Attività estrattive
FUMETTO: ORESTE IL MINATORE
Renato Stevanon
Funzionario del Servizio cave, miniere e sorgenti
All’inizio dell’anno 1991 mi sono trasferito, dopo quindici anni di attività nel settore idraulico, all’allora neonato Ufficio cave e miniere.
Il settore estrattivo (cave e miniere), di cui conoscevo relativamente poco, mi ha aperto un mondo che, presupposto, in un primo momento, “inerte”, ha nel corso del tempo catturato prima il mio interesse poi la mia passione.
Nei primi anni del 2000 l’attenzione dell’ufficio, dopo che l’attività relativa alla coltivazione delle cave di inerti (sabbie e ghiaie) di pietrame, dei marmi e delle pietre affini ad uso ornamentale era entrata a regime, si è spostata sul settore minerario vero e proprio soprattutto in relazione alle problematiche legate alla sicurezza delle miniere abbandonate ed al contemporaneo fenomeno di crescente interesse in merito alla valorizzazione dei siti minerari dismessi.
A tal proposito vale la pena di ricordare che:
• il territorio della Regione Autonoma Valle d’Aosta è caratterizzato dalla presenza di numerosissime mineralizzazioni ed è stato, nel tempo, oggetto di numerose attività minerarie riguardanti minerali di pregio (oro, argento, ferro, carbone, rame, manganese ecc.);
• con legge regionale 18 aprile 2008, n. 12 recante “Disposizioni per la valorizzazione dei siti minerari dismessi” l’Amministrazione regionale ha inteso intervenire in merito alla possibilità di programmare futuri interventi di valorizzazione dei siti minerari dismessi per ricordare e sottolineare gli inestimabili valori storico – culturali del suo passato minerario.
 
La partecipazione a progetti transfrontalieri (2004/2007) come “IRON ROUTE” mi ha permesso di:
• verificare lo stato dell’arte, in tema di valorizzazione dei siti minerari dismessi, in altre realtà sia italiane che europee;
• evidenziare le problematiche emerse nelle altrui esperienze;
• analizzare ed approfondire gli aspetti tecnici, scientifici e storici relativi al patrimonio minerario regionale;
• collaborare alla stesura delle leggi regionali n. 5/2008 e n. 12/2008.
Queste normative consentono di poter realizzare, in modo organico, gli interventi di valorizzazione.

All’interno di questa attività istituzionale ho maturato il personale intendimento di approfondire anche gli aspetti relativi alla comunicazione scientifica e la mia parte artistica mi ha spinto a tentare di proporre una chiave di lettura della miniera, in particolare la miniera di Cogne, che potesse essere adatta anche ad un pubblico non particolarmente esperto.
Così nasce Oreste il personaggio minatore che con un linguaggio scientifico ma semplice intende avvicinare bambini, ragazzi, studenti, famiglie e semplici turisti all’affascinante e spesso sconosciuto mondo minerario. Nelle pagine successive é pubblicata solo una piccola sintesi dell’intero progetto in corso di allestimento.


 































































   
Pagina a cura dell'Assessorato territorio, ambiente e opere pubbliche © 2019 Regione Autonoma Valle d'Aosta
Condizioni di utilizzo | Crediti | Contatti | Segnala un errore