Domande frequenti

 

NON HO RICEVUTO LA NUOVA CARTE VALLEE
Se la mia Tessera Sanitaria è in scadenza e non ho ricevuto la Nuova Carte Vallée entro 1 mese, devo rivolgermi all'Azienda USL o ad uno Sportello dell'Agenzia delle Entrate per verificare le cause del mancato recapito e richiederne un nuovo invio.
HO SMARRITO/MI HANNO RUBATO LA CARTA
E' necessario chiederne il duplicato recandosi presso un qualsiasi Sportello dell'Agenzia delle Entrate o allo Sportello dell'Azienda USL abilitato.

Se la Carta era stata attivata per l'accesso ai servizi on-line, è necessario richiederne il blocco recandosi presso gli sportelli attivi sul territorio o contattando il Contact Center al Numero 800 610 061 e fornendo il proprio Codice Identificativo Personale (CIP).
LA CARTA NON FUNZIONA
Se la Carta non funziona in modo corretto, è necessario chiederne la sostituzione recandosi presso un qualsiasi Sportello dell'Agenzia delle Entrate o allo Sportello dell'Azienda USL abilitato.

Se la Carta era stata attivata per l'accesso ai servizi on-line, è necessario richiederne il blocco recandosi presso gli sportelli attivi sul territorio o contattando il Contact Center al Numero 800 610 061 e fornendo il proprio Codice Identificativo Personale (CIP).
LA CARTA RIPORTA DATI ANAGRAFICI ERRATI
Qualora si riscontri un errore nei dati anagrafici riportati in chiaro sulla Carta (nome, cognome, codice fiscale, luogo e data di nascita, sesso) è necessario rivolgersi allo sportello dell'Agenzia delle Entrate o all'Azienda USL che provvederanno alla riemissione.

Se la Carta era stata attivata per l'accesso ai servizi on-line, è necessario richiederne il blocco recandosi presso gli sportelli attivi sul territorio o contattando il Contact Center al Numero 800 610 061 e fornendo il proprio Codice Identificativo Personale (CIP).
I DATI ANAGRAFICI HANNO UNA GRAFIA NON CORRETTA
Se la Carta è stata emessa prima del mese di luglio 2011: può contenere dati anagrafici privi di caratteri diacritici, poiché emessa in base al sistema di codifica del Codice fiscale definito dal DM 23/12/1976 n. 13813, che prevede l'uso esclusivo dei 26 caratteri maiuscoli contenuti nella tabella riportata nel decreto stesso. I dati anagrafici sono quindi corretti sebbene senza caratteri diacritici.

Se la Carta è stata emessa dopo il mese di luglio 2011: con circolare n. 34/2011, l'Agenzia delle Entrate ha reso noto che nel proprio sistema informativo è possibile inserire anche nomi e cognomi con caratteri diacritici riportati nell'allegato alla circolare n.1 del 2008 del Ministero dell'Interno, ossia Â=A, Ä=AE, Æ=AE, Ç=C, C=C, Ê=E, Ë=E, Î=I, Ï=I, Ô=O, Ö=OE, Œ=OE, Û=U, Ü=UE, Š=S, Ž=Z, ß=SS e le vocali con accenti acuti e gravi.

In questo caso, se la Carta non riporta la grafia corretta, è necessario rivolgersi allo sportello dell'Agenzia delle Entrate o all'Azienda USL che provvederanno alla riemissione.

Se la Carta era stata attivata per l'accesso ai servizi on-line, è necessario richiederne il blocco recandosi presso gli sportelli attivi sul territorio o contattando il Contact Center al Numero 800 610 061 e fornendo il proprio Codice Identificativo Personale (CIP).
COME REVOCARE IL CERTIFICATO
Per revocare il certificato presente sulla tua Carta è necessario contattare il Contact center al Numero Verde 800 610 061, fornendo il Codice di identificazione (CIP), o recarsi presso uno degli sportelli attivi sul territorio.

Attenzione: la revoca è un'azione definitiva e permanente.
COSA FARE DELLA TESSERA SANITARIA CARTACEA (LIBRETTO SANITARIO)
E' necessario conservarla, sino a nuove indicazioni, in quanto riporta il nominativo del medico di medicina generale/pediatra di libera scelta e le eventuali esenzioni dal ticket.
COME UTILIZZARE LA CARTA ALL'ESTERO
La Carta ha anche valore di Tessera Europea di Assicurazione Malattia (TEAM). Avendo ricevuto la Tessera Sanitaria non serve più rivolgersi all'Azienda USL nel caso ci si debba recare in soggiorno temporaneo nei seguenti Paesi della Comunità Europea: Austria, Belgio, Bulgaria, Cipro, Danimarca, Estonia, Finlandia, Francia, Germania, Grecia, Irlanda, Lettonia, Lituania, Lussemburgo, Malta, Paesi Bassi, Polonia, Portogallo, Regno Unito, Repubblica Ceca, Romania, Slovacchia, Slovenia, Spagna, Svezia, Ungheria. Vale inoltre per la Svizzera e per i Paesi dello Spazio Economico Europeo (SEE) Norvegia, Islanda e Lichtenstein.

Portala sempre con te in quanto ti permette di ricevere tutte le prestazioni sanitarie che si rendessero necessarie durante la tua dimora temporanea in uno degli Stati sopra indicati, alle stesse condizioni dei residenti.
Per Paesi diversi da quelli elencati sarà necessario verificare, presso gli Uffici dell'Azienda USL, l'eventuale esistenza di convenzioni bilaterali per la copertura sanitaria.

Nel caso in cui non si disponga della Tessera in corso di validità e ci si debba recare all'estero, è necessario richiedere un certificato sostitutivo della TEAM presso gli sportelli dell'Azienda USL.
LA NUOVA CARTE VALLEE NON E' COME LA CARTA DI IDENTITA'
La Nuova Carte Vallée non è un documento di riconoscimento "a vista" come la Carta di Identità elettronica (CIE) in quanto non riporta la fotografia del titolare, quindi non la sostituisce.
LA CARTA E' STATA EMESSA PER UNA PERSONA DECEDUTA
E' possibile. I decessi vengono prontamente registrati dalle Anagrafi comunali ma l'aggiornamento del database dell'Agenzia delle Entrate, sulla base del quale la Carta viene prodotta, non è immediato. In questo caso è necessario recarsi allo sportello dell'Agenzia delle Entrate o all'Azienda USL che provvederanno al suo annullamento.
COME E PERCHE' RICHIEDERE IL PIN
Per ottenerlo, il cittadino deve recarsi di persona presso uno degli sportelli abilitati portando con sé la Carta e un documento di identità valido.
Il PIN è necessario per usufruire dei Servizi on-line.
È un codice strettamente personale che consente di riconoscere il suo titolare nell'accesso ai servizi on-line della Pubblica Amministrazione, garantendone la privacy.
Non è obbligatorio richiederlo subito e non ci sono scadenze per farlo. Le prestazioni sanitarie sono comunque garantite perché il possesso del PIN è necessario solo per l'accesso e la fruizione dei servizi on-line resi disponibili dalle Pubbliche Amministrazioni e non per le prestazioni sanitarie.
RICHIEDERE IL PIN PER CONTO DI UN'ALTRA PERSONA
Il PIN può essere richiesto solo dal titolare della Carta o dal rappresentante legale in caso di minore o dal tutore in caso di persona sottoposta a tutela. Non sono previste altre forme di delega.
COSA SONO I CODICI PERSONALI (PIN, PUK, CIP)
I codici personali che vengono consegnati al cittadino all'atto dell'attivazione della Nuova Carte Vallée hanno le seguenti funzioni:
  • PIN, con questo codice è possibile accedere personalmente ai servizi interattivi attraverso un personal computer collegato a Internet e dotato di un apposito lettore di smart-card.
  • PUK, serve per sbloccare il PIN in caso di errata digitazione superiore alle 3 volte.
  • CIP è l'identificativo univoco della Carta che va comunicato qualora richiesto dagli operatori di Call center o dello Sportello.
ALLA CASELLA DI POSTA ELETTRONICA NON MI E' ARRIVATO IL PIN
Occorre controllare innanzitutto che, per errore del programma di posta elettronica, non sia stato inserito nella casella "posta indesiderata".
In caso contrario, è necessario recarsi presso uno degli sportelli abilitati per richiederne la riemissione e il reinoltro.
HO SMARRITO IL PIN/PUK
É necessario recarsi presso uno degli sportelli abilitati per richiedere i nuovi codici. In tal caso si raccomanda di portare la Carta e un documento di identità valido.
CAMBIARE O SBLOCCARE IL PIN
Seguire le istruzioni contenute nel Manuale di configurazione della postazione disponibile nella sezione "Attivazione - Configurare la postazione".
SCADENZA E RINNOVO DELLA NUOVA CARTE VALLEE
La Carta vale 6 anni. Alla sua naturale scadenza, la nuova Carta verrà automaticamente spedita al cittadino. Per i cittadini con copertura sanitaria temporanea (es. residenti in altre regioni o stati, ma domiciliati temporaneamente in Valle d'Aosta), viene emessa una Carta/Tessera Sanitaria con scadenza allineata a quella della copertura stessa.
Se la nuova Carta non arriva in tempo utile (1 mese dalla naturale scadenza), il cittadino dovrà recarsi presso un qualsiasi ufficio dell'Agenzia delle Entrate o presso l'Azienda USL. 



Retour en haut