Competenze

 

 

Il Nucleo di valutazione e verifica delle opere pubbliche (NUVVOP) ha competenze settoriali legate alle opere pubbliche di rilievo regionale e comunale connesse ai seguenti documenti di programma: 

  1. Fondo per speciali programmi di investimento (FOSPI) di cui alla l.r. 48/1995 e successive modificazioni;
  2. Piano degli interventi che comportano la realizzazione di opere di rilevante interesse regionale di cui all’articolo 3 della l.r. 17 agosto 2004, n. 21;
  3. Piano di tutela delle acque, di cui al d.lgs. 11 maggio 1999, n. 152 e successive modificazioni;
  4. Piano degli interventi di cui all’articolo 8, comma 1, della l.r. 18 gennaio 2001, n. 5 (difesa del suolo);
  5. Programma regionale di previsione dei lavori pubblici di cui all’articolo 7 della l.r. 12/1996, come sostituito dall’articolo 6 della l.r. 29/1999;
  6. Ulteriori documenti o strumenti di programma concernenti le opere pubbliche, individuati dalla Giunta regionale.

 

A tali competenze corrispondono diverse attività, affidate allo stesso dalla Giunta regionale, con deliberazione n. 143 del 7 febbraio 2014.

Tali attività concernono:

  • l’attività di indirizzo, con particolare riferimento alla condivisione di tecniche di programmazione e valutazione finalizzate all’ottimale utilizzo dei fondi regionali, statali e europei, nonché al rafforzamento del sistema di monitoraggio, e di supporto metodologico alle strutture regionali competenti per l’elaborazione, l’attuazione, il monitoraggio, la valutazione e la verifica dei documenti di programma, anche con l’organizzazione di giornate di formazione rivolte a professionisti e amministratori;
  • l’attività di analisi di opportunità e fattibilità degli investimenti e di valutazione ex ante di progetti ed interventi;
  • l’attività di indirizzo metodologico al Coordinatore del ciclo per la realizzazione dei lavori pubblici nella fase progettuale e per la verifica e la validazione del progetto di un lavoro pubblico, prevedendo anche l’organizzazione di giornate di formazione;
  • rivolte a professionisti e amministratori;
  • Ulteriori attività che si dovessero rendere necessarie nella fase di programmazione degli interventi sia in quella di progettazione degli stessi per migliorare la capacità dell’Amministrazione pubblica di esprimere risposte ai bisogni e per supportare il Coordinatore del ciclo.

 

 



Torna su