Documentazione per rinegoziazione della durata

L’articolo 16 dell’allegato alla d.G.r. 72/2018 stabilisce la possibilità di “rinegoziare” la durata dei mutui per il miglioramento dell’ efficienza energetica stipulati a valere sui precedenti avvisi pubblici (d.G.r. 489/2016 e d.G.r. 370/2017).

In altre parole, qualora sia già stato stipulato un contratto di mutuo per il miglioramento dell’efficienza energetica, la cui durata non poteva eccedere i 15 anni, è possibile richiedere che la durata stessa del finanziamento venga estesa a 20, 25 o 30 anni (incluso l’eventuale periodo di preammortamento).

L’aumento della durata comporta una riduzione della rata semestrale da sostenere e un contestuale aumento degli interessi complessivamente dovuti. Restano ferme le altre condizioni del mutuo ma gli eventuali fideiussori dovranno estendere la garanzia prestata all'intera durata del finanziamento.

La rinegoziazione è ammessa alle seguenti condizioni:

  • Il mutuo deve essere di importo superiore a 30.000 euro e assistito da garanzia ipotecaria;
  • L’età del richiedente (o almeno uno dei richiedenti in caso di mutuo cointestato) al momento di presentazione della domanda di mutuo (avvenuta nel 2016, 2017 o 2018) deve essere inferiore o uguale a 70 anni;
  • Il soggetto beneficiario non dove trovarsi in stato di fallimento, di liquidazione coatta, di concordato preventivo salvo il caso di concordato con continuità aziendale;
  • Finaosta S.p.A. non deve aver già avviato nei confronti del/dei beneficiario/i il procedimento esecutivo per il recupero coattivo del credito.

Per le imprese la durata del mutuo non può comunque eccedere i 20 anni.

Per un maggior dettaglio delle condizioni della rinegoziazione si rimanda alla lettura integrale dell’art. 16 dell’allegato alla d.G.r. 72/2018  e dell’articolo 29 della legge regionale 22 dicembre 2017 n. 23.

 

Modalità di presentazione della domanda di rinegoziazione

Nel caso in cui sia già stato stipulato il contratto di mutuo per il miglioramento dell’ efficienza energetica e si intenda richiedere la rinegoziazione è necessario presentare entro il 31/10/2018 in marca da bollo presso gli uffici di Finaosta S.p.A. il modulo di seguito riportato:

 

 

Gli oneri della rinegoziazione sono a carico dei soggetti beneficiari.

Per maggiori informazioni sugli oneri della rinegoziazione e per avere una simulazione del nuovo possibile piano di ammortamento Vi invitiamo a contattare l’istruttore di Finaosta S.p.A. che ha seguito la Vostra pratica.

 

ATTENZIONE: nel caso in cui non sia stato ancora stipulato il contratto di mutuo ma si intenda comunque richiedere l’allungamento della durata dello stesso è necessario contattare gli uffici dell’Assessorato attività produttive, energia e politiche del lavoro e ambiente che si occupano dell’istruttoria tecnica o l’istruttore di Finaosta S.p.A. che sta seguendo la Vostra pratica per avere informazioni sulle modalità da seguire per effettuare la richiesta.

 

 

Energia



Torna su