Notiziario contratti pubblici

Il notiziario “Osservatorio dei contratti pubblici” illustra l’attività nella Regione autonoma Valle d’Aosta nel settore degli appalti pubblici per ciò che concerne i lavori e i servizi e forniture. In esso sono raccolti i dati relativi alle procedure esperite ed alle procedure ultimate dalle strutture organizzative della Regione, dai Comuni, dalle Comunità Montane e da altre Amministrazioni aggiudicatrici. L'indagine è condotta nel contesto dell'onere informativo che è previsto nei confronti dell'Autorità nazionale anticorruzione, che svolge i compiti e le funzioni della soppressa Autorità per la vigilanza sui contratti pubblici di lavori, servizi e forniture a far data dall'entrata in vigore del D.L. 24/06/2014, n. 90. L'onere informativo nei confronti dell'Osservatorio regionale sussiste per importi superiori o uguali a 40.000 Euro e gli interventi sono aggregati in funzione di due classi di importo, superiore o inferiore alla soglia di 150.000 Euro. L’elaborazione dei dati e la redazione del Notiziario sono condotte presso il Dipartimento programmazione, difesa del suolo e risorse idriche.

Il notiziario è articolato in tre parti (parte prima – lavori; parte seconda – servizi e forniture; parte terza – riepilogo globale); ogni parte è composta da due sezioni (sezione gare esperite; sezione procedure ultimate); ogni parte presenta rappresentazioni riepilogative (per mezzo di grafici e tabelle) e al notiziario è allegato l'elenco analitico dei contratti considerati. In ogni sezione i grafici e tabelle sono presenti per le classi di importo: superiore a 150.000 Euro, inferiore a 150.000 Euro e per tutti gli importi. La classe di importo inferiore a 150.000 Euro riguarda gli interventi di importo compreso tra maggiore o uguale a 40.000 Euro e inferiore o uguale a 150.000 Euro. Il notiziario regionale “Osservatorio dei contratti pubblici”, raccoglie i dati relativi alle gare esperite e alle procedure ultimate nel periodo di riferimento. Con gare esperite si intende l’avvenuta efficacia dell’aggiudicazione/affidamento indipendentemente dalla procedura. Con procedura ultimata si intende il contratto con collaudo / certificato di regolare esecuzione approvato o certificato di verifica di conformità. Particolare attenzione è stata posta per recuperare le informazioni non elaborabili in quanto omesse o ritenute non coerenti, l'interazione diretta con le stazioni appaltanti ha consentito di aumentare l'accuratezza e la consistenza della base dati. La parte lavori rispetto alla parte servizi e forniture è di migliore consistenza, soprattutto nella sezione procedure ultimate, in quanto rappresenta la parte consolidata dell’ambito di rilevazione e risente meno dell’avvio e dell’estensione della rilevazione e dei successivi aggiornamenti della procedura. Con la redazione del notiziario l’Osservatorio regionale dei contratti pubblici intende fornire uno strumento di analisi con dati aggregati.

Il notiziario “Osservatorio dei contratti pubblici” rappresenta l'evidenza delle attività svolte nell'ambito delle competenze previste dal nuovo assetto normativo di fonte statale che attribuisce all'Autorità nazionale anticorruzione i compiti e le funzioni della soppressa Autorità per la vigilanza sui contratti pubblici di lavori, servizi e forniture. La redazione del notiziario è stata avviata, per ciò che concerne la parte lavori, nell’anno 1998 e dall'edizione del 2° semestre 2000 l'indagine è rivolta, oltre alla raccolta dei dati relativi alle procedure di competenza dell’Amministrazione regionale, anche a Comuni, Comunità montane e ad altri Enti tenuti all'invio dei dati. Dall’edizione del 1° semestre 2005 l’indagine è stata estesa alla classe di importo compresa tra 20.000 Euro e 150.000 Euro. Dall’edizione relativa all’anno 2009 il notiziario presenta anche la parte relativa a servizi e forniture di importo maggiore a 150.000 Euro, contratti che sono entrati nel campo di indagine dell’Osservatorio regionale dei contratti pubblici, sia una parte di riepilogo globale per tutte le tipologie di contratto. Con l’estensione dell’ambito di indagine avvenuta nel 2011 nel notiziario si è introdotta la parte relativa a servizi e forniture di importo inferiore a 150.000 Euro. I Grafici e le tabelle sono stati ottenuti da dati acquisiti dall’Osservatorio regionale dei contratti pubblici in cui confluiscono le schede informative trasmesse dal Responsabile unico del procedimento (Coordinatore del ciclo ai sensi della normativa regionale di settore dei lavori pubblici). La base dati è integrata dalle schede trasmesse alla sezione centrale di Roma da parte delle stazioni appaltanti di interesse sovraregionale. L'obbligo di invio delle informazioni per mezzo delle schede predisposte dall'Autorità per la vigilanza sui contratti pubblici di lavori servizi e forniture è stato stabilito: per i contratti di lavori per appalti aggiudicati dopo il 1° gennaio 2000; per contratti di servizi e forniture per affidamenti dopo il 1° gennaio 2008. L'Amministrazione regionale ha reso disponibile, dal giugno 2002, un sistema di raccolta dati via Internet che consente ad utenti abilitati la trasmissione delle schede informative via telematica in luogo dell'invio di documenti cartacei. Dal maggio 2004 la trasmissione dei dati informativi è possibile per tutte le classi di importo di lavori. Dal dicembre 2008 l’acquisizione della trasmissione telematica dei dati informativi è prevista per contratti di servizi e forniture di importo maggiore a 150.000 Euro che è stata estesa dal 2011, con ulteriore aggiornamento della procedura, ai contratti di servizi e forniture di importo inferiore a 150.000 Euro.

 



Torna su