Ambiente

 

La valutazione ambientale strategica

Nell'ambito della nuova regolamentazione dei fondi strutturali particolare rilevanza è attribuita alla valutazione ambientale dei piani e dei programmi, prevista dalla Direttiva 2001/42/CE del Parlamento europeo e del Consiglio del 27 giugno 2001 (la cosiddetta Direttiva VAS).

La valutazione ambientale costituisce un importante strumento per l'integrazione delle considerazioni di carattere ambientale nell'elaborazione dei programmi che possono avere effetti significativi sull'ambiente, in quanto garantisce che gli effetti dell'attuazione dei piani e dei programmi siano presi in considerazione prima della loro adozione formale.

Il Programma operativo Competitività regionale 2007-2013 è stato sottoposto a una “verifica di assoggettabilità” a questa procedura (screening) che ha dato esiti positivi sia per la natura dei contenuti del Programma (con interventi nel settore dei trasporti e delle telecomunicazioni) sia per i caratteri del territorio su cui si attua (interventi localizzati in siti “Natura 2000”). La Valutazione Ambientale Strategica è stata realizzata da un valutatore indipendente: il Dipartimento Interateneo Territorio dell'Università degli studi e del Politecnico di Torino.

I documenti prodotti nell'ambito di questa procedura sono disponibili nel fascicolo allegato.

 
  • VAS

     (3457 Kb)

 

 

Piano di monitoraggio ambientale

L'art. 10 della direttiva 2001/42/CE prevede che gli Stati membri controllino gli effetti ambientali significativi dell'attuazione dei piani e dei programmi (monitoraggio ambientale). Il monitoraggio ambientale consiste nel controllo degli effetti ambientali significativi derivanti dall'attuazione dei programmi approvati, al fine, tra l'altro, di individuare tempestivamente gli effetti negativi imprevisti e di essere in grado di adottare le opportune misure correttive. 

L'Autorità di Gestione, in accordo con il Servizio valutazione ambientale dell'Assessorato territorio e ambiente (individuato dalla Giunta regionale quale struttura competente in materia ambientale ai sensi dell'art. 7, comma 7 Codice dell'Ambiente) ha provveduto alla definizione delle procedure di implementazione del Piano di monitoraggio ambientale e del modello finalizzato ad apportare le eventuali misure correttive. 

L'elenco degli indicatori previsti dal Piano di Monitoraggio Ambientale sarà scaricabile dopo l'approvazione del Comitato di sorveglianza.

 




Torna su