Contabilizzazione e termoregolazione

 

In Valle d’Aosta, in materia di contabilizzazione e termoregolazione degli impianti termici, si applica quanto previsto dalla normativa statale vigente (d.lgs. 102/2014).

La d.G.r. n. 272/2016, in materia di requisiti minimi degli edifici riporta, infatti, al Punto 12 - Adozione di sistemi di termoregolazione e contabilizzazione che“Ai sensi dell’articolo 33, comma 4 della l.r. 13/2015, al fine di favorire il contenimento dei consumi energetici attraverso la contabilizzazione dei consumi individuali e la suddivisione delle spese in base ai consumi effettivi di ciascun centro di consumo individuale, si applica quanto previsto all’articolo 9 del d.lgs. 102/2014, ivi incluse le sanzioni previste all’articolo 16 del decreto medesimo.” e che “Le disposizioni di cui al punto 12 trovano applicazione nei casi previsti dal decreto legislativo 4 luglio 2014, n. 102.”

In data 26 luglio 2016 il D.lgs. 102/2014 è stato integrato e modificato con D.lgs. 141/2016. Il Decreto Legge, n° 244  del 30/12/2016 (Milleproroghe 2016) ha fissato la scadenza per l’installazione dei sistemi di termoregolazione e contabilizzazione del calore nei condomini e negli edifici polifunzionali al 30 giugno 2017.

Si evidenzia in particolare la presenza di alcune variazioni nell’art. 9 comma 5 del D.Lgs. 102/2014 in materia di contabilizzazione, termoregolazione e ripartizione dei costi. ad esclusione dei casi in cui, da relazione tecnica di un progettista, emerga che l’installazione non è possibile perché non efficiente in termini di costi. L’obbligo di impiego della norma tecnica UNI 10200 per la ripartizione dei costi ad eccezione dei casi in cui siano presenti differenze di fabbisogno termico per metro quadro tra le unità immobiliari costituenti il condominio o l’edificio polifunzionale superiori al 50 per cento (comprovate da apposita relazione tecnica asseverata).

 

Inoltre si ricorda quanto previsto nell’allegato alla d.G.r. 272/2016  (Delibera requisiti minimi di prestazione energetica) in cui si rilevano le seguenti indicazioni:

Punto 9.3. lettera F - Requisiti in tema di sistemi di regolazione e controllo (per gli edifici di nuova costruzione o soggetti a ristrutturazioni importanti di primo livello e per gli edifici ad energia quasi zero):

a) Gli impianti di climatizzazione invernale devono essere dotati di sistemi per la regolazione automatica della temperatura ambiente nei singoli locali o nelle singole zone termiche al fine di non determinare sovra riscaldamento per effetto degli apporti solari e degli apporti gratuiti interni. Tali sistemi devono essere assistiti da compensazione climatica; la compensazione climatica può essere omessa ove la tecnologia impiantistica preveda sistemi di controllo equivalenti o di maggiore efficienza o qualora non sia tecnicamente realizzabile. Tali differenti impedimenti devono essere debitamente documentati nella relazione tecnica di cui al punto 7.1.

b) Si provvede all’installazione di sistemi di misurazione intelligente dell’energia consumata, conformemente a quanto previsto all’articolo 9 del d.lgs. 102/2014.

c) Nel caso di impianti termici al servizio di più unità immobiliari è obbligatoria l’installazione di un sistema di contabilizzazione del calore, del freddo e dell’acqua calda sanitaria, conformemente a quanto previsto dall’articolo 9, comma 5, del d.lgs. 102/2014.

d) Al fine di ottimizzare l’uso dell’energia negli edifici, per gli edifici a uso non residenziale è reso obbligatorio un livello minimo di automazione per il controllo, la regolazione e la gestione delle tecnologie dell’edificio e degli impianti termici (BACS), corrispondente alla Classe B, come definita nella Tabella 1 della norma UNI EN 15232 e successive modifiche o norma equivalente.

11.3. Condizioni particolari

F. Per gli edifici dotati di impianto termico non a servizio di singola unità immobiliare residenziale o assimilata, in caso di riqualificazione energetica dell’involucro edilizio, coibentazioni delle pareti o l’installazione di nuove chiusure tecniche trasparenti, apribili e assimilabili, delimitanti il volume climatizzato verso l’esterno, ovvero verso ambienti non dotati di impianto di climatizzazione, al rispetto dei requisiti di cui al punto 11.2, lettere da B. a F., si aggiunge l’obbligo di installazione di valvole termostatiche, ovvero di altro sistema di termoregolazione per singolo ambiente o singola unità immobiliare, assistita da compensazione climatica del generatore, quest’ultima può essere omessa ove la tecnologia impiantistica preveda sistemi di controllo equivalenti o di maggiore efficienza o qualora non sia tecnicamente realizzabile.

 



Torna su