Tratti di Via delle Gallie

Nell'ambito del Progetto Interreg “La via consolare delle Gallie” sono stati intrapresi dei lavori di scavo archeologico  per mettere in luce la sede stradale antica.

MONTJOVET
Nell’aprile 2014 in località Montquert (Comune di Montjovet), sotto i selciati più recenti formati da scaglie di pietra e strati di terreno, è stato trovato il fondo viario di epoca romana, costituito prevalentemente dalla roccia naturale, integrata in alcuni punti da un acciottolato fitto e compatto per livellarne il piano; sono inoltre stati riconosciuti alcuni segni interpretabili come solchi carrai.

 

 

SAINT-VINCENT
Sempre nel corso del mese di aprile 2014, sono state eseguite indagini archeologiche nel tratto di strada romana in prossimità del ponte sul torrente Cillian (Comune di Saint-Vincent) dove è stato trovato il fondo stradale romano, costituito prevalentemente dalla roccia naturale, integrata in alcuni punti da un acciottolato fitto e compatto per livellarne il piano. Si è inoltre messa in luce la parte retrostante dell’arco di scarico sulla sinistra orografica, ancora perfettamente conservato e apprezzabile per la sua qualità costruttiva in blocchetti di travertino e pietre squadrate. Non è stato invece possibile riconoscere la presenza di solchi carrai.

 

 

VILLENEUVE
Nel mese di maggio 2014 si è proseguito con le attività di scavo in località Champrotard (Comune di Villeneuve) dove da tempo è noto un imponente tratto di strada romana costituito dalle possenti sostruzioni, munite di contrafforti, e da un tratto di roccia tagliata di notevoli dimensioni.
Lo scavo, che aveva lo scopo primario di intercettare la sede stradale antica, ha messo in luce il fondo viario romano, impostato prevalentemente sulla roccia naturale, integrata in alcuni punti da un acciottolato fitto e compatto per livellarne il piano, soprattutto in corrispondenza del muro di sostegno a valle, realizzato in pietre sbozzate regolarmente disposte e legate da abbondante malta tenace.

 

 

AVISE
Nel mese di ottobre 2014 sono stati effettuati alcuni saggi archeologici sulla strada romana in località Runaz. Sul fianco della montagna in destra orografica, è ancora ben conservato un lungo tratto di sostruzioni in muratura dell’antica strada romana che attraversava la Valle d’Aosta.
I sondaggi archeologici hanno permesso di riportare alla luce il piano viario originario, costituito dalla roccia naturale a monte, e da un riempimento di pietrisco e terra nella porzione a valle, sostenuto dal muro della strada.
Nel tratto più orientale del sito sono ancora perfettamente visibili i solchi per i carri incisi sulla roccia: si tratta di due binari paralleli, distanti tra loro 148 cm e profondi 15, facilmente distinguibili per una lunghezza di circa 2 m.

 

 

Vedi anche Via delle Gallie

 



Torna su