riapertura della galleria dopo aver profuso il loro impegno nello spegnimento dell'incendio, hanno sentito con forza la responsabilità di questo contributo, tanto nella messa a punto dei piani di soccorso, quanto nella progettazione dei nuovi veicoli antincendio.
Tale lavoro è stato molto apprezzato, al punto che il caposquadra che maggiormente si era impegnato è stato chiamato ad assumere il ruolo di responsabile del Dipartimento sicurezza del traffico dalla nuova società di esercizio del traforo.
Allo stesso modo, ai pompieri valdostani e ai colleghi francesi dell'Alta Savoia è stato conferito l'onere di effettuare il servizio di primo intervento in galleria.

L'autore di questo lavoro, Remo Juglair, vigile permanente dal 1983 ed attualmente caporeparto, è stato chiamato nel settembre 2001 a completare l'organizzazione del dispositivo di sicurezza del traforo del Monte Bianco ed, a tal fine, ha anche curato la formazione del personale addetto al servizio di primo intervento.
Oltre alla partecipazione diretta alle operazioni di spegnimento dell'incendio del traforo del Monte Bianco, Remo Juglair ha avuto modo, come responsabile dell'ufficio Studi e formazione della Direzione dei servizi antincendio e di soccorso della Regione autonoma Valle d'Aosta, di presenziare alle esercitazioni più significative svoltesi in Italia riguardanti le gallerie ed ha eseguito visite sopra luogo subito dopo gli incendi verificatisi nelle gallerie del San Gottardo (Svizzera) e del Frejus (Italia/Francia). Resosi conto della necessità di una conoscenza preventiva delle singole strutture per minimizzare le incertezze e i rischi d'intervento, Juglair ha il merito di aver proposto e effettuato uno studio sistematico di tutte le gallerie stradali e autostradali presenti nel territorio della Valle d'Aosta, per un tracciato totale di circa 70 Km.

Il lavoro, compiuto quasi tutto di persona, sia pure con la collaborazione delle società proprietarie delle strutture e dei comuni interessati, è di notevole entità e di ottima qualità e comprende ripetute rilevazioni di vario genere (ad esempio, quelle del verso e della velocità dell'aria, eseguite in proprio con anemometri, o quelle del tracciato degli acquedotti comunali).
Per queste caratteristiche, per la serietà con cui è stato effettuato e per il suo approccio operativo “da pompiere”, questo studio, anche se riguarda caratteristiche di specifici manufatti presenti in Valle d'Aosta, può avere un notevole interesse come esempio e traccia di lavoro per analoghi studi riguardanti altre realtà.
Ing. Gian Piero Badino

 

Corps valdôtain des sapeurs-pompiers



Retour en haut