Cosa vedere – Ambiente e natura

Partendo da Pontal d’Entrèves si raggiunge la stazione del Pavillon du Mont Fréty, dove è possibile visitare il giardino botanico alpino più alto d’Europa, Saussurea, a 2173 m di altitudine.

 

Il giardino botanico Il giardino botanico

(LINK  http://www.saussurea.net)


Da qui, utilizzando il secondo tronco delle nuove funivie, si raggiungono i quasi 3500 m di Punta Helbronner, da cui è possibile accedere al rifugio Torino nuovo attraverso un ascensore verticale di 90 m ed una galleria di 165 m scavati nel massiccio roccioso. Cinquanta metri più in basso si trova invece il rifugio Torino vecchio, a 3329 m di altezza,  raggiungibile con una ripida scalinata interna di 222 gradini dotata di montacarichi per il trasporto di sci e materiale alpinistico. Durante l’estate i due rifugi sono collegati tra loro anche da un sentiero panoramico.

 

Il rifugio Torino Il rifugio Torino

(LINK http://www.rifugiotorino.com)


Da Punta Helbronner è inoltre possibile raggiungere la cittadina francese di Chamonix-Mont-Blanc con la linea funiviaria realizzata dal Conte Lora Totino e formata da altre tre sezioni, il cui primo tratto è senza dubbio il più spettacolare: cinque chilometri su due campate sospese sulla Mer de glace e attraversate con grappoli di tre cabine a quattro posti, che si incrociano nei pressi del pilone aereo, un’audace soluzione tecnica unica al mondo. La linea conduce all’Aguille du Midi, a 3842 m, e da qui a Plan de l’Aiguille (2137 m) ed infine a Chamonix-Mont-Blanc (1030 m) con altri  due tronchi di funivia.

 

Telecabine su "La Mer de glace" Telecabine su "La Mer de glace"

(LINK  http://www.compagniedumontblanc.fr)

Il rientro in Italia può avvenire anche in autobus, attraverso il traforo del Monte Bianco.

 



Torna su