Europa-Regioni: Ue, discarica Borgo Montello rispetti regole

Vella risponde a interrogazione M5S, Ŕ responsabilitÓ Italia
17:31 - 14/01/2015 


(ANSA) - BRUXELLES, 14 GEN - La discarica di Borgo Montello (LT) nel Lazio deve rispettare "le disposizioni della direttiva relativa alle discariche di rifiuti e, in caso di superamento delle soglie prescritte, anche la direttiva sulle emissioni industriali". A ricordarlo all'Italia Ŕ il commissario europeo all'ambiente, Karmenu Vella, nella sua risposta all'interrogazione presentata dagli eurodeputati pentastellati Fabio Massimo Castaldo, Piernicola Pedicini, Eleonora Evi e Laura Agea, secondo cui "stando ai rapporti dell'ARPA Lazio risalenti al 2005, la discarica di Borgo Montello poggia su una falda acquifera ormai largamente contaminata". Inoltre "analisi svolte nel 2013 hanno rilevato la presenza di alte concentrazioni di metalli in alcuni pozzi adiacenti ad aree agricole" aggiungono gli eurodeputati del M5S, secondo cui "la bonifica realizzata tra il 1998 e il 2001 dalla SocietÓ Ecoambiente Ŕ stata realizzata in modo incompleto causando l'irreversibile contaminazione delle falde acquifere adiacenti". Ciononostante, "nel mese di luglio 2014, la Regione Lazio ha autorizzato il rinnovo dell'Autorizzazione integrata ambientale (AIA) per le attivitÓ della Ecoambiente".

Fare chiarezza sulla vicenda ed eventualmente comminare sanzioni, spiega chiaramente il commissario europeo all'ambiente, Ŕ prima di tutto responsabilitÓ dell'Italia. "Spetta agli Stati membri - scrive Vella - la responsabilitÓ primaria di garantire la conformitÓ e di assicurare che i gestori degli impianti e le autoritÓ competenti adottino misure adeguate per far rispettare le condizioni di autorizzazione e le norme ambientali, anche attraverso ispezioni ambientali e sanzioni". (ANSA)


Notizie del giorno



Torna su