Riserva Naturale Les Iles

Ambiente ripario della media valle centrale, situato alla confluenza del torrente Saint-Marcel con la Dora Baltea, a 530 m di altitudine, in una zona a clima continentale. Nell'area, posta in una zona anticamente occupata da un meandro del fiume, sono presenti due laghi di cava con rive in gran parte naturalizzate, alcuni stagni derivanti dalla confluenza di un torrente laterale nella Dora Baltea e un piccolo bosco igrofilo.

L'AREA PROTETTA

Gestore: Assessorato Agricoltura e Risorse naturali, Servizio aree protette
Sede: Località Amérique 127/a - 11020 Quart
Tel. 0165/527333-527325
Fax: 0165/231810
E-mail: info-areeprotette@regione.vda.it
Sorveglianza: Stazione Forestale di Nus - Tel. 0165/767921
Superficie: 35,4 ha
Altitudine: 526 - 532 metri
Comuni: Saint-Marcel, Brissogne, Quart, Nus
Istituzione: 1995

PUNTI DI INTERESSE

  • La zona umida
    di Les Iles costituisce una testimonianza dell'antico paesaggio ripario di fondovalle, ormai scomparso in quasi tutta la regione. Già oasi di protezione della fauna dal 1982, rappresenta il più importante punto di sosta e alimentazione per le specie migratrici di passaggio e, per altre, l'unico sito adatto alla nidificazione.

  • La vegetazione
    acquatica è assai scarsa, ma con specie poco comuni in Valle d'Aosta, quali la Brasca a foglie opposte e la Brasca di Berchtoldi. Le rive dei laghi e degli stagni ospitano le piante tipiche delle paludi, la Cannuccia di palude, la Lisca maggiore e la rara Lisca minore mentre, con l'approfondirsi della falda, compaiono carici e giunchi.

I boschi igrofili, articolati in fasce poste a distanza crescente dalla Dora Baltea, sono costituiti da arbusteto, ontaneto e, a maggior distanza dal fiume, bosco misto igrofilo a Salice comune e Pioppo nero.

  • L'area protetta
    ospita un'avifauna particolarmente ricca e interessante. Il numero massimo di segnalazioni si registra nel periodo del passo primaverile, con avvistamenti di specie accidentali in Valle d'Aosta, quali l'Airone bianco maggiore e l'Orchetto marino. È stata accertata la nidificazione di oltre 40 specie, molte delle quali tipiche degli ambienti acquatici: il Tarabusino, il Germano reale, la Folaga, il Corriere piccolo, la Cannaiola, il Migliarino di palude.

COME ARRIVARCI

  • In Auto
    Viabilità ordinaria: SS 26 direzione Torino. Ponte per Brissogne. Frazioni Neyran e Prarayé.

 



Retour en haut