Partenariato

In linea con quanto previsto dalla normativa europea e statale in materia di Fondi a finalità strutturale ed in continuità con quanto già sperimentato in Valle d’Aosta nel periodo 2007/13, le attività preparatorie della Politica regionale di sviluppo 2014/20 vedono il forte coinvolgimento del partenariato regionale, nell’intento di promuovere la collaborazione tra le Autorità di gestione dei programmi e i soggetti interessati, a vario titolo, dagli stessi.

Nello specifico, è garantita l’inclusione attiva tanto dei soggetti a favore dei quali sono dirette le azioni contemplate nei Programmi (c.d. beneficiari), quanto di quelli che stabilmente si occupano delle materie in cui questi intervengono (c.d. centri di competenza). 

Concretamente, la partecipazione attiva del partenariato è stata realizzata, in una prima fase, mediante il coinvolgimento diretto di vari soggetti nella definizione delle linee strategiche regionali, mediante confronti mirati con una serie di testimoni privilegiati (referenti regionali delle politiche di settore, rappresentanti degli enti locali e delle associazioni di categoria, esponenti del mondo della scuola e dell’Università e rappresentanti del partenariato territoriale).

Nel rispetto del pluralismo partenariale e dei principi di trasparenza, condivisione delle metodologie di lavoro e restituzione dei risultati, sono state illustrate, per ciascuna categoria di partner (Strutture regionali, partenariato socio-economico e ambientale, partenariato istituzionale, gruppi di azione locale), le innovazioni di metodo, introdotte a livello europeo e nazionale per la definizione dei Programmi cofinanziati. È seguita la raccolta di proposte di azioni, mediante somministrazione di apposita scheda di rilevazione dei fabbisogni, al fine di assicurare che i futuri Programmi rispondano alle esigenze del territorio.  

In un secondo momento, il partenariato è stato coinvolto anche nella fase più operativa di scrittura dei Programmi. Per ciascun obiettivo tematico (o gruppi di obiettivi tematici affini), sono, infatti, stati avviati specifici tavoli di lavoro ed approfondimento, che stanno portando alla definizione delle singole azioni che confluiranno nei Programmi.

Al fine di consolidare e rafforzare il confronto partenariale già instaurato, anche in fase di attuazione dei Programmi, è stato sottoscritto, a giugno 2015, un apposito Protocollo d'intesa tra la Regione e il partenariato istituzionale, economico-sociale e ambientale, valido per l'intero periodo di programmazione 2014/20.

 



Torna su