CRISI:ROLLANDIN,DISAPPUNTO NON COINVOLGIMENTO INIZIATIVA BCC

13:39 - 12/03/2010 


(ANSA) - AOSTA, 12 MAR - Disappunto "per il mancato coinvolgimento della Regione" nell'iniziativa avviata dalla Banca Valdostana di Credito Cooperativo e dalla Caritas diocesana per l'erogazione di microcredito alle famiglie e alle imprese in difficoltÓ Ŕ stato espresso oggi dal presidente della Regione Valle d'Aosta, Augusto Rollandin.

In un'intervista al canale satellitare Sky 'La Valle d'Aosta in Tv', Rollandin ha aggiunto: "Dispiace leggere sui giornali di certe iniziative senza essere stati coinvolti; assieme avremmo potuto fare meglio e di pi¨ visto che il Consiglio regionale ha approvato una legge per il microcredito sociale".

La banca ha istituito un fondo di rotazione di 250.000 euro per l'erogazione di prestiti fino a 5000 euro; l'istruttoria delle domande Ŕ affidata alla Caritas che approverÓ il finanziamento in base anche all'onorabilitÓ delle persone.

Rollandin ha poi fatto sapere che la Giunta regionale si accinge ad emanare le linee guida per l'attuazione della legge regionale del dicembre scorso per l'erogazione del micro-credito sociale e di prestiti d'onore. L'accesso al Fondo sarÓ consentito per un massimo di tre volte ed i finanziamenti del credito sociale non sono cumulabili tra loro e con altre agevolazioni. Possono beneficiare del microcredito a tasso agevolato, che deve essere restituito nel massimo di cinque anni, i cittadini italiani o di uno Stato europeo, nonchÚ i cittadini extracomunitari regolarmente soggiornanti nel territorio italiano e residenti da almeno tre anni in Valle d'Aosta.

"Per la Banca valdostana di Credito Cooperativo - ha commentato Rollandin - non Ŕ certo una bella pagina soprattutto in questa fase di crisi in cui la massima collaborazione Ŕ pi¨ che mai necessaria per aiutare le famiglie e le imprese ad superare le difficoltÓ del momento". (ANSA).


Notizie del giorno



Torna su