Biodiversità

“La variabilità fra gli organismi viventi d'ogni tipo, inclusi, fra gli altri, i terrestri, i marini e quelli d'altri ecosistemi acquatici, nonché i complessi ecologici di cui fanno parte. Ciò include la biodiversità entro le specie e la diversità negli ecosistemi”.

Le Nazioni Unite hanno dichiarato il 2010 anno internazionale della Biodiversità.

La Regione Autonoma Valle d'Aosta ha aderito all'iniziativa attraverso la Sruttura aree protette, competente in materia di biodiversità.

Tra le tante iniziative avviate per l'Anno internazionale della biodiversità, il Servizio aree protette:

  • ha avviato studi giuridici (analisi comparative) e naturalistici nella zona-pilota Sic-Zps “Ambienti glaciali del Gruppo del Monte Rosa” nel quadro del progetto europeo Spazio alpino “Econnect-Improving ecological connectivity in the Alps”;
  • ha avviato il progetto VdA Nature Métro, rivolto a promuovere la valorizzazione del patrimonio naturalistico valdostano e la fruizione turistica consapevole delle aree protette del territorio regionale. Il progetto - sviluppato in collaborazione con la Presidenza della Regione e l'Assessorato del Turismo, sport e commercio - è cofinanziato dall'Unione europea, dallo Stato e dalla stessa Regione autonoma Valle d'Aosta, nell'ambito del Programma operativo Competitività regionale 2007-2013;
  • ha aderito in qualità di “partners” al progetto europeo "Wild Wonders of Europe" che ha come scopo la conservazione e la condivisione tra i popoli europei del territorio e delle risorse naturali presenti nel Vecchio Continente
  • ha aggiornato la lista rossa delle specie floristiche minacciate e predisposto la nuova legge regionale in materia di conservazione della flora alpina - l.r. n. 45 del 7 dicembre 2009 - pubblicata sul bollettino ufficiale della Regione autonoma Valle d'Aosta n. 1/5 gennaio 2010;
  • è attivo nell'ambito dei programmi di cooperazione transfrontaliera Italia-Francia "Phenoalp" e "Espace Mont Blanc".
 



Torna su