Composizione e competenze

La composizione del Nuvv è determinata dall'addizione dei componenti del Nuvvop e del Nuval come, da ultimo, da delibera della Giunta regionale n. 1842 del 30 dicembre 2016.

Il Nuvv è presieduto dal Segretario generale della Regione, dr. Luigi Malfa, che in ragione della sua visione d'insieme delle politiche di sviluppo, garantisce una regia forte dell'integrazione tra le due sezioni e rappresenta unitariamente il Nuvv della Valle d'Aosta.

I componenti del Nuvvop  individuati dalla Giunta regionale sono i seguenti:

  • l'ing. Raffaele Rocco, Coordinatore del Dipartimento programmazione, difesa del suolo e risorse idriche dell'Assessorato opere pubbliche, difesa del suolo e edilizia residenziale pubblica, con funzioni di presidente del Nuvvop;
  • l'ing. Massimo Rosset, Coordinatore del Dipartimento infrastrutture, viabilità ed edilizia residenziale pubblica dell'Assessorato opere  pubbliche, difesa del suolo e edilizia residenziale pubblica;
  • l'arch. Franco Pagano, Dirigente della Struttura stazione unica appaltante programmazione di lavori pubblici dell'Assessorato opere pubbliche, difesa del suolo e edilizia residenziale pubblica;
  • il dr. Gianpaolo Lalicata, Responsabile del supporto al Nucleo e del coordinamento dei programmi di intervento;
  • l'arch. Elena Lazzarotto, Responsabile del programma di intervento in materia di edilizia scolastica;
  • l'ing. Andrea Florio, Responsabile del programma di intervento del patrimonio immobiliare regionale;
  • un rappresentante del CELVA.

 I componenti del Nuval  individuati dalla Giunta regionale sono i seguenti:

  • il dr Enrico Mattei, Coordinatore del Dipartimento politiche strutturali e affari europei, della Presidenza della Regione, con funzioni di Presidente del Nuval;
  • il dr Marco Riccardi, Dirigente della Struttura Programmi per lo sviluppo regionale, della Presidenza della Regione;
  • il dr Massimiliano Cadin, Dirigente della Struttura Politiche della formazione e dell'occupazione, dell'Assessorato attività produttive, energia e politiche del lavoro;
  • il dr Remo Chuc, Capo dell'Ufficio di rappresentanza a Bruxelles, della Presidenza della Regione;
  • il dr Claudio Bredy, Dirigente della Struttura Politiche regionali di sviluppo rurale, dell'Assessorato agricoltura e risorse naturali;
  • il dr Fausto Ballerini, Dirigente della Struttura Programmazione negoziata e aiuti di stato, della Presidenza della Regione;
  • il dr Dario Ceccarelli, Capo dell'Osservatorio economico e sociale, della Presidenza della Regione;
  • il dr Francesco Gagliardi, esperto nelle politiche di sviluppo imprenditoriale, occupazionale, di inclusione sociale e di istruzione;
  • il dr Michel Laine, esperto in definizione, negoziazione e gestione delle politiche pubbliche;
  • il prof. Umberto Janin Rivolin, del Politecnico di Torino, esperto in pianificazione spaziale;
  • il dr Roberto Cagliero, esperto nelle politiche di sviluppo rurale e locale.

Per quanto riguarda le modalità di reclutamento dei componenti fissi, interni ed esterni del Nuvv, la selezione è avvenuta sulla base delle competenze e delle professionalità possedute oppure sono specialisti di settore, responsabili di settore nei confronti dell’Amministrazione. I componenti esterni del Nuval sono stati reclutati attraverso una procedura di valutazione comparativa, ai sensi del capo I della l.r. 18/1998.

 

 

Le due sezioni del Nuvv si impegnano a collaborare reciprocamente ai fini di:

  • perseguire la coerenza e l’integrazione tra piani, programmi e progetti;
  • armonizzare le metodologie per la definizione, l’attuazione, la valutazione e la verifica di piani, programmi e progetti;
  • armonizzare le procedure di selezione dei progetti.

Al Nuvvop, nell’ambito delle proprie funzioni, sono affidati i compiti seguenti:

  • l'attività di indirizzo, con particolare riferimento alla condivisione di tecniche di programmazione e valutazione finalizzate all'ottimale utilizzo dei fondi regionali, statai e europei, nonché al rafforzamento del sistema di monitoraggio e di supporto metodologico alle strutture regionali competenti per l'elaborazione, l'attuazione, il monitoraggio, la valutazione e la valutazione e la verifica dei seguenti documenti di programma:
  • attività di analisi di opportunità e fattibilità degli investimenti e di valutazione ex ante di progetti ed interventi;
  • attività di indirizzo metodologico al Coordinatore del ciclo per la realizzazione dei lavori pubblici nella fase progettuale e per la verifica e la validazione del progetto in un lavoro pubblico, prevedendo anche l'organizzazione di giornate di formazione rivolte a professionisti e amministratori;
  • ulteriori attività che si dovessero rendere necessarie nella fase di programmazione degli interventi sia in quella di progettazione degli stessi per migliorare la capacità dell'Amministrazione pubblica di esprimere risposte ai bisogni e per supportare il Coordinatore del ciclo.

Al Nuval, nell’ambito delle proprie funzioni, sono affidati i compiti seguenti:

  • l’assistenza e il supporto tecnico nella programmazione della Politica regionale di sviluppo cofinanziata dai Fondi strutturali europei e statali, per i periodi 2007/13 e 2014/20, con particolare riguardo a:
    • analisi del contesto e degli scenari regionali e loro evoluzione;
    • definizione della strategia unitaria regionale;
    • definizione delle modalità e degli strumenti per l’integrazione fra programmi, progetti e fondi;
    • rafforzamento delle capacità di programmazione, gestione, animazione territoriale e valutazione dei soggetti regionali coinvolti;
  • l’assistenza e il supporto tecnico nell’attuazione della Politica regionale di sviluppo, per i periodi 2007/13 e 2014/20, con particolare riguardo a: 
    • elaborazione dei Rapporti di monitoraggio;
    • sviluppo del sistema di monitoraggio unitario (Sispreg);
    • elaborazione e aggiornamento dei Piani di comunicazione e committenza delle relative azioni;
    • concertazione, in particolare nell'ambito del Forum partenariale e dei tavoli tematici;
  • l'assistenza e il supporto tecnico nella valutazione della Politica regionale di sviluppo, per i periodi 2007/13 e 2014/20, con particolare riguardo a:
    • elaborazione e aggiornamento del Piano di valutazione unitaria;
    • elaborazione e aggiornamento dei Piani di valutazione dei singoli Programmi e committenza delle valutazioni esterne, anche al fine di garantire la qualità dei processi e dei prodotti delle valutazioni dei singoli programmi;
    • predisposizione dei Rapporti annuali di valutazione, con elaborazione diretta delle valutazioni interne e di approfondimenti tematici;
    • presentazione dei Rapporti annuali di valutazione alla Giunta regionale e al partenariato istituzionale, economico, sociale e ambientale;
    • predisposizione di analisi valutative, pareri e proposte alla Giunta regionale, nonchè supporto alle Autorità di gestione nell'espletamento delle loro funzioni;
  • ulteriori attività che si dovessero rendere necessarie, tra cui la partecipazione alle attività del Sistema nazionale di valutazione, per gli ambiti di competenza.

 

 



Torna su