Strategia UE per la regione alpina (EUSALP)

La Strategia dell’Europa per la Regione alpina, la prima a nascere direttamente su proposta delle Regioni partecipanti, è la quarta Strategia macroregionale europea in ordine temporale, dopo quelle per le Regioni del Mar Baltico e del Danubio e quella per la regione adriatica e ionica.

EUSALP è un piano d’azione integrato, adottato dalla Commissione europea il 28 luglio 2015 e approvato nel novembre 2015 dal Consiglio europeo, che nasce per sfruttare al meglio le opportunità presenti sul territorio delle 48 Regioni aderenti e assicurare risposte più adeguate ai problemi comuni, mediante un efficace coordinamento delle politiche e dei finanziamenti europei, statali e regionali disponibili.


Il Piano d’azione della Strategia propone i seguenti Obiettivi tematici d’intervento – ciascuno declinato a sua volta in specifiche Azioni:

A. Un accesso equo alle opportunità di occupazione, grazie al la buona competitività della regione;

 I. sviluppare un ecosistema efficiente per la ricerca e l’innovazione;

 II. incrementare il potenziale economico dei settori strategici;

 III. migliorare l’adeguatezza della forza lavoro, dell’istruzione e della formazione nei settori strategici;

 

B. Accessibilità sostenibile, tanto interna quanto esterna;

 IV. promuovere l’intermodalità e l’interoperabilità del trasporto di passeggeri e di merci;

 V. connettere le persone mediante l’elettronica e promuovere l’accesso ai servizi pubblici;

 

C. Un contesto ambientale caratterizzato da maggiore inclusione e da soluzioni energetiche rinnovabili e affidabili per il futuro;

 VI. preservare e valorizzare le risorse naturali, comprese quelle idriche e quelle culturali;

 VII. sviluppare la connettività ecologica nell’intero territorio dell’EUSALP;

VIII. migliorare la gestione dei rischi e dei cambiamenti climatici, ricorrendo anche alla prevenzione dei principali rischi naturali;

IX. fare del territorio della regione un modello per l’efficienza energetica e l’energia rinnovabile;

 

Ai precedenti Obiettivi tematici si aggiunge il seguente Obiettivo orizzontale:

D. un solido modello di governance macroregionale per la regione;

 

Il sistema di governo della Strategia avviene grazie a:

* un’Assemblea politica, dotata di poteri di impulso e di rappresentanza istituzionale. All’Assemblea partecipano tutti i Presidenti delle Regioni coinvolte, oltre ai rappresentanti politici degli Stati alpini;

* un Comitato esecutivo, composto dai rappresentanti dei Paesi coinvolti in EUSALP, competente per il coordinamento tecnico dei lavori della Strategia;

* 9 Gruppi d’Azione, ciascuno responsabile dell’attuazione di una delle 9 Azioni individuate dai 4 Obiettivi della strategia;

 

Il ruolo della Regione Autonoma Valle d’Aosta

La Regione Autonoma Valle d’Aosta riveste il ruolo di co-leader del Gruppo d’Azione 5, assieme

al Gruppo svizzero per le Regioni di montagna (SAB).

 

L’obiettivo generale del Gruppo è quello di elaborare soluzioni innovative per garantire, tramite l’utilizzo delle nuove tecnologie, l’erogazione dei servizi essenziali nelle zone dove questi non sono economicamente sostenibili secondo una logica di mercato.

 

In tale contesto, la Regione sta portando avanti diversi progetti sia di natura strategica che di immediata attuazione (i cosidetti “quick wins”).

Il progetto AlpGov, finanziato a valere sul Programma di Cooperazione transnazionale Spazio alpino 2014/20 (FESR), permette ai Gruppi d’Azione di sostenere le spese necessarie per le proprie attività organizzative.


Ulteriori informazioni sul sito EUSALP

Di seguito sono pubblicati i documenti strategici di EUSALP (Comunicazione della Commissione e Action Plan):

 

Europa



Torna su