Regolamento

 

LEGGE REGIONALE 1° settembre 1997, n. 29 – Art. 24, commi 6, 6bis e 7

CRITERI E MODALITA’ PER L’APPLICAZIONE DELLE AGEVOLAZIONI TARIFFARIE SUI MEZZI DI TRASPORTO UTILIZZATI DA STUDENTI VALDOSTANI PER RAGGIUNGERE LE SEDI DI STUDIO UBICATE FUORI DALLA VALLE D’AOSTA

 

  1. 1.     Benefici

 

Sono concesse agevolazioni tariffarie fino al 60% degli importi relativi alle corse semplici per viaggi effettuati con i mezzi pubblici al fine del raggiungimento delle sedi di studio ubicate fuori dalla Valle d’Aosta, in Italia o all’estero, e per il ritorno.

 

  1. 2.     Soggetti beneficiari

 

      Beneficiano delle agevolazioni e dei rimborsi di cui al punto 1 i soggetti residenti in Valle d’Aosta, in possesso del diploma di scuola media superiore, dei requisiti economici di cui al punto 4 eventualmente modificati in base ai requisiti di merito di cui al punto 3 (per i soli corsi di cui al punto A.) e, regolarmente iscritti a:

A. Corsi di tipo universitario

A.1   Corsi di laurea (triennali)

A.2   Corsi di laurea magistrale (biennali)

A.3   Corsi di laurea magistrale a ciclo unico (quinquennali o esennali)

A.4   Corsi di alta formazione artistica e musicale di cui alla legge 21 dicembre 1999, n. 508

        (Sono inclusi gli studenti con spiccate capacità e attitudini iscritti regolarmente a corsi di alta formazione artistica e musicale di primo livello non ancora in possesso del diploma di scuola secondaria di secondo grado, che dovrà comunque essere conseguito entro il completamento del corso di diploma accademico, pena la restituzione delle somme percepite a titolo di agevolazione tariffaria sulle spese di viaggio sostenute)

A.5   Scuole superiori per mediatori linguistici

A.6   Corsi equivalenti a quelli evidenziati ai punti precedenti svolti presso università estere purché le stesse rilascino titoli di studio avente valore legale.

B. Corsi post-universitari istituiti da università o istituti di istruzione di grado post-universitario riconosciuti dal ministero competente

B.1    Corsi di perfezionamento

B.2    Corsi di specializzazione

B.3    Dottorati di ricerca

B.4    Master di 1° e di 2° livello

 

3.   Requisiti di merito per l’innalzamento delle soglie ISEE

 

I crediti devono essere conseguiti e registrati entro il 10 ottobre dell’anno accademico precedente.

Per l’ottenimento delle agevolazioni occorre aver conseguito i seguenti valori di credito formativo:

 

A)     STUDENTI ISCRITTI AL NUOVO ORDINAMENTO (corsi di studio istituiti in attuazione del D.M. 509/1999)

 

LAUREA

n.       0 crediti per il primo anno;

n.     35  crediti per il secondo anno;

n.     85 crediti per il terzo anno;

n.   130 crediti per il l’ulteriore anno supplementare.

LAUREA MAGISTRALE A CICLO UNICO

n.       0 crediti per il primo anno;

n.     35  crediti per il secondo anno;

n.    85 crediti per il terzo anno;

n.   130 crediti per il quarto anno;

n.   170 crediti per il quinto anno;

n.  215 crediti per il sesto anno, ove previsto;

n.   215 oppure 260 per l’ulteriore anno supplementare.

LAUREA MAGISTRALE

n.       0  crediti per il primo anno;

n.     35  crediti per il secondo anno;

n.     85 per l’ulteriore anno supplementare.

B)      STUDENTI ISCRITTI A CORSI DEL VECCHIO ORDINAMENTO PRESSO SCUOLE SUPERIORI PER INTERPRETI E TRADUTTORI E A CORSI DI ALTA FORMAZIONE ARTISTICA E MUSICALE

conseguire la promozione per l’anno accademico precedente.

 

C)     STUDENTI ISCRITTI PRESSO UNIVERSITA’ ESTERE

  • Corsi del Vecchio ordinamento (attività formativa non valutata in crediti):

 

conseguire la promozione per l’anno accademico precedente.

 

  • Corsi del Nuovo ordinamento (attività formativa valutata in crediti):

Primo anno di corso  e  Anni successivi al primo

Si applicano le disposizioni di cui alla lettera A) “Studenti iscritti al nuovo ordinamento (corsi di studio istituiti in attuazione del D.M. 509/1999)” del presente articolo e, qualora il piano di studi del percorso estero preveda un numero di crediti annui diverso da 60, il merito richiesto verrà determinato proporzionalmente e arrotondato per difetto.

Esempio riferito ad un primo anno di corso di laurea triennale:

Crediti previsti dal piano di studi 60             - Crediti  richiesti alla lettera A) 35;

Crediti previsti dal piano di studi estero 50  - Crediti effettivamente richiesti  30.

 

D)     STUDENTI ISCRITTI A CORSI ATTIVATI PRIMA DELL’ENTRATA IN VIGORE DEL DECRETO DEL MINISTRO DELL’UNIVERSITÀ 509/1999 PRESSO UNIVERSITÀ ITALIANE

 

  • · Per gli iscritti al terzo, al quarto e al quinto anno di corso, qualora questi non siano gli ultimi: almeno il 60% del numero complessivo delle annualità, con riferimento all’anno precedente a quello di iscrizione, previste dal proprio piano di studi, arrotondato per difetto;

 

  • · Per gli iscritti all’ultimo anno di corso: almeno il 70% del numero complessivo delle annualità previste dal proprio piano di studi, arrotondato per difetto;
  • · Per gli iscritti al primo anno fuori corso finale: almeno il 90% del numero complessivo delle annualità previste dal proprio piano di studi, arrotondato per difetto.

 

  • NOTE
  1. Per registrazione si intende la data di verbalizzazione registrata dalle segreterie degli Atenei di appartenenza.

2. Rientrano nel computo delle annualità ovvero dei crediti le prove che vengono considerate tali dai rispettivi Enti per il diritto allo studio. Ai fini del raggiungimento del merito valgono tutti i crediti (o annualità) registrati entro i termini previsti (esami, attività, tirocini, laboratori, mobilità internazionale, ecc…), inclusi i crediti riconosciuti da percorsi accademici e non accademici.

3. La registrazione di crediti in data successiva al 10 ottobre di ogni anno è ammessa esclusivamente per le prove sostenute all’estero nell’ambito di programmi di mobilità internazionale. In tal caso lo studente dovrà autocertificare i crediti da mobilità internazionale registrati in data successiva.

 

4.   Requisiti economici

 

Possono beneficiare delle agevolazioni tariffarie gli studenti di cui al punto 1, secondo le modalità di seguito descritte:

I.S.E.E. fino a 20.500 euro              -->       sconto 60%

I.S.E.E. da 20.501 euro a 30.500 euro       -->   sconto 30%.

In caso di acquisto di titoli di viaggio on-line, secondo le modalità operative di cui al punto 6.2.A, è previsto un ulteriore sconto del 5%.

E’ previsto un innalzamento di 10.000 euro delle predette soglie di I.S.E.E. in caso di conseguimento del valore dei crediti formativi previsti per ciascun anno di corso frequentato, come descritto al precedente punto 3.

 

Per il rilascio dell’attestazione I.S.E.E. è necessario rivolgersi ad un Centro di Assistenza Fiscale (CAF) autorizzato oppure ad una sede INPS che provvede al rilascio del documento secondo la normativa vigente.

L’attestazione I.S.E.E. dovrà pervenire alla competente struttura in materia di trasporti secondo le modalità stabilite al punto 7.1.

 

 

5.   Corse agevolate

 

5.1 I soggetti beneficiari di cui al punto 2 hanno diritto alle agevolazioni tariffarie di cui al punto 1, nei limiti di seguito riportati, intendendo come viaggio la corsa semplice:

A. Sedi di frequenza per studio poste a Torino e Milano: 80 viaggi per anno solare o relative frazioni mensili utilizzando treno o autobus;

B.   Sedi di frequenza per studio poste in Italia che non distino più di 500 Km da Aosta, non rientranti tra quelle previste alla lettera A.: 80 viaggi per anno solare o relative frazioni mensili utilizzando treno o autobus;

C.   Sedi di frequenza per studio poste in Italia con distanza da Aosta di più di 500 Km o poste in territorio francese o svizzero: 24 viaggi per anno solare o relative frazioni mensili utilizzando treno, autobus o nave;

C1. Sedi di frequenza poste a Annecy, Chambéry, Grenoble e Lyon: 48 viaggi per anno solare o relative frazioni mensili, utilizzando mezzi privati, per i seguenti importi massimi di agevolazione attribuiti a singolo viaggio:

€ 20,00 per Annecy e Chambéry

€ 25,00 per Grenoble

€ 30,00 per Lyon.

D. Sedi di frequenza per studio poste in altri paesi europei ad esclusione di Francia e Svizzera: 8 viaggi per anno solare o relative frazioni mensili utilizzando treno, autobus o nave.

Nel caso in cui il periodo di assegnazione riguardi frazioni di mensilità viene comunque attribuita l’intera quota mensile.

 

 

 

 

6.   Modalità di erogazione

 

6.1 Per le varie tipologie dei corsi di studio, si prevede l’erogazione delle agevolazioni tariffarie secondo le seguenti modalità:

 

A. Corsi di tipo universitario

Si prevede l’aggiunta di un anno supplementare di agevolazione alla durata legale del corso di studi, con un quantitativo annuale di viaggi agevolati dimezzati rispetto ai quantitativi di cui al punto 5.

A.1   Corsi di laurea (triennali): 3 anni +1 anno supplementare

A.2   Corsi di laurea magistrale (biennali) : 2 anni +1 anno supplementare

A.3   Corsi di laurea magistrale a ciclo unico: 5/6 anni +1 anno supplementare

A.4   Corsi di alta formazione artistica e musicale di cui alla legge 21 dicembre 1999, n. 508: anni da 2 a 5 +1 anno supplementare

A.5   Scuole superiori per mediatori linguistici: anni da 2 a 5 +1 anno supplementare

A.6   Corsi equivalenti a quelli evidenziati ai punti precedenti svolti presso università estere: anni da 2 a 5 +1 anno supplementare.

 

Le quantificazioni temporali sopra richiamate sono da intendersi, a decorrere dall’anno di corso effettivamente frequentato, quale limite massimo di agevolazione usufruibile per la durata legale di ogni corso di studio, ottenibile annualmente mediante presentazione di regolare dichiarazione di cui al successivo punto 7, anche nel caso in cui tali dichiarazioni non vengano presentate con continuità, cioè siano prodotte anche in anni non consecutivi.

In caso di reiscrizione ad anni di corso per i quali si abbia già fruito di agevolazioni tariffarie sui trasporti, i benefici di cui al presente regolamento non saranno erogabili.

 

I soggetti in possesso di uno o più titoli di studio di cui all’elenco precedente non possono beneficiare delle agevolazioni di cui al presente regolamento per il conseguimento dei titoli già in loro possesso, ad eccezione della combinazione A.1 (Laurea triennale) - A.2 (Laurea magistrale).

All’atto della dichiarazione di cui al successivo punto 7, i soggetti beneficiari di agevolazioni dovranno dichiarare una sola sede di frequenza per studio che sarà l’unica considerabile quale destinazione per l’effettuazione di un viaggio agevolato o contribuito (sono esclusi i viaggi verso le segreterie poste in sedi diverse da quelle di frequenza).

 

In caso di modifica della sede di frequenza in corso d’anno, lo studente dovràpreventivamente comunicare la nuova sede al fine di poter continuare ad usufruire delle agevolazioni previste, compilando una nuova dichiarazione di cui al successivo punto 7.2.

 

  1. Corsi di tipo post-universitario:

Si prevede la concessione delle agevolazioni per la sola durata legale del corso degli studi.

 

6.2 Le agevolazioni tariffarie verranno erogate sotto forma di rimborso spese, successivamente all’acquisto dei titoli di viaggio da parte degli studenti, oppure con il semplice pagamento della quota dovuta, secondo le misure stabilite al punto 4, sul prezzo del biglietto, secondo le seguenti modalità:

 

A. Acquisto on-line, previo accreditamento nella sezione dedicata del sito internet regionale di titoli di viaggio, direttamente sui siti di riferimento per i viaggi ferroviari o su autobus abilitati, secondo i limiti di cui al punto 5 e le modalità operative di cui al punto 9;

B. Acquisto diretto presso le biglietterie o, tramite internet, di titoli di viaggio di corsa semplice o di A/R, anche su percorsi esteri, per viaggi ferroviari e su autobus, secondo i limiti di cui al punto 5. In tal caso i titoli di viaggio ferroviari dovranno essere resi nominativi da parte della struttura che eroga il titolo stesso.


6.3 Limitatamente alle sedi di studio di Annecy, Chambéry, Grenoble e Lyon, riscontrata la particolare difficoltà di raggiungimento delle sedi medesime mediante servizi di trasporto pubblico e conformemente all’art. 24, comma 7 della l.r. 29/1997, si prevede la possibilità di concorrere alle spese di trasporto privato, sostenute dagli iscritti, che siano debitamente documentate, nei limiti previsti dal punto 5.1 lettera C1.

 

7.   Modalità di presentazione delle istanze

 

7.1 Prima istanza di accesso ai benefici di legge

Per accedere ai benefici di cui al punto 1, i soggetti di cui al punto 2, devono inoltrare on-line, tramite la sezione dedicata del sito internet regionale, una prima istanza di accesso ai benefici di legge (Modulo A), stampare l’istanza inviata on-line e presentarla, sottoscritta in originale, alla competente struttura in materia di trasporti, con sede a Pollein. 

Alla stessa occorre allegare:

-     attestazione I.S.E.E. in corso di validità, rilasciata secondo la normativa vigente e relativa agli ultimi redditi dichiarati;

-         n. 2 foto formato tessera;

-         n. 1 marca da bollo del valore corrente.

 

L’istanza può anche essere spedita per posta o presentata da altra persona, allegando copia di un documento di identità valido del dichiarante.

 

       Lo studente dovrà dichiarare di essere a conoscenza dell’obbligo, posto a suo carico, di verifica, all’inizio di ogni anno accademico, della situazione reddituale e patrimoniale del proprio nucleo famigliare al fine del mantenimento del beneficio per la frequenza degli studi, secondo il limite massimo di agevolazione usufruibile per ogni corso di studio specificato al punto 6.1.

 

       In caso di superamento della soglia I.S.E.E. di cui al punto 4, lo studente dovrà far pervenire alla competente struttura in materia di trasporti un’idonea autocertificazione al fine dell’interruzione dei benefici di cui al presente regolamento.

 

       La competente struttura in materia di trasporti potrà comunque richiedere ai soggetti interessati, successivamente alla scadenza delle attestazioni I.S.E.E. di cui è in possesso, mediante selezione a campione, la presentazione di una nuova attestazione I.S.E.E. entro un termine stabilito, decorso il quale, in caso di mancata ricezione della documentazione richiesta, disporrà la revoca dai benefici concessi.

 

7.2 Dichiarazioni periodiche per l’ottenimento delle agevolazioni

Per beneficiare delle agevolazioni di cui al presente regolamento, gli studenti devono autocertificare la sede di frequenza, l’avvenuta iscrizione all’anno accademico in corso, l’anno di corso frequentato, l’eventuale situazione di “fuori corso” o di laureando e l’anno di prima immatricolazione. Devono quindi inoltrare on-line, tramite la sezione dedicata del sito internet regionale, un apposito modulo (Modulo B), stampare la dichiarazione inviata on-line e presentarla, sottoscritta in originale, alla competente struttura in materia di trasporti, con sede a Pollein.

La dichiarazione può anche essere spedita per posta (in tal caso, per la data di inoltro, fa fede il timbro postale) o presentata da altra persona, allegando copia di un documento di identità valido del dichiarante, oppure mediante inoltro per via telematica, con l’utilizzo di credenziali digitali ai sensi dell’art. 65 c. 1 lett. b del D. lgs. 82/2005 (CAD) e successive modifiche ed integrazioni.

 

La presentazione del modulo sopra descritto consente agli studenti di accedere, con procedura automatica, alle agevolazioni:

a)      per l’anno solare in corso al momento della sottoscrizione, qualora non beneficino già dell’agevolazione eventualmente concessa nell’anno precedente per lo stesso anno solare, sui viaggi effettuati esclusivamente in data successiva alla sottoscrizione stessa e comunque entro e non oltre il 31 dicembre dello stesso anno;

b)      per l’anno solare successivo a quello della sottoscrizione, sui viaggi effettuati esclusivamente in tale anno solare.

 

Esclusivamente per gli studenti interessati, occorre inoltre allegare certificato dell’Università italiana attestante la partecipazione a periodi di studio, stage o tirocini, anche all’estero, promossi dalle università stesse, dall’Unione Europea o da altri organismi internazionali, con precisa indicazione della relativa durata.

 

La suddetta dichiarazione dovrà pervenire entro il 31 dicembre di ogni anno, in modo tale che sia consentito l’acquisto dei titoli di viaggio a partire dal 1° gennaio di ogni anno o che gli stessi titoli di viaggio possano essere oggetto di rimborso da parte della competente struttura in materia di trasporti secondo le modalità di cui al successivo punto 10.

 

7.3 I soggetti di cui al punto 2.1 lettera B devono autocertificare la sede di frequenza, l’iscrizione al corso e il periodo esatto di svolgimento dello stesso.  Devono quindi inoltrare on-line, tramite la sezione dedicata del sito internet regionale, un apposito modulo (Modulo B), stampare il documento e presentarlo, sottoscritto in originale, alla competente struttura in materia di trasporti, con sede a Pollein.

La dichiarazione, sottoscritta in originale, può anche essere spedita per posta (in tal caso, per la data di inoltro, fa fede il timbro postale) o presentata da altra persona, allegando copia di un documento di identità valido del dichiarante, oppure mediante inoltro per via telematica, con l’utilizzo di credenziali digitali ai sensi dell’art. 65 c. 1 lett. b del D. lgs. 82/2005 (CAD) e successive modifiche ed integrazioni.

 

Saranno concesse agevolazioni esclusivamente per i viaggi effettuati successivamente alla data di presentazione della dichiarazione.

 

Successivamente alla presentazione della dichiarazione, l’ufficio preposto al ritiro della stessa, si riserva, in ogni caso, la facoltà di subordinare la concessione dei benefici alla presentazione di idonea documentazione comprovante l’appartenenza alle categorie di cui al punto 2.

 

 

8.   Tessera di identità

 

All’atto della presentazione della prima istanza di accesso ai benefici di legge, allo studente viene rilasciata dalla competente struttura in materia di trasporti una tessera di identità personale. Al momento dell’utilizzo dei servizi pubblici di trasporto i cui titoli di viaggio sono stati acquistati secondo le modalità di cui al punto 6.2.A, l’utente deve avere con sé tale tessera da esibire al personale viaggiante sui mezzi.

 

 

9.   Modalità operative di acquisto on-line di cui al punto 6.2 lett. A

 

Le agevolazioni di cui al punto 6.2 lett. A avverranno, secondo le misure stabilite al punto 4, sui titoli di viaggio acquistati, la cui partenza dovrà corrispondere ad un comune della Valle d’Aosta e la cui destinazione dovrà corrispondere alla sede di frequenza indicata nella dichiarazione di cui al punto 7 e viceversa, fatto salvo il caso in cui, in assenza di stazione ferroviaria o di autostazione, la destinazione dovrà corrispondere al comune più vicino in cui sia presente un terminal di treno o di autobus.

 

Per ottenere il rimborso dei titoli di viaggio gli studenti dovranno:

 

-          accedere alla sezione  Trasporti del sito regionale;

-          verificare la possibilità di acquistare on-line il viaggio desiderato;

-          scegliere il trasportatore attraverso il quale effettuare il viaggio e acquistare il medesimo con carta di credito direttamente sul sito di riferimento (l’indirizzamento è automatico);

-          stampare il “voucher” di viaggio da esibire all’atto dell’effettuazione del medesimo contestualmente alla tessera di identità di cui al precedente punto 8.

 

Il sistema provvederà in automatico all’accreditamento dell’agevolazione secondo le misure stabilite al punto 4, direttamente sul conto corrente indicato dall’utente oppure a consentire il ritiro dell’importo in contanti presso le Tesorerie abilitate.

In alternativa, il sistema può prevedere in automatico la semplice riscossione del restante prezzo del biglietto.

 

 

10. Modalità di rimborso di cui al punto 6.2 lett. B e 6.3

 

I rimborsi di cui al punto 6.2 lett. B avverranno secondo le misure stabilite al punto 4, sui titoli di viaggio utilizzati sulla direttrice che porta alla sede di frequenza e il ritorno. Più titoli con stessa data di utilizzo o indicanti due giorni consecutivi relativi al percorso di andata o di ritorno, andranno a determinare un unico viaggio; quelli indicanti date non consecutive andranno a determinare viaggi distinti.

Saranno rimborsati esclusivamente i biglietti relativi ai percorsi effettuati per il raggiungimento della sede di frequenza indicati al momento della dichiarazione di cui al punto 7 e per il relativo rientro alla propria residenza.

 

Per ottenere il rimborso gli studenti dovranno obbligatoriamente inoltrare on-line, tramite la sezione dedicata del sito internet regionale, un apposito modulo (Modulo C) stampare il documento e presentarlo, sottoscritto in originale, allegando i titoli di viaggio in originale, alla competente struttura in materia di trasporti, con sede a Pollein.

Il tutto può anche essere spedito per posta (in tal caso, per la data di inoltro, fa fede il timbro postale) o presentato da altra persona, allegando copia di un documento di identità valido del dichiarante.

 

Il rimborso di cui al punto 6.3 sarà possibile esclusivamente per spese di viaggio relative alla sola direttrice Valle d’Aosta – Annecy – Chambéry – Grenoble - Lyon e viceversa, viaggio effettuato contemporaneamente da almeno 3 studenti aventi diritto.

Possono essere oggetto di agevolazione solo i viaggi che siano riconducibili univocamente ad attività di frequenza universitaria.

Il rimborso sarà attribuito in quota parte a tutti gli utenti che autocertificheranno la loro presenza al viaggio.

 

Per ottenere il rimborso gli studenti dovranno presentare, direttamente alla competente struttura in materia di trasporti, con sede a Pollein, un apposito modulo (scaricabile dal sito regionale), sottoscritto in originale, per ogni singolo viaggio effettuato.

Il tutto può anche essere spedito per posta (in tal caso, per la data di inoltro, fa fede il timbro postale) o presentato da altra persona, allegando copia di un documento di identità valido dei dichiaranti.

 

Le scadenze entro le quali potranno essere presentate le richieste di rimborso sono le seguenti:

 

-           biglietti relativi al 1° quadrimestre di ogni anno, dal 1° al31 maggio del medesimo anno;

 

-           biglietti relativi al 2° quadrimestre, dal 1° al 30 settembre del medesimo anno;

 

-                      biglietti relativi al 3° quadrimestre, dal 1° al31 gennaio dell’anno successivo.

 

Si precisa che alle diverse scadenze potranno anche essere presentati i biglietti di viaggio riferiti a più quadrimestri per un massimo di tre quadrimestri consecutivi.

 

 

11. Sanzioni

 

Ai sensi dell’art. 32, comma 3 (Vigilanza e controllo) della legge regionale 1° settembre 1997, n. 29 e successive modificazioni, saranno effettuati opportuni controlli sul corretto utilizzo dei titoli di viaggio agevolati.

In caso di riscontro di utilizzo improprio di tali titoli da parte dei beneficiari delle agevolazioni, sarà disposta la sospensione delle agevolazioni stesse per un periodo di 4 mesi a decorrere dalla data di accertamento dell’infrazione con conseguente ritiro provvisorio della tessera di identità di cui al punto 8.

Successivamente, in caso di recidività di comportamenti non corretti, sarà disposto il ritiro definitivo della tessera e l’impossibilità di accedere ad ulteriori agevolazioni tariffarie.

 

 

12. Disposizioni finali

 

In caso di smarrimento o di furto della tessera di identità di cui al punto 8, il titolare deve presentare alla competente struttura in materia di trasporti copia della denuncia di smarrimento o di furto inoltrata alle autorità competenti; in luogo di tale denuncia può essere resa una dichiarazione sostitutiva ai sensi dell’art. 31 della legge regionale n. 19/2007.

 

Saranno effettuati i controlli, previsti dalla normativa vigente, sulle autocertificazioni rese. In caso di dichiarazioni mendaci, gli studenti saranno tenuti alla restituzione dei rimborsi ottenuti indebitamente con la conseguente impossibilità di accedere a nuove agevolazioni.

 

 

 



Torna su