Accreditamento enti formazione

 

L’accreditamento dei soggetti che si occupano di formazione professionale si inscrive in un processo più ampio di promozione e rafforzamento dell’innovazione, della qualità e dell’integrazione dei sistemi di istruzione, formazione e lavoro.

Nel rispetto della libertà di concorrenza e del pluralismo dell’offerta, l'accreditamento è finalizzato a garantire a tutti i cittadini il diritto di accesso all’apprendimento lungo tutto l’arco della vita, attraverso la definizione di uno standard minimo di qualità ed affidabilità dei soggetti erogatori di formazione.

Con Deliberazione n. 264 del 12 marzo 2018, la Giunta regionale ha approvato le nuove disposizioni di accreditamento, abrogando il precedente dispositivo ed accorpando nelle nuove disposizioni anche le regole per l’accreditamento per la realizzazione dei percorsi di IeFP, approvate con D.G.R. 324/2016.

Tra le principali novità delle nuove disposizioni, l’introduzione di due distinti ambiti di accreditamento:

-       Ambito A – formazione finanziata

-       Ambito B – formazione non finanziata.

Quest’ultimo ambito consente l’accreditamento per la realizzazione di attività di formazione non costituenti oggetto di cofinanziamento pubblico, per le quali il soggetto erogatore intenda richiedere il riconoscimento pubblico, ai fini del rilascio di attestazioni valide ai fini dell’accesso ad esami di abilitazione, qualifica professionale o altra forma di certificazione pubblica, nonché per la realizzazione delle attività formative previste dal D.Lgs. 81/2008 in materia di salute e sicurezza del lavoro.

Alla sezione "Documentazione" è disponibile la modulistica per la richiesta di accreditamento.

 



Torna su