Autorizzazione

Le modalità e i termini del procedimento amministrativo per il rilascio di autorizzazione alla realizzazione di strutture ed all'esercizio di attività sanitarie, socio-sanitarie, socio-assistenziali e socio-educative sono stabiliti dalla deliberazione della Giunta regionale n. 1108 in data 19/8/2016 con decorrenza dal 1° gennaio 2017.

In relazione al potenziale rischio per la sicurezza del paziente nonché all’eventuale obbligo di conformità ai fabbisogni strutturali e produttivi regionali, sono stati individuati tre livelli autorizzativi in ambito sanitario, socio-sanitario, socio-assistenziale e socio-educativo:

  • Nulla-osta igienico-sanitario rilasciato dall’Azienda U.S.L. (si vedano le disposizioni della Delibera del Direttore Generale n. 1233 del 23/12/2016, consultabile sul sito istituzionale dell’Azienda U.S.L., nella sezione “Albo pretorio”;
  • SCIA da presentare all’Assessorato sanità, salute e politiche sociali, secondo le modalità previste dall’art. 3 dell’Allegato A alla DGR 1108/2016;
  • Autorizzazione rilasciata dalla Giunta regionale, previa istanza di parte da presentare secondo le modalità indicate agli articoli 4 e seguenti dell’Allegato A alla DGR 1108/2016.

Allegati alla deliberazione

L'Allegato A descrive l’iter (modalità e tempi) dei diversi procedimenti previsti per la realizzazione e/o l’apertura di strutture in ambito sanitario e sociale.

L’Allegato B elenca le prestazioni di minore invasività nei seguenti ambiti: medicina e chirurgia, odontoiatria, riabilitazione.

L’Allegato C definisce i requisiti minimi generali per l’esercizio di attività sanitaria e socio-sanitaria nonché quelli specifici da applicare agli studi/ambulatori odontoiatrici. L’adeguamento a tali requisiti è richiesto con decorrenza 1° gennaio 2017, fatta eccezione per le strutture sanitarie che, alla data di adozione della DGR 1108/2016 (19 agosto), erano già in possesso del nulla-osta igienico-sanitario rilasciato dall’Azienda U.S.L. o dell’autorizzazione rilasciata dalla Giunta regionale, che devono provvedere all’adeguamento entro il 31/12/2018.

 

NOVITA’

Le principali novità riguardano:

  • Presentazione SCIA (segnalazione certificata di inizio attività) presso l’Assessorato sanità, salute e politiche sociali da parte dei soggetti privati, nei casi previsti dalla tabella sottostante, riportata anche nell’art. 1 dell’Allegato A alla DGR 1108/2016.
  • Riduzione dei tempi del procedimento amministrativo di rilascio delle autorizzazioni in ambito sanitario e sociale.
  • Richiesta all’Azienda U.S.L. di rilascio nulla osta igienico-sanitario per tutte le tipologie di attività e strutture, fatta eccezione per quelle che sono soggette all’autorizzazione della Giunta regionale, per le quali il parere igienico-sanitario viene già rilasciato nell’ambito del procedimento autorizzativo.
 

Sanità e Salute



Torna su