Disabilità: Contributi rivolti a persone in condizione di disabilità gravissima nonché a persone affette da sclerosi laterale amiotrofica (SLA)

La Struttura Misure per la famiglia dell’Assessorato Sanità, salute, politiche sociali e formazione si occupa della gestione di contributi rivolti a persone in condizione di disabilità gravissima nonché a persone affette da sclerosi laterale amiotrofica (SLA) a sostegno di interventi finalizzati a rimuovere l’esclusione sociale e a favorire l’autonomia e la permanenza a domicilio.

 


REQUISITI
Persone residenti sul territorio regionale, anche ultrasessantacinquenni, in condizione di dipendenza vitale che necessitano a domicilio di assistenza continuativa di carattere socio-sanitario nelle 24 ore per bisogni complessi derivanti dalle gravi condizioni psico-fisiche, con la compromissione delle funzioni respiratorie, nutrizionali, dello stato di coscienza, prive di autonomia motoria e/o comunque bisognose di assistenza vigile da parte di terza persona per garantirne l’integrità psico-fisica.

 


DOCUMENTAZIONE RICHIESTA

  • copia del certificato di invalidità;
  • copia del verbale di accertamento dell’handicap ai sensi della legge 104/1992, art. 3, comma 3;
  • copia della certificazione di stadiazione della malattia rilasciata da un Centro specialistico afferente al Servizio sanitario nazionale o dalla Struttura Neurologia e Stroke UNIT dell’Azienda USL della Valle d’Aosta.

Gli interventi finalizzati a rimuovere l’esclusione sociale e a favorire l’autonomia e la permanenza a domicilio sono i seguenti:

a)     Intervento con assistente/i personale/i

La persona con disabilità, in qualità di datore di lavoro, può assumere assistenti personali in forma privata e diretta. Sono riconosciute come rimborsabili esclusivamente le spese relative al contratto di lavoro stipulato. Per quanto riguarda questo intervento, il contributo ammonta al 70% della spesa sostenuta.

b)     Intervento con care giver familiare

L’interessato può richiedere un contributo per il riconoscimento del lavoro di cura del familiare che volontariamente si prende cura, nell’ambito del Piano assistenziale individualizzato, dell’interessato stesso in condizioni di non autosufficienza o comunque di necessità di ausilio di lunga durata. In relazione a tale intervento, il contributo viene concesso con cadenza mensile ed è compreso tra un minimo di euro 440,00 e un massimo di euro 2.000,00 a seconda dei livelli di stadiazione e dei livelli di compromissione clinica.

c)     Acquisto di ausili e/o attrezzature e per l’effettuazione di opere finalizzate all’abbattimento di barriere architettoniche

Il beneficiario può accedere a contributi per l’acquisto di ausili e/o attrezzature e per l’effettuazione di opere finalizzate all’abbattimento di barriere architettoniche. Per quanto riguarda questo intervento, il contributo ammonta al 90% della spesa sostenuta.

 


SCADENZA
Non esistono termini di scadenza.

 


DOVE PRESENTARE LA DOMANDA E LA DOCUMENTAZIONE
Assessorato Sanità, salute, politiche sociali e formazione
Struttura Misure per la famiglia
Loc. Grande Charrière n. 40 – 11020 Saint-Christophe


Orario di apertura al pubblico: martedì e giovedì dalle ore 9.00 alle ore 14.00. Al di fuori dell’orario di apertura, il pubblico è ricevuto su appuntamento.

 


RICHIESTA INFORMAZIONI
Assessorato Sanità, salute, politiche sociali e formazione
Struttura Misure per la famiglia
Loc. Grande Charrière n. 40 - 11020 Saint-Christophe

e-mail: g.arnod@regione.vda.it / u-accessibilita@regione.vda.it

tel.: 0165/527105

fax: 0165/527100

 


MODULISTICA

 
a)     Intervento con assistente/i personale/i 

 

b)     Intervento con care giver familiare

 

 

c)     Acquisto di ausili e/o attrezzature e per l’effettuazione di opere finalizzate all’abbattimento di barriere architettoniche

 

Elenco completo delle leggi



Torna su