WEEK END: MOSTRE; VENEZIA, TRA BIENNALE E FUTURISMO / ANSA

(RUBRICHE)
16:51 - 04/06/2009 


(ANSA) - ROMA, 4 GIU - Tra la 53/a edizione della Biennale delle Arti visive (con l'esposizione internazionale, la rassegna Collaudi al Padiglione Italia e 44 eventi collaterali) e la grande mostra Astrazioni, seconda tappa di Futurismo 100, Ŕ Venezia la capitale dell'arte in questo week end, che vede anche a Milano la celebrazione del bicentenario di Darwin e a Roma Scritti e Scatti, il bel mondo secondo Marina Cicogna.

VENEZIA - Al via nel segno della luce Fare mondi/Making Worlds, la 53/a Esposizione internazionale d'arte della Biennale di Venezia diretta da Daniel Birnbaum che quest'anno, con 77 presenze nazionali e 44 eventi collaterali registra la pi¨ vasta partecipazione della storia dell'istituzione veneziana. Dalle sculture di luce dell'artista brasiliana Lygia Pape ricostruite dalla Biennale che aprono il percorso all'Arsenale alla pura luce dell'unicorno rivisitato da Nicola Bolla al Padiglione Italia, le opere proposte quest'anno sono in gran parte attraversate da una tangibile spiritualitÓ. Cadute definitivamente in questo centenario del Futurismo italiano le barriere disciplinari artistiche, la luce diventa privilegiato elemento immaterico, definite "scintille di novitÓ" dal direttore Birnbaum. E al Futurismo Ŕ ispirata Collaudi. Omaggio a Marinetti, la mostra del Padiglione Italia curato da Luca Beatrice e Beatrice Buscaroli. Tra gli artisti invitati a partecipare con opere appositamente realizzate, Matteo BasilÚ, Nicola Bolla, Sandro Chia, Marco Cingolani, Marco Lodola, Davide Nido, Luca Pignatelli, Sissi, Nicola Verlato e Silvio Wolf.

VENEZIA - Si intitola Astrazioni il secondo appuntamento di Futurismo 100 che si apre domani al Museo Correr. L'esposizione Ú l'occasione per una rilettura critica del concetto stesso di astrazione. Grazie a un confronto tra le opere del maestro del futurismo italiano Giacomo Balla, e quelle dei grandi artisti europei a lui contemporanei, risalta il superamento delle astrazioni pi¨ tecniche, giÓ sperimentate dal Cubismo. Le opere di Balla costituiscono infatti il termine di paragone con quelle di altri grandi interpreti contemporanei: dalla ricerca di Piet Mondrian alle ironiche rappresentazioni di Francis Picabia e le sue bizzarre macchine dada, dalla ricerca di essenzialitÓ di Robert Delaunay e Frantisek Kupka fino alle taglienti provocazioni di Marcel Duchamp che si rivela molto vicino alla poetica del maestro futurista.

MILANO - Aiuta a capire cosa siamo e perchÚ, la grande mostra Darwin 1809/2009 allestita da oggi alla Rotonda della Besana nel bicentenario della nascita del naturalista inglese e a 150 anni dalla pubblicazione de L'Origine della specie. L'importante esposizione Ŕ un doppio viaggio, fisico-geografico (cinque anni sul Beagle in giro per il mondo a raccogliere indizi) e interiore (pensieri e dubbi appuntati sui taccuini), che comprende animali veri (armadillo, iguana, tartarughe), animali imbalsamati, scheletri, piante secche, disegni, annotazioni, foto, lettere e l'eco delle onde.

ROMA - Si intitola Scritti e Scatti la mostra fotografica, da oggi a Villa Medici, in cui la produttrice Marina Cicogna, protagonista indiscussa del cinema e del jet set degli anni d'oro, ricostruisce una stagione indimenticabile della cultura e della societÓ. Le immagini di personaggi diventati vere e proprie icone come Brigitte Bardot, Silvana Mangano, Aristotele Onassis, Gianni Agnelli, Valentino si susseguono tra ritratti e istantanee, commentati di pugno dalla contessa che ha prodotto pietre miliari della cinematografia, da Belle de Jour a Ultimo Tango. (ANSA).


Notizie del giorno



Torna su