Centri per l'impiego

 

I Centri per l’Impiego (C.P.I.) presenti ad Aosta, Morgex e Verrès, sono rivolti alle persone in cerca d’occupazione, agli occupati, ai datori di lavoro e agli Enti locali, ed offrono servizi finalizzati a certificare lo stato occupazionale, a promuovere l’incontro tra la domanda e l’offerta di lavoro, a migliorare la trasparenza e l’efficienza del mercato del lavoro locale e ad elevare l’occupabilità dei lavoratori.

Per gli orari vai al link.

Per consultare le offerte di lavoro segui il link

Per conoscre i tirocini disponibili segui questo link

I lavoratori e i datori di lavoro si devono rivolgere al C.P.I. di competenza secondo il Comune di domicilio o la sede operativa dell’impresa, in quanto i 3 Centri afferiscono a 3 bacini d’impiego diversi:

Centro per l’impiego di Morgex – comuni di La Thuile, Courmayeur, La Salle, Pré-Saint-Didier, Morgex

Centro per l’impiego di Aosta – comuni di Avise, Arvier, Saint-Nicolas, Villeneuve, Introd, Saint-Pierre, Cogne, Aymavilles, Sarre, Rhêmes-Saint-Georges, Rhêmes-Notre-Dame, Gressan, Charvensod, Pollein, Saint-Rhémy-en-Bosses, Saint-Oyen, Etroubles, Gignod, Allein, Doues, Valpelline, Ollomont, Bionaz, Roisan, Saint-Christophe, Quart, Brissogne, Nus, Fénis,  Saint-Marcel

Centro per l’impiego di Verrès – comuni di Verrayes, Chambave, Torgnon, Antey-Saint-André, La Magdeleine, Chamois, Valtournenche, Châtillon, Pontey, Saint-Vincent, Montjovet, Emarèse, Champdepraz, Verrès, Challand-Saint-Victor, Challand-Saint-Anselme, Brusson, Ayas, Arnad, Hône, Bard, Donnas, Pont-Saint-Martin, Perloz, Lillianes, Fontainemore, Gaby, Gressoney-Saint-Jean, Gressoney-La-Trinité, Pontboset, Champorcher

Il lavoratore che si presenta al Centro per l’Impiego per la presa in carico, se privo di occupazione per iscriversi all’anagrafe dei Centri regionali deve:

  • rilasciare dichiarazione della sua immediata disponibilità al lavoro (D.I.D.)
  • concordare un Patto di servizio per definire le caratteristiche della presa in carico

per accedere ai servizi specialistici, come l’incontro domanda e offerta - per essere segnalato alle aziende che scelgono di rivolgersi ai C.P.I., deve concordare un successivo colloquio individuale per elaborare la sua candidatura e l’iscrizione alla banca dati specifica.

Presso i centri operano i seguenti servizi specialistici, cui si accede a seguito di un colloquio di accesso, utile a presentare i servizi:

  • Centro Orientamento, che offre una consulenza orientativa rivolta a tutti coloro che , giovani o adulti, stanno compiendo delle scelte scolastiche o professionali, utilizzando tirocini, percorsi individualizzati, consulenze e percorsi di gruppo.
  • Centro per il diritto al lavoro dei disabili e degli svantaggiati, che sostiene le persone disabili e svantaggiate per facilitarne l'inserimento lavorativo attraverso percorsi di formazione e tirocini e parallelamente è il riferimento per le imprese sottoposte alla legge 68/99 - collocamento mirato;
  • Servizio Incontro domanda e offerta di lavoro, che alle imprese offre servizi  per il reclutamento  del personale ( curricula vitae di potenziali candidati,  assistenza alla selezione, consulenza agli incentivi all’assunzione)  ai lavoratori servizi di sostegno alla ricerca attiva del lavoro; 
  • Sportello Eures.

Le loro funzioni:

  • aggiornamento dello status occupazionale del lavoratore e monitoraggio quantitativo e qualitativo dei flussi del mercato del lavoro (schede anagrafica, professionale, sistema di comunicazioni obbligatorie da parte delle imprese) anche ai fini della realizzazione e della manutenzione del Sistema Informativo Lavoro;
  • certificazione dello stato di disoccupazione involontaria e della sua durata, ai fini dell’accesso alle misure di prevenzione e di contrasto (formazione professionale, tirocini, orientamento), alle agevolazioni contributive e fiscali, ai trattamenti previdenziali;
  • promozione dell’incontro tra la domanda e l’offerta, con servizi mirati e personalizzati ai datori di lavoro nell’individuazione e reclutamento di personale adeguato ai fabbisogni occupazionali ed ai lavoratori alla ricerca attiva di un impiego;
  • sostegno all’inserimento lavorativo dei disoccupati con interventi mirati di consulenza ed orientamento; 
  • promozione all’accesso alle informazioni sui sistemi del lavoro, delle professioni, della formazione e dell’istruzione: il Centro per l’impiego è un polo informativo che raccoglie, arricchisce, costruisce, rielabora, mette in rete e ridistribuisce le informazioni sia alle persone sia agli altri attori del sistema regionale e nazionale, avvalendosi di sistemi informativi efficienti e innovativi;
  • attivazione e promozione delle misure previste nel Piano triennale di politica del lavoro, in particolare per i soggetti più a rischio d’esclusione dal mercato individuati dallo stesso piano;
  • punto di snodo verso servizi specialistici e/o centralizzati.


Per poter svolgere al meglio le proprie funzioni la nuova struttura dei Centri per l’Impiego prevede al suo interno un’organizzazione che, a seconda delle funzioni, suddivide l’erogazione dei servizi nelle seguenti aree funzionali:

  • Area Accoglienza Informazione– svolge una funzione fondamentale per il rapporto tra struttura e utente, è il filtro per i servizi sia interni sia esterni al Cpi, è un polo informativo rivolto a tutti i cittadini.
  • Area Occupazione– prende in carico le persone prive di occupazione immediatamente disponibili al lavoro, svolge la funzione di certificazione, definisce un profilo di occupabilità che sfocia nel Patto di Servizio tra operatore e utente.
  • Area Lavorare nel Pubblico– gestisce le chiamate pubbliche su presenza, informa i cittadini sulle opportunità di lavoro nel settore pubblico e sui canali di reclutamento dello stesso.
  • Area incontro domanda/offerta– favorisce l’incontro fra lavoratori e imprese, ha la conoscenza anche qualitativa degli elementi caratteristici della domanda e dell’offerta di lavoro. Quest’area è il cuore del Centro per l’impiego: i servizi devono essere in grado di rispondere adeguatamente e tempestivamente alle esigenze aziendali.
 

Lavoro e Fondo Sociale Europeo



Torna su