Les Mots - Se votiamo tutti vinciamo tutti

Non basta sperare in un futuro migliore: dobbiamo assumerci la responsabilità delle nostre scelte. Per questo stavolta non ti chiediamo solo di votare, ma di convincere le persone intorno a te ad andare a votare.
"Se votiamo tutti, vinciamo tutti"

  

La campagna per il voto europeo ha cambiato look e, in vista dell’appuntamento elettorale dello scorso maggio, i giovani europei si sono schierati in prima linea - anche attraverso il web e i social media - battendosi contro l’astensionismo elettorale e sensibilizzando quanti più cittadini possibile affinché si rendessero conto di quanto l’Unione Europea sia importante per la crescita di tutti gli Stati membri e andassero a votare alle elezioni per il rinnovo del Parlamento europeo, l’unica istituzione comunitaria ad essere eletta direttamente dai cittadini. 

 

Lanciata nell'ottobre 2018, a Roma, e identificata attraverso l’hashtag istituzionale #STAVOLTAVOTO, la campagna promossa dal Parlamento europeo è stata presentata da Gian Paolo Meneghini, del Segretariato generale del Parlamento europeo. La campagna invitava tutti i giovani ad assumere le vesti di micro-influencer politici e – dopo essersi registrati sull’omonima piattaforma – ad attivarsi diventando promotori di azioni e iniziative legate alle elezioni europee. 

L’obiettivo era quello di creare una community di giovani sostenitori, capace di incentivare una maggiore affluenza all’appuntamento elettorale europeo senza tuttavia esprimere una preferenza con riferimento ad un particolare candidato al Parlamento Europeo. Infatti, quello che i giovani hanno sostenuto è stata la promozione del voto in sé: un impegno attivo nel processo democratico, portato avanti con cognizione di causa ed in modo informato. Così facendo, viene rafforzato il concetto stesso di democrazia fin dalle nuove generazioni, dando loro la possibilità di decidere la via che l’Europa dovrà intraprendere per gli anni a venire. 

 

 

 

All'evento è intervenuto anche Daniele Cassioli, classe 1986, non vedente dalla nascita, campione paralimpico di sci nautico, ha conquistato 22 titoli mondiali, 25 titoli europei e 35 titoli italiani e autore del libro "Vento Contro", il suo primo romanzo autobiografico, fonte d’ispirazione per chiunque stia affrontando una sfida – grande o piccola essa sia – e combatta quotidianamente il proprio "vento contro". Quell’ostacolo, apparentemente insormontabile, può trasformarsi in un vero e proprio trampolino di lancio e occasione di crescita se affrontato con la giusta leggerezza e determinazione.

 

 



Torna su